verticale

La gestione dei dati di consumo energetico mediante gli smart meters

La Gestione dei dati e l'ecosistema dello smart metering. Smart-meter: quadro normativo sintetico di riferimento. Direttiva 2018/2002/UE (Alcune novità introdotte alla direttiva 2012/27/UE). Roll-out degli smart-meter: il quadro europeo e nazionale. La gestione <> del dato di misura dovrebbe consentire per gli utenti finali

Scarica il PDF Scarica il PDF
Aggiungi ai preferiti Aggiungi ai preferiti


Atti di convegni o presentazioni contenenti case history
mcTER Smart Efficiency - Milano giugno 2019 L'Efficienza Energetica di domani è Smart

Pubblicato
da Atti di convegno Atti di convegno
mcTER Smart Efficiency - Milano 2019Segui aziendaSegui




Settori: 


Estratto del testo
Gli atti dei convegni e più di 10.000 contenuti su www.verticale.net Smart Efficiency mcTER Smart Efficiency SAN DONATO MILANESE '' 27 GIUGNO 2019 Crowne Plaza La gestione dei dati di consumo energetico mediante gli smart-meters Prof. Marco Dell''Isola
Università degli Studi di Cassino e del Lazio Merdionale
dellisola@unicas.it La Gestione dei dati e l''ecosistema dello smart metering ' UTILIZZATORI DATI: sono gli utenti finali
(civili e industriali), i distributori (elettricità,
acqua, calore, gas), i venditori ' COSTRUTTORI: realizzano singoli elementi
dello smart meter (chip, modem, meter, SIM
ecc.) ' OPERATORI DELL RETE: forniscono
l''accesso agli smart meter e possono essere
sia le stesse utility, sia le compagnie di
telecomunicazioni, sia altri soggetti su
frequenze non licenziate (e.g. SigFox, LoRa,
ecc). ' FORNITORI DI SERVIZI: forniscono il
servizio informativi direttamente all''utente finale (chain 2) o indirettamente, tramite il
gestore della utility (chain 1). ' OPERATORE PIATTAFORMA: controllore
della piattaforma (può essere qualunque
stakeholder) 2 Prof. Marco Dell''Isola '' Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale, dellisola@unicas.it OPERATORE PIATTAFORMA UTILIZZATORI DATI COSTRUTTORI OPERATORI RETE FORNITORI SERVIZI Fonte: AGCOM QUADRO NORMATIVO
SMART METER
3 Smart-meter: quadro normativo sintetico di riferimento 4 Prof. Marco Dell''Isola '' Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale, dellisola@unicas.it La Direttiva efficienza energetica 2006/32/CE, individuava tra gli strumenti per
migliorare l''efficienza energetica l''impiego diffuso di sistemi di misurazione
intelligenti. Le Direttive Europee 2009/73/CE per il gas e 2009/72/CE per l''energia elettrica introducono l''obbligo per gli Stati Membri di adottare di sistemi di misura intelligenti,
con richiesta di attivare lo smart metering sull''80% delle utenze domestiche di energia elettrica e gas naturale entro il 2020 (100% nel 2022). La Direttiva Europea 2012/27/UE e Decreto Legislativo n.102 del 4 luglio 2014 e
s.m.i. fornisce rigide prescrizioni per la misura dei flussi energetici e per la
fatturazione informativa successivamente modificata e integrata con la direttiva
europea 2018/2002/UE del «Clean energy Packag» La Direttiva Europea 2018/844/UE modifica la direttiva 2010/31/UE la EED,
incoraggiando l''uso delle tecnologie informatiche per edifici efficienti ed
introducendo lo «Smart Readiness Indicator» per gli edifici. Direttiva 2018/2002/UE (Alcune novità introdotte alla direttiva 2012/27/UE) ' Art. 1 - Oggetto e ambito di applicazione: Nuovo obiettivo efficienza
energetica della UE di almeno il 32,5% per il 2030. ' Art. 3 '' Obiettivi di efficienza energetica: Si lascia la libertà per determinare il rispettivo contributo di ciascuno Stato da notificare attraverso
il proprio piano clima ed energia. L''Italia ha già inviato alla Commissione
europea la proposta PNIEC 2021-2030 con un obiettivo al 43%. ' Art. 9 '' Misurazione del gas e dell''energia elettrica: Obbligo di lettura da remoto (ai fini degli articoli 9 bis e 9 ter) dei contatori e ripartitori
installati dopo il 25/10/2020 e sostituiti quelli esistenti entro il 01/01/2027 ' Art.10 '' Informazioni di fatturazione per il gas e l''energia elettrica: Si ribadisce il principio che ''le informazioni di fatturazione e consumo siano
