verticale

Ingegneria di Manutenzione: decidere per la Correttiva a valle di un’analisi dei guasti.

Ingegneria di Manutenzione, decidere per la Correttiva a Valle di un'analisi dei guasti. Implicazioni, KPI specifici e potenziali vantaggi: Correttiva e Diagnostica Precoce non sono logiche contrapposte.

Scarica il PDF Scarica il PDF
Aggiungi ai preferiti Aggiungi ai preferiti


Atti di convegni o presentazioni contenenti case history
Intervento convegno Manutenzione - MCM Milano 2013

Pubblicato
da Benedetta Rampini




Settori: 


Estratto del testo
Ingegneria di Manutenzione MCM-­'Day     Milano  23  aprile  2013   Relatore:  Francesco  Cominoli  ''  Auditech  s.r.l   Ingegneria  di  Manutenzione   Decidere  per  la  Corre:va  a  valle  di  un''analisi  dei  guas>.   Implicazioni,  KPI  specifici  e  potenziali  vantaggi:     Corre:va  e  Diagnos>ca  Precoce  NON  sono  logiche   contrapposte   MCM-­'Day   Milano  23  aprile  2013   Relatore:  Francesco  Cominoli  ''  Auditech  s.r.l   Manutenzione  Corre:va  :  lo  scenario  >pico   '' Si  interviene  ''fuori  programma'  a  guasto   conclamato   '' Il  guasto  può  avere  diversi  e'e9  sul  Processo:   blocco,  rallentamento,  perdita  di  qualità'  e  anche   nessun  e'eBo  (sistemi  ridondanD).  Si  traBa   comunque  di  un  evento  NON  previsto   '' L''intervento  è  eseguito  immediatamente  oppure  è   programmabile  con  diversi  gradi  di  urgenza.  Va   comunque  sempre  lanciato  e  consunDvato   come   ''Corre9va'.   Manutenzione  Corre:va  :  come  si  agisce  di  norma   '' Si  esegue  direBamente  la  riparazione  a  regola  d''arte.   '' Si  procede  a  un  intervento  tampone,  rimandando  la  riparazione  a  regola   d''arte  a  una  fase  successiva.     In  entrambi  i  casi  ciò  che  fa  la  di'erenza  è  la  MANUTENIBILITA''     Definizione  secondo  UNI  EN  13306  ''  4.3  ''  2003  :  a9tudine  di  un''en;tà  in   certe  condizioni  d''uso,   ad  essere  mantenuta  o  ripris;nata  in  uno  stato  in   cui  essa  possa   eseguire  la  funzione  richiesta,  quando  la  Manutenzione  è   e'eEuata  in  date  condizioni  e  vengono  adoEate   le  procedure  e  le  risorse   prescriEe.   Nota:  il  termine  Manutenibilità  è  inoltre  uDlizzato   per  indicare  la  misura  del   risultato  del a  manutenibilità.  L''Ingegneria  di  Manutenzione  ''riconosce'   infa9  solo  ciò  che  è  misurabile.  Da  cui:   UNI  9910  ''  Riferimento  191.13.01:  [Manutenibilità  ]  la  probabilità  che   un''azione  di  manutenzione  a9va,  per  un''en;tà  data,  u;lizzata  in   condizioni  assegnate,  possa  essere  eseguita  durante  un  interval o  di  tempo   dato,  quando  la  manutenzione  è  assicurata  nel e  condizioni  date  e   mediante  l''uso  di  procedure  e  mezzi  prescri9.     ''Omologare'    la  Corre:va   '' L''Ingegneria  di  Manutenzione,  a  valle  del ''analisi  dei  guasD,   progeBa  le  contromisure  o9mali  in  termini  di  prevenzione  e/ o  modifica-­'miglioria   '' Nul a  vieta  che  al  termine  di  un''analisi  su  un  determinato   evento  risulD  che  la  poliDca  più  conveniente  sia  conDnuare  ad   intervenire  su  guasto,  ''omologandolo'.   Lo  scenario  però  cambia  radicalmente:     '' l''intervenire  su  guasto  in  quel  parDcolare  contesto  diventa   conseguenza  di  una  DECISIONE  di  IdM  e  non  del a  macchina   '' La  possibilità  di  eseguire  (correBamente)  un  intervento   tampone  è  forse  il  principale  faBore  decisionale   E''  interessante  anche  definire  un  KPI  specifico:   (n°  di  OdL  per  guasD  ''omologaD')/(n°  di  OdL  per  Corre9va)   L''intervento  tampone   La  definizione  più  seguita  è  quel a  riportata  sul  testo  L.   FurlaneEo  C.  Mastrifor;  ''Ousourcing  e  Global  service,  nuova   fron;era  del a  Manutenzione'  Franco  Angeli,  2004:   ''Intervento  provvisorio  che  può  comportare  la  variazione   temporanea  delle  condizioni  stabilite.'   OBIETTIVO:  minimizzare  l''impaBo  immediato   del  guasto  sul   ciclo  produ9vo   '' Il  caraBere  di  provvisorietà  NON  può  comportare  alcuna   precarietà     '' La  ''variazione  del e  condizioni  stabilite'  NON  può  coinvolgere   quel e  relaDve  alla  sicurezza.   FATTORE  RILEVANTE   L''intervento  tampone,  ove  possibile,  non  si  esegue   necessariamente  solo  in  caso  di  guasto   L''analisi  dei  guas>  e  l''intervento  tampone    
