verticale

Sicurezza negli impianti chimici - metodologie di rating nella valutazione della sicurezza di processo

Il modello di Q&QRA di HGI per impianti chimici - Valutazione dei rischi negli impianti chimici
Sistema delle Manutenzioni
• Sviluppo del Sistema Manutenzioni : Programmato Preventivo Predittivo, SW
• Tecniche NDE implementate (ad es. Vibration Monitoring, IRT, Liquidi Penetranti, controlli spessimetrici vessels e pipings, UT, oli trasfo, vibration monitoring, motori e IP index, ecc.)
• Condition Monitoring
• Gruppi Elettrogeni / UPS, cavi dati controllo primari, apparecch. in safety shut down es. lubrications pumps, cooling, ecc.
• Mechanical Integrity Maintenance
• P&ID inclusi strumentazioni controllo, valvole processo, piping, drenaggi, campionamenti, flussi
• Equipment (reattori, vessels, ets) and Arrangements
• Gestione Spare Parts

Scarica il PDF Scarica il PDF
Aggiungi ai preferiti Aggiungi ai preferiti


Atti di convegni o presentazioni contenenti case history
mcT Safety & Security Milano novembre 2015 Safety e Security: soluzioni per siti industriali ad alta criticità

Pubblicato
da Alessia De Giosa
mcT Safety & Security Milano 2015Segui aziendaSegui




Settori: 

Parole chiave: 


Estratto del testo
Milano, 25 novembre 2015 Gli atti dei convegni e più di 4.000 contenuti su www.verticale.net Fabrizio Di Tirro mcT Safety & Security
San Donato, 25.11.2015 Le attività di Risk Assessment
per la valutazione di rischi chimici :
un esempio di Q&QRA
dal Risk Engineering Services di HGI
Index Indice degli argomenti : 1. Introduzione 2. Le Analisi di Risk Engineering 3. La valutazione dei rischi : le metodologie HGI 4. La valutazione dei rischi negli impianti chimici e petrolchimici 5. Un esempio di Q&QRA sui rischi chimici dai Risk Engineering Services di HGI Introduzione L''analisi dei rischi è entrata nella vita quotidiana delle persone, nell''economia,
nella politica, nella conduzione delle imprese, ecc. La crescente importanza delle valutazioni dei rischi La standardizzazione della gestione dei rischi (ISO 31000, IEC 31010) ha fissato
principi e linee guida, tecniche di risk assessment e procedure operative in un
framework a fasi consolidate: Individuazione, Analisi, Valutazione, Trattamento Le metodologie di analisi dei rischi Le funzioni di Risk Management o Insurance Management si prefiggono di
aiutare l''organizzazione aziendale nel gestire incertezze e rischi che le generano Varianti metodologiche in funzione del settore dell''azienda.
