verticale

La quantificazione degli obiettivi di disponibilità ed efficienza e la verifica dei risultati

L’Ingegneria di manutenzione definisce analiticamente gli obiettivi di disponibilità ed efficienza, da cui scaturiscono tutti gli altri obiettivi di dettaglio. Per raggiungere lo scopo, strumenti e tecnologie devono essere selezionati ed integrati al Processo.
L’integrazione tra le varie Funzioni che contribuiscono al Processo è talvolta difficile ma imprescindibile: nessuno può operare unilateralmente e sperare di valorizzare strumenti nati per supportare la sinergia.
Un ottimo modo per potenziare detta sinergia è definire congiuntamente le modalità di verifica dei risultati attesi tramite il monitoraggio dei KPI. Ciò richiede persone formate e qualificate. Gli strumenti da soli non possono bastare.

Scarica il PDF Scarica il PDF
Aggiungi ai preferiti Aggiungi ai preferiti


Atti di convegni o presentazioni contenenti case history
MCM Milano aprile 2016 Ingegneria di manutenzione e diagnostica.L’integrazione di strumenti, tecnologie e risorse per ottimizzare il "progetto Manutenzione”

Pubblicato
da Alessia De Giosa
MCM Milano 2016Segui aziendaSegui




Settori: 

Parole chiave: 


Estratto del testo
Milano Milano, 14 aprile 2016 Ingegneria di manutenzione e diagnostica: l''integrazione sistematica di strumenti tecnologie e risorse per ottimizzare il progetto ''Manutenzione'. La quantificazione degli obiettivi di disponibilità
ed efficienza e la verifica dei risultati
MCM DAY '' 14 APRILE 2016 MILANO SAN DONATO
RELATORE ING. FRANCESCO COMINOLI
MAINTENANCE ENGINEERING SENIOR CONSULTANT Cosa si intende per «quantificazione» Premessa:
non si può parlare di Ingegneria se non si interiorizza il mai abbastanza riproposto principio di Lord Kelvin: conoscere significa misurare.
Per descrivere quantitativamente il suo contesto, il manutentore si avvale di contributi strumentali.
u CONTRIBUTO DEL MONITORAGGIO: Il manutentore ha a disposizione una gamma di strumenti sempre più ampia, precisa e facile da usare u CONTRIBUTO DELL''AUTOMAZIONE: Moltissime misurazioni vengono effettuate in automatico e il manutentore dispone di una mole di dati impensabile fino a poco tempo fa u CONTRIBUTO DELLA GESTIONE INFORMATIZZATA(CMMS) : Il manutentore ha a disposizione tutte le potenzialità di elaborazione per trasformare le e informazioni in conoscenze e le conoscenze in obiettivi e decisioni, il tutto su basi analitiche. Cosa si intende per «integrazione» Premessa:
Gli strumenti e le tecnologie sono solo «condizioni necessarie». Per ottenere dei risultati occorrono risorse capaci di utilizzare al meglio strumenti e tecnologie.
L''Ingegneria di Manutenzione deve dunque fungere da catalizzatore ed integrare una matrice complessa di risorse differenti, tecniche e professionali.
u INTEGRAZIONE DELLE RISORSE TECNICHE: la struttura del CMMS e la pianificazione delle attività di monitoraggio devono essere armonizzate in sinergia con Produzione e Progettazione. u INTEGRAZIONE DELLE RISORSE GESTIONALI: modalità di immissione ed elaborazione dati vanno definite congiuntamente e migliorate sistematicamente tra Manutenzione e Produzione. u INTEGRAZIONE DECISIONALE: costituisce il raccordo con la quantificazione e si realizza in concreto con l''elaborazione condivisa dei KPI (Key Performance Indicators) e con la definizione delle modalità di interpretazione e reporting. Conclusioni Stante che la Manutenzione è una fase del Processo Produttivo ed è il risultato di un Progetto di Ingegneria (principi di base del a mai obsoleta TPM), u l''Ingegneria di Manutenzione definisce analiticamente gli obiettivi di disponibilità ed efficienza, da cui scaturiscono tutti gli altri obiettivi di dettaglio. u Per raggiungere lo scopo, strumenti e tecnologie devono essere selezionati ed integrati al Processo. u L''integrazione tra le varie Funzioni che contribuiscono al Processo è talvolta difficile ma imprescindibile: nessuno può operare unilateralmente e sperare di valorizzare strumenti nati per supportare la sinergia. u Un ottimo modo per potenziare detta sinergia è definire congiuntamente le modalità di verifica dei risultati attesi tramite il monitoraggio dei KPI. Ciò richiede persone formate e qualificate. Gli strumenti da soli non possono bastare.


© Eiom - All rights Reserved     P.IVA 00850640186