Verticale
Verticale

Micro-cogenerazione a celle a combustibile, tecnologia "trainante" per il superbonus 110%

Le caratteristiche del micro-cogeneratore BLUEGEN BG-15 prodotto da SOLIDPower. Oltre 1900 installazioni già realizzate.
L'ecobonus al 110% introdotto dal Governo nel "decreto Rilancio" rappresenta una grande opportunità per tutti coloro che intendono migliorare il livello di efficienza energetica di un immobile o di una PMI.

Diversi interventi però sono incentivabili solo se realizzati unitamente a una delle tecnologie ad alta efficienza energetica così dette "trainanti", tra le quali spicca la micro-cogenerazione a celle a combustibile.

Questa tecnologia, alla quale la normativa nazionale sta riconoscendo un ruolo importante, non è solo conveniente, ma anche innovativa e ben diffusa.

"Si tratta di una tecnologia per la produzione di energia elettrica e termica ad altissima efficienza. Nella macchina, l'idrogeno, estratto dal gas naturale tramite un processo di reforming, e l'ossigeno, ricavato dall'aria, entrano in contatto all'interno dello stack dando vita ad una reazione elettrochimica che produce energia elettrica e termica", spiega a QualEnergia.it, Alex Fabbro, Head of Sales di SOLIDpower Italia.
Il fatto che l'energia prodotta non sia frutto di un processo di combustione porta a due immediati aspetti positivi:
- non vengono emessi in atmosfera NOx, SOx o particolato e le emissioni di CO2 sono abbattute del 50% (si tratta di gas, direttamente o indirettamente, responsabili del cambiamento climatico).
- non essendoci vibrazioni causate da motori a combustione interna, il sistema è assolutamente silenzioso e idoneo a qualsiasi contesto.
"Il decreto 'Requisiti Tecnici' - prosegue Fabbro - ha introdotto un massimale di costo specifico per i micro-cogeneratori a celle a combustibile, nonché il concetto di 'sostituzione funzionale': con l'installazione di un micro-cogeneratore BLUEGEN BG-15 è possibile quindi accedere agli ecobonus (110% per strutture residenziali o 65% per strutture residenziali ed attività commerciali/aziende, ndr) senza la necessità di dover sostituire il generatore termico esistente".
Il micro-cogeneratore può essere installato singolarmente o in cascata, ha dimensioni ridotte e richiede una fornitura di gas metano, una connessione alla rete elettrica nazionale, un approvvigionamento continuo di acqua, un collegamento internet e la possibilità di scaricare i fumi.
Contrariamente ad altre tecnologie green molto utilizzate ma dipendenti da fattori ambientali, BLUEGEN BG-15 produce energia costantemente h24, anche in inverno, di notte e in caso di maltempo.
Grazie al superbonus 110% il tempo di rientro può ridursi a soli 3 anni.

Aggiungi ai preferiti Aggiungi ai preferiti


Redazionali o presentazioni di prodotto/di azienda




Settori: , , ,


Parole chiave: , , , , ,


© Eiom - All rights Reserved     P.IVA 00850640186