In campo industriale tutte si incentrano nella tutela degli assets produttivi e
nella garanzia della continuità delle attività I rischi ''puri' sono gestiti dalla conduzione delle aziende per valutare le
probabilità di raggiungimento degli obiettivi così come per individuare e trattare
le minacce alla vita aziendale e le conseguenze in termini di impatti su :
assets, persone, business, ambiente, reputazione, ecc. Introduzione In questa presentazione si introduce una Metodologia di Analisi dei Rischi
sviluppata dai servizi di ingegneria di un assicuratore industriale, finalizzata a:
- decidere se e come accettare il trasferimento dei rischi:
impresa assicuratore - come dare supporto alle imprese assicurate per il miglioramento dei rischi La presentazione Le metodologie utilizzate nei Q&QRA di HGI RES sono differenti secondo il
settore industriale cui si riferiscono (specifica è quella relativa all''analisi dei
Rischi Chimici e Petrolchimici), ma tutte hanno l''obiettivo di ottenere :
- un rating capace di quantificare i rischi incendio / esplosione e di processo - un giudizio qualitativo - un dimensionamento dei ''worst events' in termini di danni potenziali - un programma di Loss Prevention ovvero di miglioramento dei rischi
attraverso delle Recommendations espresse in termini di cost-effectiveness Le varie metodologie per il calcolo dei rischi hanno tutte la maggior aleatorietà
nella determinazione della probabilità dell''evento che colpisce l''impianto
(fattore con maggiori problematiche di quantificazione, anche se possono
aiutare benchmarks, liste dati accadimenti, banche dati su failure-rates e
Probabilità) Ogni evento è riconducibile ad un Rischio quantificabile in: Ri = f i x Mi Property (processo - incendio / esplosione)
Ambientale
Sicurezza persone (personale e esterni)
Compliance / Autorizzativi (incluse potenziali chiusure d''autorità)
Politici (impianti in Middle East)
Altri rischi : es. Prodotti (es. chimica-farmaceutica), Privacy, ecc. Eventi che possono impattare su un impianto industriale o chimico Il punto è come renderli misurabili e confrontabili almeno, per categorie La Magnitudo dell''evento a cui associamo una definita frequenza nel calcolo di
''worst events' è più semplice
Scenari incidentali assicurativi: MFL, PML, MUR, MPL, NLE, etc Introduzione Le Analisi dei Rischi effettuate dai Servizi di Risk Engineering operanti in ambito
di trasferimento assicurativo dei rischi hanno lo scopo di supportare: le scelte di trasferimento assicurativo (analisi finalizzata a definire:
livello qualitativo impianti, ratei incidentali, stima dei danni potenziali, stima
premi per assicurare gli impianti, dimensionamento tecnico dei contratti, etc.)
l''individuazione di interventi di mitigazione dei rischi (sistemi di protezione,
misure organizzative / procedure)
ulteriori servizi di risk engineering (project reviews, auditing, sistemi di rating
customizzati ecc.) Il rendering delle valutazioni dei rischi viene reso in varie modellizzazioni
(matrice P/M, spiderweb, ecc.).
I rischi vengono individuati, valutati e quindi possibilimente:
- eliminati (es. trasferiti) - mitigati (diminuiti in probabilità - ad es. implementando procedure di
sicurezza - e/o in magnitudo - ad. es. mediante impianti di protezione)
con la attuazione delle cosiddette ''recommendations' Le analisi di Risk Engineering RadarGraph rendering Le aziende sviluppano il Risk Management in base ai rischi del settore di attività
Le aziende con organizzazione di Risk Mgmt più sviluppata traducono gli esiti
delle analisi in indicatori (KPI) che analizzano le vulnerabilità della vita aziendale
(nelle piccole aziende la gestione viene a mancare perché non possono disporre