affidabili, precise e basate sul consumo effettivo o sulla lettura del
contabilizzatore di calore', e le indicazioni agli Stati membri affinchè tali informazioni siano chiare, comprensibili, facilmente accessibili. 5 Prof. Marco Dell''Isola '' Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale, dellisola@unicas.it Deliberazione AEEGSI 87/2016/R/eel (roll-out di oltre 32 milioni di contatori) ' ARERA ha definito le specifiche funzionali abilitanti degli SM in bassa
tensione e i livelli attesi di performance degli SM seconda generazione
(2G), le cui caratteristiche fondamentali sono: '' maggiore risoluzione delle misure (registrazione delle curve di carico quartorarie per tutti i clienti e disponibilità giornaliera dei dati); '' estensione dei dati relativi alla qualità della rete (registrazione misura della tensione e delle interruzioni); '' aggiunta di un canale di back up in radiofrequenza 169 MHz al canale Power Line dedicato alla comunicazione coi sistemi centrali (PLC banda
A); '' canale in PLC banda C dedicato alla messa a disposizione dei dati rilevati dal contatore a dispositivi domotici ''in locale' (esclusivamente su richiesta del cliente finale); '' possibilità per i venditori di configurare fino a 6 fasce di prezzo multiorarie. 6 Roll-out degli smart-meter: il quadro europeo e nazionale 7 Prof. Marco Dell''Isola '' Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale, dellisola@unicas.it Fonte: JRC, «Smart Metering deployment in the European Union», https://ses.jrc.ec.europa.eu/smart-metering- deployment-european-union Wide scale roll-out (>80%)
No wide scale (<80%) rollout by 2020
No data available
Selective roll-out by 2020
New EU MS
Smart gas and electricity meters rollout L''Italia è considerata un «dynamic mover»:
' chiaro percorso verso la piena implementazione ' piano di roll-out definito ' importanti progetti pilota avviati NB: su delibera dall''ARERA, entro il 2018 le utility hanno avuto l''obbligo di mettere in servizio almeno 11 milioni di contatori gas tele gestiti e 7
milioni di contatori elettrici di seconda generazione (altri 25 milioni
previsti entro il 2031). LA GESTIONE DEI DATI DI
CONSUMO ENERGETICO PER GLI
UTENTI FINALI
8 Prof. Marco Dell''Isola '' Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale, dellisola@unicas.it La gestione «smart» del dato di misura dovrebbe consentire per gli utenti finali: 9 Prof. Marco Dell''Isola '' Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale, dellisola@unicas.it Funzionalità Descrizione Misura, registrazione
e trasmissione dati
Il dato di misura viene memorizzato e trasmesso con una cadenza temporale prefissata Correzione locale del
dato di misura
La misura può essere corretta da grandezze di influenza mediante ulteriori sensori integrati nello strumento. Gestione dati di
qualità fornitura
Lo smart meter può misurare e registrare anche parametri di qualità della fornitura, ad esempio: i) per il gas: pressione della rete, PCS, r; ii) per l''energia elettrica: tensione, frequenza, inquinamento armonico; iii) per l''energia termica: temperatura di mandata, pressione, '; iv) per l''acqua: pressione, durezza, ..; Diagnosi del
misuratore
Lo strumento, grazie a un intelligenza distribuita, è in grado di verificare alcune tipologie di guasto quali probemi alla batteria e deriva di zero, e chiedere automaticamente l''intervento di un operatore. Pricing dinamico La presenza di un clock all''interno del misuratore consente l''applicazione di tariffe multi orarie altrimenti inapplicabili. Billing effettivo La trasmissione del dato in tempo reale consente la fatturazione ex-post sulla base degli effettivi consumi o, in alternativa, l''applicazione di tariffe prepagate Diagnosi energetica
(asset /operational
rating) e benchmark
La consegna del dato di consumo in tempo reale consente la sensibilizzazione e la responsabilizzazione del consumatore, anche grazie al confronto con altri dati ad esempio di
