verticale

Il ruolo delle ESCO nella diffusione delle tecniche di efficienza energetica. La situazione in Italia

Principali tipologie degli EPC sviluppati in Italia:
- Partecipazione ai risparmi (Shared Savings).
- Collaborazione (Joint Venture).
- Risparmi prefissati (Guarenteed Savings).
I Fattori di successo per la diffusione delle ESCO/EPC
I vantaggi delle ESCO

Scarica il PDF Scarica il PDF
Aggiungi ai preferiti Aggiungi ai preferiti


Atti di convegni o presentazioni contenenti case history
mcTER Roma maggio 2019 Il ruolo della cogenerazione per la competitività e l'efficienza delle imprese - Sessione 2

Pubblicato
da Atti di convegno Atti di convegno
mcTER Roma 2019Segui aziendaSegui




Settori: 

Parole chiave: 


Estratto del testo
Gli atti dei convegni e più di 10.000 contenuti su www.verticale.net Pompe di Calore Termotecnica Industriale Pompe di Calore Roma, 9 maggio 2019 Il ruolo delle ESCO nella diffusione delle tecniche di efficienza energetica La situazione in Italia


Roberto Olivieri, Presidente ASSOESCo Roma, 9 Maggio 2019 ASSOESCo nasce nel 2005 come community di aziende italiane che
promuovono, realizzano e facilitano il finanziamento di interventi di
efficienza energetica
al fine di ridurre l''impatto ambientale ed economico
dei consumi energetici
per gli utilizzatori finali di energia e per il Paese.

Oggi l''Associazione conta: L''ASSOCIAZIONE ass ocia ti 70 adde tti 4 800 fa ttur at o 4,5
mld ' 3 Milioni TEP risparmiati nel 2018 3
4 Principali ESCo associate
Operatori che forniscono tecnologie hardware Energy Service Companies Operatori che erogano servizi di consulenza e integrazione ASSOESCo raggruppa al suo interno MISSION COMUNE Promuovere l''efficienza energetica Per i suoi associati ASSOESCo svolge le seguenti attività:

1 ATTIVIT' ISTITUZIONALE
Rappresentare le istanze degli associati presso le istituzioni e favorire il dialogo con esse
2 NETWORKING
Promuovere il confronto e lo scambio di conoscenze ed esperienze fra gli associati
3 INFORMAZIONE e FORMAZIONE
Informare il mercato, gli stakeholder e i potenziali clienti sulle opportunità derivanti dall''efficienza energetica ASSOESCo partecipa attivamente al processo legislativo e decisionale
riguardante temi rilevanti per le Energy Service Company.

A tale scopo l''Associazione intrattiene regolari rapporti con i principali
protagonisti del settore dell''efficienza energetica, ovvero:

MiSE Ministero dello Sviluppo Economico
MATTM Ministero dell''Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare
ARERA Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente
GSE Gestore dei servizi energetici ENEA Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l''energia e lo
sviluppo economico sostenibile CTI Comitato termotecnico italiano CESI Centro elettrotecnico sperimentale italiano 8 - Garantisce il risparmio energetico. - La remunerazione è direttamente collegata all''energia risparmiata. - Finanzia o supporta il finanziamento del progetto da implementare.
CEI 11352:2014 (ESCo)
EN 15900:2010 (Servizi di efficienza energetica)
ASSOESCo Codice Etico (Integrità, Etica e Trasparenza, Diligenza e
Professionalità) CARATTERISTICHE PRINCIPALI DELLA
ENERGY SERVICE COMPANY 9 Contratto di rendimento energetico o di prestazione energetica (EPC):
accordo contrattuale tra il beneficiario o chi per esso esercita il potere
negoziale e il fornitore di una misura di miglioramento dell'efficienza
energetica, verificata e monitorata durante l'intera durata del contratto,
dove gli investimenti (lavori, forniture o servizi) realizzati sono pagati in
funzione del livello di miglioramento dell'efficienza energetica stabilito
contrattualmente o di altri criteri di prestazione energetica concordati, quali
i risparmi finanziari.