di conoscenze, organizzazione, R&D sviluppati, ecc.) Risk Matrix rendering Le analisi di Risk Engineering Valutazione dei rischi : il modello HGI I sistemi di Q&QRA dei Servizi di Risk Engineering di HGI sono diversi in funzione
della tipologia industriale in esame, seppur tutti relazionati da stessi criteri che li
collegano (non solo sono riferiti a benchmarks differenti secondo settore, ma
cambiano completamente i criteri di valutazione e pesi delle stesse) Un modello di risk assessment per impianti chimici Il settore chimico ha delle tali connotazioni che la metodologia di Q&QRA si
differenzia fortemente dalle altre tipologie industriali
L''analisi dei rischi di processo è il fattore principale
Organizzazione della Sicurezza, Procedure, Lay-Out, ecc. hanno peso superiore
rispetto ad altri settori
Per contro sistemi e impianti di protezione per quanto importanti incidono meno Prima di scendere nel ''tool chimico' vediamo un criterio generale che vale per
tutti i settori industriali Valutazione dei rischi : il modello HGI Il processo di Risk Assessment '' secondo la fase e secondo il prodotto '' coinvolge
tutte le unità dell''Azienda: dalla visita in sito, ai test degli impianti antincendio,
dalle Recommendations da discutere con le Direzioni, alle verifiche dei progetti
Dei sistemi di sicurezza (Project Reviews), dalla produzione dei ratings per
impianti e per siti (Location Rating), a sintesi e dati di Group Overall Overview L''analisi comprende i rischi Incendio / esplosione
Processo
Guasti Macchine
Interruzione delle
attività impianto /
supply chain
Eventi esterni ed eventi
naturali Tutti I modelli di risk assessment di HGI operano per scalini di interesse
I prodotti dell''analisi sono differenziati secondo l''utente, dal tecnico al manager
HGI Field Engineer HGI Account Engineer Valutazioni «property risks» negli impianti chimici / petrolchimici
Cosa occorre
' Visita rapida in impianto (1-4 gg / in sito) ' Redazione di un Report di visita (2-5 giorni / at-desk) che includa :
A. Analisi qualitativa rapida (5-10 pagg) sintetizzata in punti di forza e carenze su cui impostare i potenziali miglioramenti B. Rating dell''impianto (su base benchmarks, che siano basati su una popolazione il più ampia possibile e comparati a livello internazionale) C. Programma di Loss Prevention, con Recommendations (a volte espresse in funzione di un fattore di efficacia, il cosiddetto LEF
Loss Efficiency Factor, un rapporto tra costo di realizzazione e riduzione
dell''impatto potenziale del danno) D. Una stima dei «worst events» e delle potenziali perdite associate
E. Note su rischi affini: Business Interruption / Supply Chain, Eventi Naturali Valutazione dei rischi : il modello HGI Risk Assessment condiviso con Cliente
Rating-Models «tagliati» sulle peculiarità di processi / impianti specifici
Ratings, Gestione Recommendations, Stime di Danno Potenziale, ecc., possono
confluire in un sistema di classificazione e gestione performances della Sicurezza,
ovvero KPIs anche collegati a sistemi premianti per gli stabilimenti virtuosi Clienti gestiti attraverso Customized Ratings Valutazione dei rischi : il modello HGI Il giudizio qualitativo Il Report 0 5 0 1 0 0 1 5 0 2 0 0 P D B I c o m b in e d T IV s M P L N L E Le Stime di Danno Valutazione dei rischi : il modello HGI I diversi sistemi di Rating
sono funzione del settore
industriale per aderire al
meglio alla analisi dei
