Verticale
Verticale

Robotica collaborativa (cobot) nelle aziende del food and beverage

Robotica collaborativa: una soluzione di automazione per le aziende del food and beverage

Sommario

Packaging, pallettizzazione, tracciatura, controllo qualità sono alcune delle richieste nell'industria del food and beverage.
La robotica collaborativa (cobot) offre un supporto applicativo flessibile ed efficiente ai processi delle aziende alimentari. Nel workshop verrà mostrato come le aziende del food and beverage stanno sfruttando le opportunità di automazione della robotica collaborativa (cobot).

Vantaggi utilizzo della robotica collaborativa nelle aziende del food and beverage

Cosa è la robotica collaborativa (cobot)?
Un cobot è un robot collaborativo, concepito per interagire fisicamente con l'uomo in uno spazio di lavoro.
Nell industria 4.0, la robotica collaborativa è diventata essenziale per l'automazione dei processi produttivi. I robot collaborativi, accompagnano l'uomo nelle attività più complesse incrementando le prestazioni e aggiungendo valore delle aziende manifatturiere.

La robotica collaborativa (cobot) e la robotica industriale offrono alle aziende l'accesso a tutti i vantaggi dell'automazione robotica avanzata, senza i costi aggiuntivi associati ai robot tradizionali. I robot collaborativi facilitano l'automazione anche per le piccole e medie imprese e sono efficienti dal punto di vista dei costi, sicuri e flessibili.

Nell'industria food and beverage, un cobot porta una/un:
- Riduzione del footprint superiore al 50% rispetto alle soluzioni tradizionali con i robot;
- Ritorno sull'investimento inferiore a 1 anno;
- Modulare e non recintato, facile da spostare e riposizionare;
- Installazione a parete, a soffitto, a pavimento o con qualsiasi altra inclinazione;
- Configurazione rapida di nuovi pattern o impostazioni del programma.
- Certificazione ISO 14644-1, per l'uso in Camera Bianca, Cat. ISO 5 (braccio) e Cat. ISO 6 (controller);
- Soluzione ergonomica, riduce gli infortuni dei lavoratori e aumenta la produttività;
- Crescita del personale: dall'impiego in attività ripetitive, logoranti e a basso valore aggiunto, a veri e propri operatori e programmatori di robot -> Trasferimento di know-how e competenza.

Case study riguardanti l'applicazione della robotica collaborativa (cobot) nelle aziende del food and beverage

Case study
Etichettatura

Sfide
- Etichettatura in qualsiasi posizione del pallet;
- Integrazione con sistema di visione per la validazione e la tracciabilità;
- Utilizzo della funzione di forza che permette di rilevare e definire la forza di contatto con l'oggetto da etichettare.

Atria- food
Atria Scandinavia etichetta, confeziona e pallettizza gamberi, olive, cuori di carciofo, pomodori secchi, aglio e altre specialità.

Soluzioni
- Robot facilmente riprogrammabili per il confezionamento di prodotti diversi, passando da 6 ore nel cambio di formato a 20 minuti;
- Tempi minimi di inattività; i dipendenti sono in grado di risolvere i problemi senza aiuto esterno.

Risultati
- Riduzione spreco di imballaggi;
- Flessibilità nel processo, oltre 200 prodotti;
- Ritorno sull'investimento 1 anno.

Case study
COVAP - Valle De Los Pedroches (Córdova)

Sfide
- Migliorare le prestazioni di produzione da 5 a 8 cicli al minuto;
- Integrazione delle attrezzature all'interno di camera bianca ISO 5;
- Certificazione ce di marcatura e sicurezza, con sistema di protezione a 120Nm e 1000m/s.

Case study
Manipolazione diretta

Soluzioni
- Integrazione con diversi tools di presa e sistemi di visione;
- 720° di movimento degli assi, il braccio robotico si muove in una sfera.

Risultati
- Soluzione flessibile che consente una messa in servizio molto rapida e facilmente adattabile ai cambiamenti di processo;
- 4 secondi per ciclo pick&place, alimentando due macchine con lo stesso robot.

Case study
Nortura - alimentare

Alla ricerca di un'alternativa alle soluzioni tradizionali per la pallettizzazione.

Sfide
- Il budget limitato ha reso molti robot inadatti per questa soluzione;
- Le stazioni di pallettizzazione robotizzate tradizionali richiedono barriere fisiche che richiedono ampi spazi;
- La soluzione proposta doveva essere abbastanza flessibile da poter far posto ad altri processi quando non utilizzata.

Conclusioni

La nostra famiglia di robot collaborativi (cobot) offre quattro differenti payload - 3, 5, 12,5 e 16 kg - rendendo possibile automatizzare un'ampia varietà di applicazioni. Con 6 gradi di libertà, un'incredibile flessibilità e un'elevata semplicità di integrazione in ogni ambiente produttivo, i nostri cobot sono costruiti per darti sempre di più.

Articoli tecnico scientifici o articoli contenenti case history
Fonte: SAVE Alimentare/Efficienza Web Edition aprile 2021 workshop
Aggiungi ai preferiti Aggiungi ai preferiti


Settori: , , , , ,


Parole chiave: , , , , , , ,
© Eiom - All rights Reserved     P.IVA 00850640186