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
In  sede  di  analisi  dei  guasD  secondo  FMECA  (Failure  Modes  E'ects  &   CriDcality  Analysis),  la  possibilità  o  meno  di  eseguire  un  intervento   tampone  fa  parte  del a  sezione  dedicata  all''analisi  del a  criDcità  del  guasto   in  esame   La  risposta  condiziona  sensibilmente  il  contenuto  (valori  numerici)  del e   quaBro  colonne  successive,  che  misurano  la  criDcità     STRUTTURA : Data CODICE: SOTTOASS. ANALISI DELLA CRITICITA' CRITICITA' ANALISI DEL GUASTO SEGNALI X MAN. Codice e descrizione Nume- rosità 1 Tipo guasto Sottoass. 2 Freq. prev/anno 3 Effetto su impianto 4 Effetto su prodotto 5 Intervento
tampone'
6 Fermata (ore) 7 Indisp. (h/anno) 8 Indice di processo 9 Indice criticità 10 Tipo di guasto componente 11 Causa guasto componente 12 Parte sost. Ricambio 13 Codice ricambio Sintomi premonitori 14 Segnale sintomo est.
15 SCHEDA FMECA DEL MEZZO DI LAVORO L O G O  A Z IE N D A L E Intervento  tampone:  nessun  arbitrio,   nessuna  improvvisazione   Per  situazioni  impegna;ve,  a  maggior  ragione,  l''intervento   tampone  (se  fa9bile)  va  comunque  eseguito  secondo  le   normaDve  .  Ad  esempio,  per  le  apparecchiature  in  pressione,   esiste  una  procedura  ISPESL  specifica  (Prot.  A00-­'07).  La   Procedura  è  soBo  forma  di  LeBera  Circolare  ed  ha  come   oggeBo:   ''Procedura  ISPESL  per  la  riparazione  temporanea  di   a7rezzature  a  pressione  già  in  esercizio  alla  data  del   12/2/2005  e  comunque  commercializzate  fino  al  29/5/02  e/ o  cerCficate  in  conformità  alla  DireEva  97/23  CE  PED'       Dalla  leBura  del  testo  si  evince  che  l''Ente  di  Control o  prende   aBo  che  si  è  seguito  un  preciso  percorso  ingegnerisDco   perfeBamente  documentato  e  del a  temporaneità   del ''intervento.  La  responsabilità  è  totalmente  a  carico  dei   Detentori  e  degli  Esecutori,  come  pure  l''obbligo  di   comunicare  l''avvenuto  riprisDno  del e  condizioni  standard.   L''intervento  tampone  e  la  Diagnos>ca  Precoce   '' In  condizioni  o9mali  di  professionalità  e  parco  strumenD,   l''aBendibilità  del ''avvenuto  raggiungimento  del a   CONDIZIONE  criDca  o  del a  PREVISIONE  del  raggiungimento   del a  medesima,  può  agevolmente  superare  il  90%.   '' Ogni  segnalazione  di  anomalia  da  elaborazione  di  segnale   debole  ha  le  dimensioni  fisiche  di  un  guasto  (in  divenire),  che   può  essere  evitato  oppure  manifestarsi.     '' Come  per  la  Corre9va,  non  esiste  una  previsione  di  dover   intervenire  fino  alla  ''scoperta'  di  tale  necessità.   '' Il  grado  di  urgenza  può  talvolta  essere  elevato  quasi  quanto   nel  caso  del a  Corre9va  e  la  possibilità  di  intervento  tampone   ''vale'  idenDcamente  :  maggior  disponibilità  impianDsDca  a   pari  a'dabilità  temporanea.   Conclusioni   Manutenzione  Corre:va  e  Diagnos>ca  Precoce  non  sono   logiche  contrapposte     '' Possono  essere  entrambe  risultato  di  decisioni  di  Ingegneria  di   Manutenzione  .   '' Le  decisioni  sono  generate  nello  stesso  contesto:  l''analisi  dei  guas>  con   tecniche  specifiche.   '' Dalla  Diagnos>ca  Precoce  possono  scaturire  fabbisogni  di  intervento   immediato  del  tu\o  confrontabili  con  quelli  che  scaturiscono  dal  guasto   conclamato.   '' In  sede  di  intervento  immediato  si  trae  beneficio  dalle  stesse  risorse   (manutenibilità  intrinseca  e  potenzialità  /  tecnologie  esterne)   '' In  sede  di  programmazione  e  consun>vazione  gli  Ordini  di  Lavoro  hanno   esigenze  di  tracciatura  che  richiedono  un  SIM  adeguato     Manutenzione  Corre:va  e  Diagnos>ca  Precoce  sono   componen>  di  un  approccio  integrato:  il  ''Proge\o   Manutenzione'  


© Eiom - All rights Reserved     P.IVA 00850640186