rischi che più lo connotano Table 5. ''Open Status' Recommendations Summarizing Template REC n° Issue Priority LE.F. (*) Status 2011-04 Protezione Sprinkler Magazzino W.3 B 12 pending 2011-06 Stoccaggio fusti infiammabili impianto M contenimento e drenaggio A 274 pending 2011-07 Sistemi chiusi di caricamento polveri R17, R19, R 26 A 417 pending 2011-08 Estensione sistemi rivelazione incendio B 107 pending 2013-03 Inertizzazione di Impianti in nuovo settore UOP-Sinco A 268 pending 2013-07 Protezione mediante sigillatura passaggi cavi cable-tray area CPM2 e MCC-CPM2 A 1038 pending 2013-08 Controllo Energie Elettrostatiche cavallotti : bonding flange pipeline settore M A 822 pending 2013-09 Approfondimento rischi connessi a utilizzazione di FIBC in stoccaggio additivi C n.a. pending 2013-10 Protezione Electrical Room ER4 B 76 pending 2015-01 Impairment Management System C n.a. new 2015-02 Connessione allarmi area IPA con Control Room + Guardiania C 160 new Valutazione dei rischi : il modello HGI LEF OPTIMIZATION Le Recommendations e il LEF Loss Efficiency Factor Valutazione dei rischi : il modello HGI Le Recommendations e il LEF Loss Efficiency Factor Date by Test data Corrected data Rating Comments Flow (lpm) Speed (rpm) Suction (bar) Discharge (bar) Net (bar) Flow (lpm) Net (bar) 2015HGI 0 2000 0,5 8,6 8,1 0 8,9good 2015HGI 5680 1980 0,4 8,0 7,6 6024 8,5good 2015HGI 7000 1950 0,4 7,4 7 7538 8,1good 2015HGI 8520 1930 0,3 6,3 6 9270 7,1good 2013Contractor 0 0,5 8,8 8,3 2013Contractor 5680 0,4 7,8 7,4 2013Contractor 8520 0,2 6,0 5,8 Valutazione dei rischi : il modello HGI Test Pompe Antincendio Valutazione dei rischi : il modello HGI Gli esempi precedenti erano estratti da analisi di singolo impianto / singolo sito
Ad essi fanno riscontro I dati da portare all''attenzione del Management della
Subsidiary del Gruppo: visioni di insieme e macro-risultanze Group Level figures & Overall Overviews Un esempio di una
tipica tavola che
confronta il n ° progressivo delle
Recommendations
(completate, attive,
nuove, pendenti,
ecc.) nei 4 anni
2012-2015 ed il
miglioramento del
Rating Valutazione dei rischi : il modello HGI Un esempio di una tavola di visione d''insieme: gli impianti di una subsidiary e
quelli di un gruppo individuati come classificati in funzione di Vulnerabilità e
grado di danno (NLE) Valutazione dei rischi : il modello HGI Altri esempi di dati interessanti per il Group Management :
' Andamento delle massime esposizioni ai worst events (PML) comparato con
Risk Quality (Rating) secondo stabilimento ' Stato delle Raccomandazioni (pendenti, nuove, completate) secondo sito Valutazione dei rischi : il modello HGI Un altro esempio di gestione degli interventi suggeriti nelle Recommendations:
la loro suddivisione secondo costi di realizzazione secondo Sito o Gruppo Il modello di Q&QRA di HGI per impianti chimici Peculiarità forti sia dell''ambito chimico che petrolchimico Valutazione dei rischi negli impianti chimici ' I Rischi di Processo sono il punto principale su cui basare una
valutazione di Risk Assessment
esame esotermie reazioni, entalpie, criticalità, HazMats, ecc.
differenzia fortemente le valutazioni di impianto ' L''Organizzazione della Sicurezza, le Procedure, le Metodologie di
valutazione dei rischi, ecc. sono più importanti che in altri settori:
l''elemento umano / organizzativo è fondamentale ' Il Lay-Out degli impianti è molto più importante che nelle altre
tipologie industriali : disponibilità di spazi ampi tra impianti e di spazi
esterni, contenimenti agli effetti degli incidenti potenziali, ecc. ' La peculiarità ulteriore è costituita da scenari incidentali che non sono
sofferti da altri settori : BLEVE e UVCE si affiancano a Pool Fires, Jet
Fires, Esplosioni, ecc. ' Le Protezioni installate per diminuire in caso di incidente gli impatti
potenziali degli incendi e delle esplosioni sono comunque importanti Il modello di Q&QRA di HGI per impianti chimici :