D.Lgs. 102 del 4 Luglio 2014, recepimento Direttiva UE 2012/27
ENERGY PERFORMANCE CONTRACT
(EPC) 10 - Partecipazione ai risparmi (Shared Savings). - Collaborazione (Joint Venture). - Risparmi prefissati (Guarenteed Savings). PRINCIPALI TIPOLOGIE DEGLI EPC SVILUPPATI IN ITALIA 11 FATTORI DI SUCCESSO PER LA
DIFFUSIONE DELLE ESCO/EPC - Maggiore attenzione a interventi di efficienza energetica e sostenibilità. - Interesse sempre maggiore della politica e supporto legislativo. - Facilità nei finanziamenti. - Accreditamento delle ESCo. - Codice etico delle ESCo. - Documenti tipicizzati per gli EPC. - Incentivi. 12 FATTORI CONTRO LA DIFFUSIONE
DELLE ESCO/EPC - Avversione nel dare in outsourcing la gestione dell''energia. - Durata normalmente medio/lunga dei contratti. - Necessità di un minimo garantito di funzionamento/consumo per la durata del contratto.
- Difficoltà nel recepire la baseline e il calcolo dei risparmi. - Incertezza delle norme. - Prodotti finanziari classici/garanzie creditizie/rischio controparte 13 - Eliminazione rischio tecnologico.
- Specializzazione e professionalità delle ESCo.
- Il cliente si dedica al proprio core business (outsourcing delle problematiche relative alla gestione e manutenzione degli impianti
energetici) - Nessun rischio finanziario per il cliente.
- Assenza di indebitamento nel bilancio del cliente.
- Benefici ambientali ed energetici.
- Risparmio economico. VANTAGGI DELLE ESCO/EPC 14 SVILUPPI FUTURI PER LE ESCO MERCATO DELLA CAPACIT'
POTENZIAMENTO DEL MECCANISMO DI DEMAND RESPONSE (ATTUALE PROGETTO UVAM) CON FISSAZIONE DI LIMITI AGLI OPERATORI
DOMINANTI
.
CERTIFICATI BIANCHI
INCENTIVO NON ALLA SOLA INNOVAZIONE TECNOLOGICA. SOLUZIONE LEGISLATIVA AI CONTENZIOSI COL GSE, COME GI' FATTO PER LE FONTI RINNOVABILI.
CONTO TERMICO
PROMOZIONE DEL MODELLO ESCO CON UTILIZZO DI MODELLI DI ENERGY PERFORMANCE CONTRACT (EPC) CONVALIDATI DAL GSE.

DETRAZIONI FISCALI PER LA RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA ED EDILIZIA
CREDITO D''IMPOSTA CON RICONOSCIMENTO DELLA ESCO E DELL''EPC SULL''INVESTIMENTO TOTALE.
PIANO NAZIONALE IMPRESA 4.0
RICONOSCIMENTO DELLA ESCO E NON SOLO DEL BENEFICIARIO FINALE.

IMPRESE ENERGIVORE
AGEVOLAZIONI SOLO A IMPRESE ENERGIVORE RISPONDENTI A DETERMINATE CLASSI DI EFFICIENZA.

RIFORMA TARIFFARIA
ESENZIONE ONERI GENERALI DI SISTEMA PER LA GENERAZIONE DISTRIBUITA (AUTOCONSUMO) E RIDUZIONE DELLE QUOTE FISSE E DELLE
QUOTE
SULLA POTENZA MASSIMA DELLA TARIFFA REGOLATA.
ENERGY COMMUNITY
SVILUPPO DELLE ENERGY COMMUNITY IN MODO INCLUSIVO PER FAVORIRE GLI INVESTIMENTI PRIVATI E LA GENERAZIONE DISTRIBUITA
(AUTOCONSUMO)
. Roberto Olivieri presidente@assoesco.org www.assoesco.org Via Barberini 3, 00187 Roma + 39 02 21117479 15


© Eiom - All rights Reserved     P.IVA 00850640186