Verticale
Verticale

SRI Smart readiness indicator e building automation

SRI e building automation al servizio del terziario

Sommario

La pandemia ha indotto tutti a ripensare i luoghi dove:
- Viviamo (edifici residenziali, case );
- Lavoriamo/ci curiamo/studiamo (uffici, scuole, ospedali);
- Mangiamo (ristoranti, mense, ecc.);
- Passiamo il tempo libero (teatri, cinema);
- Abitiamo saltuariamente (seconde case, alberghi).

Edificio 4.0: Green & Digital

La building automation nelle direttive EU, la EPBD 3 844/2018

Raccomandazioni 786/2019 2.3.1.6:
"L'intelligenza nell'edilizia rappresenta una parte essenziale di un sistema energetico decarbonizzato, ad alta intensità di rinnovabili e più dinamico, che è orientato al raggiungimento degli obiettivi unionali di efficienza energetica ed energia rinnovabile per il 2030 e di un parco immobili decarbonizzato nell'UE entro il 2050.

Raccomandazioni 1019/2019 considerando 6:
"La direttiva Prestazione energetica nell'edilizia ha due obiettivi complementari:
- Accelerare la ristrutturazione degli edifici esistenti entro il 2050;
- Promuovere l'ammodernamento di tutti gli edifici mediante tecnologie intelligenti".

Raccomandazioni 1019/2019 considerando 16:
"È importante sensibilizzare i proprietari e gli occupanti sul valore dell'automazione degli edifici e del monitoraggio elettronico dei sistemi tecnici per l'edilizia; e rassicurare gli occupanti circa i risparmi reali offerti da tali funzionalità migliorate"

Informazioni agli occupanti
Attenzione all'effetto rimbalzo ed allo split incentive.
Utente finale vs cliente finale (EED 2002/2018)

Articoli 14 (riscaldamento) e 15 (raffrescamento) paragrafo 4 sui BACS:
"Gli Stati membri stabiliscono i requisiti affinché, laddove tecnicamente ed economicamente fattibile, gli edifici non residenziali con una potenza nominale utile superiore a 290 kW per gli impianti di riscaldamento o gli impianti di riscaldamento e ventilazione combinati di ambienti siano dotati di sistemi di automazione e controllo entro il 2025."

Articoli 14 e 15 paragrafo 4 sui BACS:
"I sistemi di automazione e controllo degli edifici sono in grado di:
monitorare, registrare, analizzare e consentire continuamente di adeguare l'uso dell'energia;
- Confrontare l'efficienza energetica degli edifici, rilevare le perdite d'efficienza dei sistemi tecnici per l'edilizia e informare il responsabile dei servizi o della gestione tecnica dell'edificio delle opportunità di miglioramento in termini di efficienza energetica;
- Consentire la comunicazione con i sistemi tecnici per l'edilizia connessi e altre apparecchiature interne all'edificio, nonché essere interoperabili con i sistemi tecnici per l'edilizia con tecnologie proprietarie, dispositivi e fabbricanti diversi."

Ispezioni non obbligatorie per impianti maggiori di 70kW se dotati di BACS.

La legge di attuazione della 844, Dlgs 48/2020

Dlgs 48/2020 (mod. Dlgs 192/05): "Attuazione della direttiva (UE) 2018/844 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 30 maggio 2018, che modifica la direttiva 2010/31/UE sulla prestazione energetica nell'edilizia e la direttiva 2012/27/UE sull'efficienza energetica" Art 2 Definizioni:
"l-tricies ter) sistema di automazione e controllo dell'edificio (BACS)": sistema comprendente tutti i prodotti, i software e i servizi tecnici che contribuiscono al funzionamento sicuro, economico ed efficiente sotto il profilo dell'energia dei sistemi tecnici per l'edilizia tramite controlli automatici e facilitando la gestione manuale di tali sistemi;"

Dlgs 48/2020 (mod. Dlgs 192/05): Art 4 Criteri generali:
"3-sexies) ove tecnicamente ed economicamente fattibile, entro il 1° gennaio 2025 gli edifici non residenziali, dotati di impianti termici con potenza nominale superiore a 290 kW, sono dotati di sistemi di automazione e controllo di cui all'articolo 14, paragrafo 4, e all'articolo 15, paragrafo 4, della direttiva 2010/31/UE, e successive modificazioni;>>;"

La direttiva parla di tutti gli edifici, qui sembra solo i nuovi che lo sono di già per i decreto dei "requisiti minimi".