La valutazione dei Rischi di Processo
I Processi
' Rischi di processi in esecuzione, reazioni esotermiche, runaway, energie /
entalpie in gioco, condizioni operative
(es T°C, P, dP/dT, dT/dt, flow-rates, adiabatic temperature incrase, ecc.) ' Masse (hold up di reattore / di impianto: volumi processati proporz. fire
severity: >5 m3, >50 m3, >100 m3 levels '' tipiche soglie di rischio) ' Criticalità: gas forming, decomposition, ex-atmospheres gas, dust-ex ' Inertizzazione, Reaction Stopping-Solutions ' SOP : purging, caricamenti da boccaporto, ecc. Valutazione dei rischi negli impianti chimici Sistemi e Sicurezza
' Control Room / Sistemi gestione (PLC, DCS) e Sicurezze Intrinseche ' Independent Protection Layer IPL, SIS safety instrum. systems, SIL, Safety
Levels, remotely operated isolation valves, safety critical cables ' Cooling redundancy / Heat removal ' Sistemi di PRV, PRD ' Safety Shut Down: tempi / Shut Off valves / blow down - drainage ' Generatori Emergenza / UPS Il modello di Q&QRA di HGI per impianti chimici :
La valutazione dei Rischi di Processo
L''indice di Criticalità di Stoessel Valutazione dei rischi negli impianti chimici Scenarios
(1) In case of loss of control the b.p. cannot be reached, no decomposition
(2) As (1) but if the mass is kept under heat accumulation for longer time, decomposition can be triggered and b.p. reached
(3) In case of loss of control the b.p. is reached, but decomposition reaction cannot be triggered (process safety = heat production rate at b.p.) (4) In case of loss of control the b.p. is reached and decomposition can be triggered (process safety = heat production rate at b.p.) RUNAWAY Thermal potential and criticality ranking based on 4 T°C
'' Tp (process temperature in cooling failure cases) '' MTSR (max T°C of synth reaction in case of accumulation of
unconverted reactants / process design) '' MTT (Tb max technical T°C / b.p. in an open system, in a closed system Max P-T°C then PRD)
'' barbed = max range where decomposition becomes relevant '' ADT24 (temperature at which TMRad = 24 h) in thermal
stability of reaction mixture Il modello di Q&QRA di HGI per impianti chimici :
La valutazione dei Rischi di Processo
Valutazioni di Laboratorio
Entalpie di reazione,
Calorimetrie Differenziali,
ecc Valutazione dei rischi negli impianti chimici Adiabatic Temperature
Cooling failure: se heat removal < heat
production dT/dt sale progressivamente
(proporz. heat of reaction)
Le energie / Tad (adiabatic temp) rendono
i rischi di runaway 3 soglie comunemente
adottate
Low: 'Tad <50 K, no pressure build-up
Medium: 50K<'Tad <200K
High: 'Tad >200K Reaction Calorimetry
Approssimano le condizioni di processo per arrivare a Energie
Termiche in gioco e Reaction Enthalpies in scaling-up ma
attenzione agli scaleup effects
Chilworth DEKRA www.chilworth.com
METTLER TOLEDO (webinar :
http://us.mt.com/us/en/home/events/webinar/ondemand/Safety-by-
Design-Calorimetry-in-Chemical-Development.html Il modello di Q&QRA di HGI per impianti chimici Valutazione dei rischi negli impianti chimici Emergenza e Gestione Sistemi e Sicurezza
' Sistema di allarme, aree presidiate / controllate ' Organizzazione Interna dell''Emergenza ' Interventi di Emergenza e VVF : stazione prestante servizio, distanza,
accessibilità, ecc. HazMats
' Infiammabili (R10-R12), Polveri, Reagenti, Esplosivi, ecc.,
Stoccaggi e quantitativi, modalità di stoccaggio, compatibility matrix Tank Farms Solvent Recovery, Incineration Plants, etc. Scenari Incidentali : VCE, Bleve, ecc. Loading / unloading stations, multi-vehicle railways HTF e heating media Il modello di Q&QRA di HGI per impianti chimici : gli Assets Assets di Processo