tipo storico, normativo o comparativo, e, eventualmente, allarmi prefissati dall''utente. Miglioramento della
sicurezza
Lo strumento è in grado di interagire in modo bidirezionale, interrompendo la fornitura in caso di guasto con una valvola di blocco. Integrazione con altri
sensori e app. di
controllo e
regolazione
La digitalizzazione delle informazioni di misura e la standardizzazione dei protocolli trasmissivi potrebbe favorire l''integrazione degli smart meter sia con i sensori di comfort presenti nelle abitazioni che con i sistemi HVAC, consentendo la stima dell''efficienza dei sistemi energetici in tempo reale e l''ottimizzazione dei consumi e delle funzionalità degli HVAC. Propensione al risparmio energetico ' Nel settore domestico, il
comportamento energetico degli utenti è
guidato da numerosi fattori: '' Fisici (età, genere, metabolismo)
'' Sociali (classe sociale, reddito)
'' Culturali (scolarità, informazione tecn. incentivi economici, amb.) ' Un studio condotto da Shove nel 2003
ha mostrato che il consumo di energia
domestica è influenzato (oltre che dalle
prestazioni energetiche dell''edificio) da
alcuni aspetti dominanti quali: '' Comfort (termico, acustico, visivo, olfattivo) '' Senso della Pulizia
'' Convenienza economica. 10 Prof. Marco Dell''Isola '' Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale, dellisola@unicas.it Comfort Pulizia Convenienza Il valore della consapevolezza e l''efficacia dell''informazione ' In assenza di informazioni frequenti, abitazioni con
prestazioni energetiche identiche, possono
consumare anche il doppio l''una rispetto all''altra, a
seconda del comportamento (Sonderegger, 1978). ' Abrahamse, 2005 ha valutato l''efficacia degli interventi volti a incoraggiare la riduzione dei propri
consumi: '' antecedent strategies, suggerendo all''utente misure di risparmio energetico all''interno della
propria abitazione (tendono ad innalzare il
livello di consapevolezza, ma non sempre
portano a cambiamenti comportamentali). '' consequent strategies, l''informazione è fornita a valle e l''obiettivo è influenzare il
comportamento dell''utente sulla base delle
conseguenze della conduzione. 11 Prof. Marco Dell''Isola '' Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale, dellisola@unicas.it Incomprensione e disaggregazione nella gestione del dato di misura ' Le incongruenze nei comportamenti legati all'uso dell''energia nelle famiglie possono essere spiegate dai seguenti fatti (Wilson and Dowlatabadi, 2007): '' gli utenti finali hanno difficoltà nell'elaborazione delle informazioni di consumo numerosi utenti intervistati hanno dichiarato difficoltà nell'interpretazione delle
unità di potenza istantanea (kW) e di consumo energetico (kWh) e che il
feedback era poco utile (ad esempio perché mancava la corrispondente
valorizzazione economica).; '' gli utenti finali non possono prendere decisioni in maniera temporalmente coerente e tendono ad assumere decisioni semplici (spesso dettate
dall''abitudine); '' le decisioni degli utenti finali sono influenzate da come le informazioni sono presentate e si possono ottenere risultati diversi semplicemente presentando in
maniera differente il dato presentato. ' La ricerca ha inoltre evidenziato l''utilità di presentare dati disaggregati per singolo
dispositivo (sub-metering), almeno sui consumi più energivori (forno, lavastoviglie,
lavatrice, asciugatrice, ecc.). In assenza di feedback disaggregati, gli intervistati
hanno espresso difficoltà nel trarre conclusioni su quali apparecchi e comportamenti
sono associati i maggiori consumi di energia e come ridurre il consumo di energia. 12 Prof. Marco Dell''Isola '' Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale, dellisola@unicas.it Strategie di informazione e tipologie di Feedback La valutazione delle strategie di
informazione degli utenti nelle
''smart home' è influenzata da
numerosi aspetti quali (Aghajan,
2010): i.la qualità dell'interazione
percepita (e.g. velocità, concisione