Procedura di infrazione?

Linee Guida diag. en. ed. Requisiti: Completezza

Per completezza si intende la capacità di descrivere il sistema energetico includendo tutti gli aspetti significativi di uno, di parte o di tutti i seguenti elementi:
- Involucro dell'edificio;
- Impianto di riscaldamento;
- Impianto di ventilazione e trattamento aria;
- Impianto di raffrescamento estivo;
- Impianto elettrico;
- Impianti a fonti rinnovabili;
- Sistemi di automazione e controllo (BACS);
- Componenti di movimentazione all'interno degli edifici, quali ascensori, scale mobili, nastri
trasportatori;
- Comfort termico, qualità dell'aria, acustica e illuminazione.

SRI Smart readiness indicator. L'indicatore di predisposizione degli edifici all'intelligenza

SRI direttiva EU, la EPBD 3 844/2018

Considerando 16:

"L'indicatore di predisposizione degli edifici all'intelligenza dovrebbe misurare la capacità degli edifici di usare le tecnologie dell'informazione e della comunicazione e i sistemi elettronici per adeguarne il funzionamento alle esigenze degli occupanti e alla rete e migliorare l'efficienza energetica e la prestazione complessiva degli edifici. L'indicatore della predisposizione degli edifici all'intelligenza dovrebbe sensibilizzare i proprietari e gli occupanti sul valore dell'automazione degli edifici e del monitoraggio elettronico dei sistemi tecnici per l'edilizia e dovrebbe rassicurare gli occupanti circa i risparmi reali di tali nuove funzionalità migliorate. L'utilizzo del sistema per valutare la predisposizione degli edifici all'intelligenza dovrebbe essere facoltativo per gli Stati membri."

SRI metodo multicriterio
- SRI parte dalle funzioni (smart ready services, SRS) della EN 15232 e le estende;
- Le SRS sono definite in maniera "neutrale";
- Le SRS sono abilitate dalla tecnologia SRT (smart ready technologies), anch'esse "neutrali";
- SRT raggruppate 9 domini (la 15232 ne ha 7);
- Ogni servizio ha un livello di implementazione di smartness;
- Il livello influenza i criteri (0%-100%).

Conclusioni

- Anche l'efficienza energetica è salute!
- Building automation non è un lusso, ma parte del valore dell'edificio (non è una ciliegina, ma una fetta importante della torta);
- L'automazione sarebbe molto più efficace se ci fosse più educazione e cultura energetica, di fatto però è fondamentale per evitare gli sprechi (no effetto rimbalzo);
- L'automazione risolve il problema dello split incentive, chi non paga non è spinto a risparmiare (cliente finale - utente finale, EED);
- Le FER non sono mai gratuite, ma basso impatto economico ed ambientale (accumulo termico edificio, free/night cooling, ecc.);
- No predisposizione, ma prontezza;
- SRI oramai è ufficiale, quando sarà nell' APE?

Articoli tecnico scientifici o articoli contenenti case history
Fonte: mcTER Web Edition Smart Efficiency novembre novembre 2020 Smart Efficiency - L'Efficienza Energetica intelligente: metodologie, soluzioni e tecnologie
Aggiungi ai preferiti Aggiungi ai preferiti


Settori: , , , , , ,


Parole chiave: , , , , , , , ,
© Eiom - All rights Reserved     P.IVA 00850640186