' Lay-Out impianti e spazi di separazione verso l''esterno ' Lay-Out impianti e spazi di separazione tra impianti ' Lay-Out edifici (verticalità, edifici multipiano, solai pieni o grate, blast
walls / overpress. damage limiting constr. es.CCR, compartimentazioni) ' Vulnerabilità delle strutture e tipologia (R '' REI, FR, HNC, LNC, etc.) Valutazione dei rischi negli impianti chimici Impianti
' Elettrici: MCC, ER Electrical Rooms, Trasfo, Cable-Trays / Cable Tunnels ' Media Termici: Vapore, HTF (in fase liq o vapore), glicoli, ecc. ' Control Room Contenimenti
' Contenimento e Drenaggio leakages / reparti-impianti base hold-up ' Blow Down fasi Liq - Gas ' Physical Protection / Relief devices ' Contenimenti agli effetti di scenari incidentali, aree di sfogo, effetti
domino eliminati o ridotti, protezioni passive Il modello di Q&QRA di HGI per impianti chimici : Safety Organization Valutazione dei rischi negli impianti chimici Safety Organization & Safety Procedures
' PHA : tipologia, estensione e dettagli, banche dati utilizzate,
aggiornamenti (es. HazOp, What-If, Check-List) ' MoC ' Procedure di Permessi: HWP, spazi confinati, ecc. ' Training e formazione (BBS e coinvolgimento operatori in: processi,
individuazione comportamenti critici, proposizione miglioramenti) ' Gestione Appaltatori ' Sistemi di Auditing Housekeeping
' Stato di conservazione, ordine e pulizia ' Lean Methodologies, 5S, etc. ' Polvere : rischi di accumuli da polvere, esplosioni ed esplo secondarie Gestione Impianti
' Corrosioni ' Sicurezza : ad es. dead end pipes, equipotenzialità, messe a terra, ' Leakages Il modello di Q&QRA di HGI per impianti chimici Valutazione dei rischi negli impianti chimici Sistema delle Manutenzioni
' Sviluppo del Sistema Manutenzioni : Programmato Preventivo
Predittivo, SW ' Tecniche NDE implementate (ad es. Vibration Monitoring, IRT, Liquidi
Penetranti, controlli spessimetrici vessels e pipings, UT, oli trasfo,
vibration monitoring, motori e IP index, ecc.) ' Condition Monitoring ' Gruppi Elettrogeni / UPS, cavi dati controllo primari, apparecch. in
safety shut down es. lubrications pumps, cooling, ecc. ' Mechanical Integrity Maintenance ' P&ID inclusi strumentazioni controllo, valvole processo, piping,
drenaggi, campionamenti, flussi ' Equipment (reattori, vessels, ets) and Arrangements ' Gestione Spare Parts Il modello di Q&QRA di HGI per impianti chimici : Sistemi di Protezione Valutazione dei rischi negli impianti chimici Sistema di Gestione dell''Allarme
' Ridondanza segnalazioni (guardiania, control room, remota) ' Presidi Continuativi, Tempi di reazione Sistemi di Protezione e Spegnimento
' Water Reservoir, Fire Pumps, Rete Antincendio ' Idranti e Naspi ' Sistemi Sprinkler, Deluge : acqua e acqua-schiuma ' Impianti Schiuma ' Altri impianti acqua: water spray, water mist ' Gas: CO2, ecc. Sistemi di Rivelazione
' Fiamma, Calore, Fumo, combinati ' Gas ' Leakages ' Concetti di Ridondanza e interconnessioni con sistemi di spegnimento Test sistemi di protezione (pompe, sprinkler, ecc.) e Project Reviews Il modello di Q&QRA di HGI per impianti chimici :
la visita di Risk Engineering in sito
Valutazione dei rischi negli impianti chimici Ad es. Tipici ''eye-catching' points sono :
' single sealed pumps (failure pool fires, vapour clouds, etc.) ' flexible hoses fortemente piegati ' corrosioni ' usure ' stato sfiati, molle dischi rottura (testing) ' dispersioni, perdite : dripping flanges, leakages ' campionamenti a rischio ' bullonature mancanti ' stoccaggi infiammabili e comburenti, water reactants gas cylinders Valutazioni a tavolino Risk Assessment fondamentale per acquisire dati, teorico e preliminare Visita in sito fondamentale per la valutazione pratica una sorta di audit, specialmente se basato su un
