verticale

Nuovo impulso al solare termico

Dopo un trend positivo durato fino al 2008 e un biennio di sostanziale stabilità, a partire dal 2011 il mercato del solare termico in Italia ha registrato una significativa flessione, perdendo di fatto circa il 20% ogni anno. La previsione provvisoria dei dati del 2012 segnalano un mercato annuale in Italia di circa 310 - 320.000 m2 rispetto ai 390.000 m2 dell’anno precedente e ai 490.000 m2 del 2010.

Scarica il PDF Scarica il PDF
Aggiungi ai preferiti Aggiungi ai preferiti


Articoli tecnico scientifici o articoli contenenti case history
Guida Solare Termico 2013

Pubblicato
da Valeria Tranchina
Guida Solare Termico 2013Segui aziendaSegui




Settori: 

Parole chiave: 


Estratto del testo
Nuovo impulso al solare termico Dopo un trend positivo durato fino al 2008 e un biennio di
sostanziale stabilità, a partire dal 2011 il mercato del solare
termico in Italia ha registrato una significativa flessione, per-
dendo di fatto circa il 20% ogni anno. La previsione provvisoria
dei dati del 2012 segnalano un mercato annuale in Italia di
circa 310 - 320.000 m2 rispetto ai 390.000 m2 dell''anno
precedente e ai 490.000 m2 del 2010. Solo dal 2006 al 2008
i volumi di mercato sono più che raddoppiati e questo è da
imputare in particolare all''introduzione delle detrazioni fiscali
del 55% che però sono state progressivamente depotenziate a
cui si è aggiunta a partire dal 2009 - 2010 una crisi economica
sempre più persistente.
Ma il 2013 si è aperto anche con una novità degna di nota.
Ha visto finalmente la luce il Decreto sull''incentivazione della
produzione di energia termica da fonti rinnovabili e interventi
di efficienza energetica di piccole dimensioni, il cosiddetto
Conto termico.
Il nuovo incentivo, che per il momento va ad affiancarsi alle
detrazioni fiscali del 55% per le misure di efficienza energetica
e alle detrazioni del 50% per le ristrutturazioni edilizie, vuole
essere uno strumento di supporto alle rinnovabili termiche
sostanzialmente semplice. Con riferimento al solare termico,
per un impianto al di sotto dei 50 m2, all''utente finale spetta-
no 170 euro a m2 in due quote annuali. Il periodo di diritto
all''incentivo è decisamente più breve di quello delle detrazioni
fiscali: 2 anni per gli impianti più piccoli e 5 anni per gli
impianti al di sopra dei 50 m2. E si tratta di soldi che arrivano
direttamente sul conto corrente del cittadino.
Il decreto presenta anche alcuni elementi di criticità che si
spera potranno essere modificati in futuro. La carenza prin- cipale riguarda il fatto di non riconoscere la performance di
un impianto come un fattore premiante. Auspichiamo che
nella prossima revisione, prevista fra 2 anni, sia un aspetto
che venga preso in considerazione. Un altro aspetto, invece,
riguarda l''impossibilità di cumulare il conto termico con i
Certificati Bianchi. ' un errore, dal momento che in questi anni
i Certificati Bianchi hanno dato un contributo importante alla
promozione del solare termico, tramite le Esco, gli installatori
e le aziende del settore, realizzando efficienza energetica e
riduzione delle emissioni di CO 2 in atmosfera. Stiamo attraversando un momento difficile ma ci sono segnali
di ripresa che pensiamo vadano supportati con tutte le risorse
che abbiamo a disposizione. L''obiettivo principale di Assol-
term è quello di portare lo sviluppo della tecnologia solare
termica al livello che merita, attraverso una serie di attività.
Assolterm si pone in particolare l''obiettivo di sviluppare un
mercato caratterizzato da qualità, innovazione e professio-
nalità. ' un percorso che va fatto insieme a operatori, enti, e
istituzioni. ' importante che aziende, installatori e progettisti
sostengano il nostro lavoro. Per questo motivo abbiamo deciso
di lanciare una campagna per ampliare la rete dei nostri soci
sostenitori, quei soci, cioè, che pagano una piccola quota per
sostenere le attività dell''Associazione a fronte di alcuni servizi
a loro dedicati. Ci rivolgiamo in particolare a quei professio-
nisti - installatori e progettisti - che sono figure cruciali di tutta
la filiera del solare termico e che quindi pensiamo debbano
essere massimamente supportati in una fase critica ma densa
di opportunità da cogliere, e da cogliere subito, come quella
che ci troviamo ad affrontare.
Per maggiori informazioni socisostenitori@assolterm.it Valeria Verga, Segretario Generale Assolterm 3 SOLARE TERMICO guida 2013 Editoriale di V. Verga


© Eiom - All rights Reserved     P.IVA 00850640186