e naturalezza dell'interazione); ii. l'efficienza dell''informazione (e.g. accuratezza e completezza per
raggiungere determinati obiettivi); iii. l''usabilità (i.e. facilità d'uso, intuitività, soddisfazione
dell'utente); iv. l''estetica (i.e. personalità del sistema, appeal e fascino); v. l''utilità (i.e. funzioni offerte); vi. l''accettabilità (i.e. economicità, numero di utenti potenziali). Caratteristica Soluzione Frequenza - Feedback continuo (quartorario, orario, giornaliero) - Feedback differito (settimanale, bimestrale, semestrale,
annuale) Contenuto - Energia consumata, kWh (assoluta), % (relativa) - Costi connessi, ' (assoluta), % (relativa) - Impatti ambientali, CO 2 (assoluta), % (relativa) Aggregazione
delle
informazioni
- Per localizzazione (e.g. stanza, zona giorno/notte, appartamento) - Per uso (e.g. riscaldamento, condizionamento, ventilazione, ') - Per impianto/apparecchio (e.g. frigorifero, lavatrice) - Per vettore energetico (e.g. energia elettrica, termica, gas) Modalità di
presentazione
- Dato analogico (e.g. cruscotto) - Dato numerico (e.g. display) - Semafori, colori ed ideogrammi - Andamento storico (e.g. trend, istogrammi) - Diagrammi (e.g. a torta, a barre, ad anello, ..) Confronti
(Benchmark)
- Consumi storici - Consumi altri utenti (e.g. media edificio) - Consumi attesi teorici (e.g. sulla base di dati climatici,
caratteristiche sistemi energetici, tipologia utenza) Informazioni
aggiuntive
- Diagnosi (e.g. guasti e malfunzionamenti) - Simulazione per Retrofit (e.g. indicazioni per uso razionale
e per l''efficientamento) 13 Prof. Marco Dell''Isola '' Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale, dellisola@unicas.it Smart-meter: feedback diretto al cliente finale 14 Prof. Marco Dell''Isola '' Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale, dellisola@unicas.it How much are you consuming in each room' How are you doing today' 2.9 4.0 6.7 9.2 3.3 5.3 12.5 day 0% 10% 20% 30% 40% 50% 60% 70% 80% 90% 100% Lobby Toilet Kitchen Bedroom Bathroom Master Bedroom Dining room 0 kWh 100 kWh 25 kWh 50 kWh 75 kWh [kWh] 0 ' 8 ' 1 ' 2 ' 3 ' 4 ' 6 ' 7 ' 5 ' 0 kgCO2 5 kgCO2 10 kgCO2 15 kgCO2 20 kgCO2 How much are you consuming in each room' How are you doing today' 0 kWh 120 kWh 30 kWh 60 kWh 90 kWh 0 ' 8 ' 1 ' 2 ' 3 ' 4 ' 6 ' 7 ' 5 ' 0 kgCO2 20 kgCO2 50 kgCO2 9 ' 10 ' 10 kgCO2 30 kgCO2 40 kgCO2 [kWh] 1.4 0.3 0.6 1.9 0.4 3.5 0% 10% 20% 30% 40% 50% 60% 70% 80% 90% 100% day Fridge Small fridge Oven Washing machine Dishwasher Living area lights Hairdryer Fan Coil and smal appliances Caratteristica Direct feedback Frequenza Giornaliera Contenuto Energia consumata (kWh, %)
Costo (') CO2 prodotta (kg) Aggregazione dati Per stanza / elettrodomestico
Per appartamento Presentazione Cruscotto energetico Benchmark Benchmark cromatico sulla potenza
installata Informazioni aggiuntive - Smart-meter: feedback indiretto (o differito) al cliente finale 15 Prof. Marco Dell''Isola '' Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale, dellisola@unicas.it Caratteristica Indirect feedback Frequenza Mensile Contenuto Energia consumata (kWh, %)
Costo (') CO2 emessa (kg)
Indici di consumo Aggregazione dei dati Per stanza / elettrodomestico
Per appartamento Per edificio Presentazione Grafici a barre
Diagrammi ad anello
Istogrammi Benchmark Consumo storico
Con altri utenti del ''edificio Consumo atteso (tailored rating)
Percentuale di consumo Informazioni aggiuntive Consigli per risparmio energetico LA GESTIONE DEI DATI DI
CONSUMO ENERGETICO PER I
DISTRIBUTORI E I VENDITORI
16 La gestione del dato nelle reti «smart» dovrebbe consentire: 17 Prof. Marco Dell''Isola '' Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale, dellisola@unicas.it Funzionalità Descrizione Gestione remota
dell''utenza
La gestione remota dell''utenza consente, oltre alla semplice lettura remota dei consumi, alcune ulteriori funzionalità quali ad esempio: - blocco erogazione e riarmo da remoto (telefonico); - limitazione dei picchi di prelievo; - prevenzione blackout (interruzione fornitura); - verifica dell''inquinamento armonico della rete (power quality); Miglioramento Customer
