Verticale
Verticale

Evoluzione delle norme tecniche sui dati climatici

- Panorama normativo
- Il dato climatico
- Il problema estivo

Quadro normativo relativo al dato climatico

La serie di norme per il trattamento del dato climatico sono le note 10349

- UNI 10349-1:2016 Riscaldamento e raffrescamento degli edifici - Dati climatici - Parte 1: Medie mensili per la valutazione della prestazione termo-energetica dell'edificio e metodi per ripartire l'irradianza solare nella frazione diretta e diffusa e per calcolare l'irradianza solare su di una superficie inclinata

- UNI/TR 10349-2:2016 Riscaldamento e raffrescamento degli edifici - Dati climatici - Parte 2: Dati di progetto

- UNI 10349-3:2016 Riscaldamento e raffrescamento degli edifici - Dati climatici - Parte 3: Differenze di temperatura cumulate (gradi giorno) ed altri indici sintetici

A livello internazionale sono disponibili

- EN ISO 15927 Hygrothermal performance of buildings - Calculation and presentation of climatic data, Part 1-6
- EN ISO 52010 Energy performance of buildings - External climatic conditions - Part 1-2

Problemi con i dati climatici

- I dati metereologici non sono immediatamente utilizzabili: valori mancanti; errori di scrittura; valori corrotti; valori fuori dal campo plausibile (ad esempio umidità maggiore del 100%)

- I problemi possono derivare da: situazioni metereologiche particolari; errori di scrittura su supporti di registrazione; errori nel post processing dei dati; mancanza di alimentazione con perdita di dati per periodi più o meno lunghi; difficoltà a reperire stazioni che acquisiscono tutti i dati prescritti dalla normativa

Dato climatico sul territorio italiano

- Il primo aspetto che il CTI affronta è relativo alla qualità del dato climatico
- Primo passo: in collaborazione con le agenzie regionali sono stati acquisiti i dati climatici di stazioni sul territorio italiano
- Dati raccolti per 108 stazioni in Italia
- Parametri raccolti: temperatura dell'aria; radiazione solare; umidità relativa; velocità e direzione del vento
- Dati raccolti con intervallo orario
- Il numero di anni disponibili varia a seconda delle stazioni
- Necessaria una verifica del dato

La presentazione prosegue con:

- Esempio di trattamento del dato grezzo
- Giorni validi e rigettati; Numero di ore interpolate; Percentuale di giorni scartati
- Lavoro del CTI per migliorare l'archivio dei dati climatici
- Approccio alla UNI 10349 e Giorno di progetto
- CTI e il metodo EN ISO 15927-2

Cambiamento climatico

- Utilizziamo dati del passato per progettare edifici e impianti che devono lavorare nel futuro
- Il cambiamento climatico altera le condizioni al contorno
- Sono disponibili modelli matematici di previsione del clima futuro
- Derivano da: una modellazione su scala globale: GCM Global Circulation Models; modellazione su scala regionale: RCM Regional Climatic Models

In allegato, è possibile scaricare il pdf completo dell'atto, che include anche le conclusioni.

Articoli tecnico scientifici o articoli contenenti case history
Fonte: Atti webinar CTI-EIOM
Aggiungi ai preferiti Aggiungi ai preferiti


Settori: 


Parole chiave: , , ,
© Eiom - All rights Reserved     P.IVA 00850640186