prorgamma di Risk Eng.ing condiviso con l''Azienda Questions & Answers Il modello di Q&QRA di HGI per impianti chimici Valutazione dei rischi negli impianti chimici Bonding e Grounding spesso non operanti o mal utilizzati Il mancato uso di pinze equipotenziali è superabile con sistemi interbloccati Il modello di Q&QRA di HGI per impianti chimici Valutazione dei rischi negli impianti chimici Bonding corretto Flange con interposti sealings ma anche corrose, con bulloni mancanti, non garantiscono equipotenzialità open end pipe Il modello di Q&QRA di HGI per impianti chimici Valutazione dei rischi negli impianti chimici La domanda è : ''quando un depositarsi di polvere inizia ad essere pericoloso ''
Teoricamente l''argomento è ben conosciuto (NFPA 654, FM 7-76, formule di calcolo su
tipologia polveri Kst, spessore,bulk density, uniformità accumuli / condizioni contorno)
Nella pratica anche sottili spessori di polveri in accumulo possono generare esplosioni
Dust layers di 1/32' ('' 0.8 mm) possono generare rischi immediati
Inoltre l''accumulo è ulteriormente pericoloso per l''eventualità di esplosioni secondarie Suggerimenti
' Housekeeping e Pulizia ' Utilizzare superfici arrotondate (Smooth Surfaces) ' Formazione e BBS: safety / maintenance / production ' Definire aree dove la polvere può eccedere soglie
layer-thickness < 1 mm ' AMS (Air-Material Separators), AMD (Air-Moving
Devices), MTS (Material Transfer Systems),
enclosures, filters, cyclones, electr. precipitators, fans,
blowers, exhausters, etc.) Il modello di Q&QRA di HGI per impianti chimici Valutazione dei rischi negli impianti chimici Esplosione da polvere alla West Pharmaceuticals (2003): 5 morti e vari feriti
Primary Explosion ed alcune indefinite PE dust cloud produssero il danno in foto
Accumuli polveri in intradosso e controsoffitto (thickness 0,125 - 0.50 inch across
most of the suspended ceiling Valutazione dei rischi negli impianti chimici Phillips Plant in Pasadena, 1989, 23 morti, 314 feriti Impianto polietilene '' incidente '' rilascio di 40
ton di infiammabile generando una vaporizzazione
ed una massiva nuvola innescata 2 min in una VCE
La 1a explosione ha scagliato parti fino a 10 km
Equivalent EQ 3,5 Richter scale
Seguirono varie secondary explosions
Perdite econom. 2 Bio ' attualizzati assets e attività
PE fluff viene rimosso dal fondo attraverso
una take-off bottom valve
Una valvola intasata ed una operazione di
Manutenzione in LoTo non ha funzionato
Rilascio immediato 40 ton
Effetti domino sui
serbatoi di isobutano
explo successive fino
a 10-15 min dopo
https://www.youtube.com/watch'v=3l2PQEjMnnM Valutazione dei rischi negli impianti chimici Introduction Formosa PVC fire (explosion pool fire) / CBS report Chem Safty Investigation Board
' Esteso incendio a causa di un rilascio dalla valvola di fondo reattore pressurizzato
' La valvola (draining bottom valve) aperta da un operatore per errore ('), SOP ('), depressurizing pressure safety interlock (') ' L''emergenza ha fallito la gestione del dopo inesco Questions & Answers HG-I, HDI Gerling Industrie Versicherung AG Rappresentanza Generale per l''Italia Ing. Fabrizio Di Tirro Tel: +39 02 83113 481 Mob: + 39 335 77 63 227 E-mail: fabrizio.ditirro@hdi-gerling.it


In evidenza

SD Project
SPAC : Il Software per la progettazione Elettrica
SAP Italia
Trova il percorso di trasformazione digitale per la tua impresa: scarica gratis la survey SAP e IDC
Edison
Scopri le novità normative sull'ETS. Partecipa ai nostri seminari.

Articoli correlati

© Eiom - All rights Reserved     P.IVA 00850640186