Relationship
La gestione delle relazioni con gli utenti può essere enormemente migliorata attraverso: - gestione degli allarmi; - intervento automatico dell''operatore in caso di guasto; - voltura utente facilitata; Diagnosi energetica di
gruppi di utenze
La diagnosi energetica delle utenze può essere estesa a gruppi di utenze, a tratti di rete o
all''intera rete a reti integrate (gas, energia termica, acqua, energia elettrica) effettuando
analisi storiche dei consumi, confronto con consumi attesi, statistiche e trend di consumo. Demand Side
Management
La tecnica del demand side management consente di spostare e ridurre il consumo di energia
(Dynamic pricing, time-of-use tariffs), di ottimizzare la produzione e lo stoccaggio di energia
sulla rete, di gestire la micro-generazione (prosumer). Bilancio delle reti La conoscenza in tempo reale di tutti gli ingressi e uscite della rete consente un accurato
bilancio e quindi la stima e laricerca delle perdite,la riduzione del cosiddetto non
contabilizzato, la prevenzione e il rilevamento di eventuali furti. Gestione ottimale della
rete
Sulla base della conoscenza accurata dello stato della rete è possibile gestire in modo
ottimale la rete effettuando: - la profilazione dei prelievi degli utenti e la classificazione utenze per consumo; - la previsione dei consumi; - l''analisi dell''efficienza nel trasporto; - la prevenzione dei guasti e la fault detection della rete; - il miglioramento della sicurezza. Nuovi Scenari nelle reti elettiche:
dalla prima alla seconda generazione
18 Chain 1 ' dati energetici vengono raccolti dall''impresa distributrice Chain 2 ' la tecnologia 2G rende disponibili i dati direttamente al cliente attraverso
''dispositivi utente' in grado di ricevere in tempo reale le informazioni dal misuratore Prof. Marco Dell''Isola '' Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale, dellisola@unicas.it Source: ARERA, «Smart metering di seconda generazione, Le novità della regolazione». Incontro con le associazioni dei consumatori 11 gennaio
2017, at: https://www.arera.it/allegati/docs/17/047-17all.pdf Utente finale Chain 1 Chain 2 Sistema Informativo Integrato Imprese di distribuzione Società di vendita Smart-meter: il dato al cliente finale (chain 2) 19 1. L''uso di In-Home Devices (IHDs), smartphone, o portal web-based alimentati dai
dati degli smart-meter può favorire l''adozione di comportamenti energeticamente efficienti, a patto che la campagna di informazione all''utente sia opportunamente strutturata. 2. Studi dimostrano che il feedback all''utente finale è realmente efficace se: ' L''informazione è data attraverso molteplici dispositivi ' L''informazione e la funzionalità dei device sono semplici ed intuitivi ' Il dato è presentato in più forme (kWh, % di utilizzo, spesa corrispondente in ', impatto ambientale (CO 2 prodotta) etc.) Prof. Marco Dell''Isola '' Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale, dellisola@unicas.it Nuovi Scenari Reti Gas 20 Composizione Gas Resilienza Reti Hub Energetici ' Misura in Energia (AOP, Biometano, H2) ' Fault Analysis
' Bilanciamento
' Ricerca Perdite ' Prosumers
' Scambio dati con la Vendita
' Fatturazione e Contabilità Clienti
' Obblighi informativi in carico alla Distribuzione 50 .00 0 clienti fin ali 20 2 soc ietà d i distr ib uzi on e Prof. Marco Dell''Isola '' Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale, dellisola@unicas.it Sistema Informativo Integrato 21 http://www.acquirenteunico.it/ Blockchain nello smart-metering 22 Prof. Marco Dell''Isola '' Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale, dellisola@unicas.it Caratteristiche ' Database distribuito ( come libro contabile ''aperto' e controllabile da tutti gli utenti della rete) ' Assenza di costose intermediazioni amministrative e finanziarie
' Identità digitale degli utenti garantita attraverso software di crittografia.
