verticale

Strategie per migliorare il servizio manutenzione tramite il condition monitoring

L'obiettivo del condition monitoring è è studiare “come evolvere” verso
la manutenzione basata sulle condizioni, individuando i diversi stadi intermedi
di sviluppo da una manutenzione correttiva al giusto mix di politiche.

Scarica il PDF Scarica il PDF
Aggiungi ai preferiti Aggiungi ai preferiti


Atti di convegni o presentazioni contenenti case history
Intervento al convegno MCM 2011 Verona

Pubblicato
da Alessia De Giosa




Settori: 


Estratto del testo
Te Se M Osservatorio Tecnologie e Servizi per la Manutenzione STRATEGIE E LEVE PER MIGLIORARE IL SERVIZIO MANUTENZIONE TRAMITE IL CONDITION MONITORING INTRODUZIONE AI LAVORI 2 Gli obiettivi dell''Osservatorio

' Innovazione in manutenzione Benefici per il business aziendale
Cambiamenti organizzativi indotti dalle innovazioni studiate ' Stato dell''arte della manutenzione Imprese di piccola, media e grande dimensione
Impianti industriali, infrastrutture e servizi ' Promozione del ruolo della cultura manutentiva Efficienza, sicurezza e sostenibilità 3 La modalità di lavoro dell''Osservatorio ' Ricerche su base annua
Survey industriali e analisi di business case sui temi della ricerca ' Workshop intermedi Approfondimento e discussione dei temi della ricerca ' Convegno e report della ricerca Presentazione del report finale a stampa
Discussione con Executive di aziende target della ricerca ' Collaborazione con Dipartimenti/Laboratori Uni.
Promozione della ricerca e divulgazione dei risultati 4 In collaborazione con ' Politecnico di Bari'' DIMeG (Dipartimento di
Ingegneria Meccanica e Gestionale) Università degli Studi di Bergamo'' CELS (Centro
di Ricerca sulla Logistica e sui Servizi Post-
Vendita) del Dipartimento di Ingegneria Industriale Università degli Studi di Bologna'' DIEM
(Dipartimento di Ingegneria delle Costruzioni
Meccaniche, Nucleari, Aeronautiche e di Metallurgia) Università degli Studi di Firenze'' Laboratorio IBIS
(Information-based Industrial Services) del Dipartimento di Energetica ''Sergio Stecco'' Associazione Alumni del master Executive in
gestione della manutenzione Industriale Università Associazioni 5 Partners Sponsors Supporter Gold 6 La strategia di comunicazione dei risultati della ricerca
' Comunicazione attraverso il sito dell''Osservatorio TeSeM e il sito generale degli Osservatori del Politecnico di Milano (www.tesem.net; www.osservatori.net) ' Promozione dell''Osservatorio attraverso la newsletter ''TeSeM News'' ' Attività di pubbliche relazioni attraverso la presenza sui principali media italiani e la partecipazione ad eventi industriali di rilievo nell''area tematica dell''Osservatorio ' Comunicazione personalizzata a manager di Operations e Manutenzione delle principali aziende italiane ' Presentazione del report della ricerca d''anno al convegno finale ' Pubblicistica in conferenze e su riviste diffuse a livello nazionale e internazionale 7 Obiettivo della ricerca d''anno (Dicembre 2010 '' Dicembre 2011) Due quesiti generali della ricerca d''anno

''quali sono le pratiche e le tecnologie su cui si fonda la
manutenzione basata sulle condizioni nelle aziende best- in-class'; ''quali sono i motivi di scelta, da parte dei manager di manutenzione, di una politica basata sulle condizioni e quali, invece, sono i motivi di scelta di politiche più tradizionali'
Obiettivo della ricerca è studiare ''come evolvere' verso la manutenzione basata sulle condizioni, individuando i diversi stadi ''intermedi'' di sviluppo da una manutenzione correttiva al giusto mix di politiche.
8 Temi focalizzati nella ricerca 2011 Per rispondere all''obiettivo della ricerca, si darà un focus sulle migliori pratiche e tecnologie abilitanti ponendo particolare attenzione a ' a) il ruolo del CMMS per lo sviluppo delle politiche di manutenzione; b) le opportunità degli strumenti di mobile maintenance per l''attività sul campo; c) lo sviluppo delle tecniche diagnostiche e prognostiche a supporto delle decisioni; d) il ruolo dell''ingegneria di manutenzione per la pianificazione delle politiche; e) lo sviluppo delle politiche e la gestione delle risorse di manutenzione. 9 Modello della ricerca 2011 IL CONTESTO AZIENDALE
'Dimensione dell''azienda
'Settore dell''azienda LA QUALITA'' PERCECIPITA DELLE ATTIVITA'' DI MANUTENZIONE Determina Determina LA ''SPONSORSHIP' NELL''ORGANIZZAZIONE AZIENDALE LA MATURITA'' NELLA GESTIONE DELLA MANUTENZIONE LO SVILUPPO DELLE POLITICHE DI MANUTENZIONE
'Distribuzione delle politiche
'Tipologia di Risorse impiegate Determina Determina Determina IL RISULTATO ECONOMICO DELLE ATTIVITA'' DI MANUTENZIONE 10 Agenda del seminario Orario Attività
10:00 '' 10:15
Introduzione ai lavori, Marco Macchi, Responsabile scientifico dell''Osservatorio TeSeM
della School of Management del Politecnico di Milano 10:15 '' 10:40 Stato dell'arte delle tecnologie di misura per la realizzazione di sistemi di monitoraggio ad architettura distribuita, Lodovico Menozzi, Business Development Manager - Condition Monitoring Systems, National Instruments Europe 10:40 '' 11:05 L''impatto degli strumenti di diagnostica di macchina sulla manutenzione dell''impianto
industriale: la prospettiva del costruttore, Gianni Trionfetti, Amministratore
Delegato, Balance Systems 11:05 '' 11:30 Prospettive tecniche ed economiche per lo sviluppo della manutenzione su condizione
in un''azienda di processo, Paolo Isolabella, Responsabile Manutenzione Italia,
Italcementi 11:30 '' 11:55 Piattaforme modulari per la misura, l'analisi ed il monitoraggio di vibrazioni di macchine rotanti per il settore energia '' Angelo Pozzi, Amministratore unico, Wintek 11:55 '' 12:30 Tavola rotonda e chiusura lavori, coordina Luca Fumagalli, Responsabile della ricerca
dell''Osservatorio TeSeM della School of Management del Politecnico di Milano


© Eiom - All rights Reserved     P.IVA 00850640186