' Aggiornamento automatico del database su ciascuno dei nodi
' Impossibilità di contraffazione delle transazioni senza l''intervento di autorità (ogni cambiamento deve ricevere l''approvazione del 50% + 1 di tutta la blockchain) ' Possibile non solo l''automatica instaurazione di un rapporto contrattuale peer-to-
peer (smart-contract), ma anche la sua automatica esecuzione. Rischi
Riserve in termini di sicurezza nella salvaguarda della privacy dei dati energetici,
nella gestione delle identità degli utenti e nella resilienza verso le minacce
informatiche della rete Gap to fill
Sviluppo di nuovi standard che garantiscano l'interoperabilità dei dispositivi e la
sicurezza delle transazioni energetiche Blockchain esempi di applicazione nel settore energetico 23 Prof. Marco Dell''Isola '' Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale, dellisola@unicas.it 1. LO3 Energy e Consensus System: applicazione di una piattaforma di trading locale dell''energia a Brooklyn, per la condivisione di energia elettrica tra gli utenti della comunità e l''accettazione di cripto valute per i pagamenti; 2. BAS Nederland in Olanda è stata la prima compagnia energetica ad accettare Bitcoin come a nuova forma di pagamento per le bollette energetiche. 3. Enercity: i clienti residenziali possono eseguire pagamenti via Internet e utilizzare automaticamente lo scambio di Bitcoin a Euro. 4. Elegant ha introdotto pagamenti di criptovaluta per i servizi energetici fornitura, compresi i pagamenti di gas ed elettricità. 5. PowerLedger (Australia), una start-up che ha organizzato una rete che permette ad alcune abitazioni di scambiarsi elettricità massimizzando l''utilizzo dell''energia solare raccolta dai moduli FV 6. Fortum (Finlandia) permette ai consumatori di controllare i vari apparecchi presenti in casa collegati ad Internet visualizzando in tempo reale i consumi
elettrici della propria abitazione e ottimizzandoli in modo automatico. A comparative analysis among Standard Load Profiles for Natural Gas consumption simulation at urban scale 24 0 5.000 10.000 15.000 20.000 25.000 30.000 35.000 Jan Feb Mar Apr May Jun Jul Aug Sep Oct Nov Dec [MWh] Real consumption IT method UK method DE method Prof. Marco Dell''Isola '' Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale, dellisola@unicas.it Conclusioni 25 Prof. Marco Dell''Isola '' Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale, dellisola@unicas.it 'Affidabilità: durata delle batterie, connettività ed altre cause di guasto dovrebbero essere sempre più ridotte. 'Elevata larghezza di banda: per garantire la possibilità di aggiunta di nuovi componenti alla rete e l'evoluzione della rete stessa. 'Interoperabilità: la rete di comunicazione deve essere flessibile in modo da poter comunicare senza problemi con le diverse device 'Scalabilità: la rete di comunicazione deve essere scalabile (auspicabile la capacità plug-and play per aggiungere o rimuovere dispositivi senza la necessità di
riconfigurare manualmente). 'Sicurezza: la rete di comunicazione deve prevenire gli attacchi degli hacker. Nella lettura dei contatori, la privacy e l'integrità di ciascun rapporto di lettura devono
essere protetti e non devono essere accessibili da terzi non autorizzati. GRAZIE PER L''ATTENZIONE! 26


In evidenza

SAP Italia
Trova il percorso di trasformazione digitale per la tua impresa: scarica gratis la survey SAP e IDC
ExxonMobil
Grassi Mobil™ - Formulati per fornire elevate prestazioni anche in condizioni operative estreme
select distinct con.idcontenuto as idcont, con.titolo, con.pageurl from VERT_CONTENUTI as con left join VERT_AUTORICONTENUTI as aut on con.idcontenuto = aut.idcontenuto join vert_allegaticontenuti as alle on con.idcontenuto = alle.idcontenuto where stato = 'P' and (((autore like '%Marco Dell'Isola%' or aut.nome like '%Marco Dell'Isola%') and (autoreurl like '%aicarr.org%' or aut.url like '%aicarr.org%')) ) and alle.tipo <> 'youtube'
Array ( ) Array ( [0] => Array ( [0] => 42000 [SQLSTATE] => 42000 [1] => 102 [code] => 102 [2] => [Microsoft][ODBC Driver 13 for SQL Server][SQL Server]Incorrect syntax near 'Isola'. [message] => [Microsoft][ODBC Driver 13 for SQL Server][SQL Server]Incorrect syntax near 'Isola'. ) [1] => Array ( [0] => 01000 [SQLSTATE] => 01000 [1] => 16954 [code] => 16954 [2] => [Microsoft][ODBC Driver 13 for SQL Server][SQL Server]Executing SQL directly; no cursor. [message] => [Microsoft][ODBC Driver 13 for SQL Server][SQL Server]Executing SQL directly; no cursor. ) )
© Eiom - All rights Reserved     P.IVA 00850640186