verticale

Sistemi HVAC per il settore Petrolchimico

Gli impianti HVAC fanno parte della famiglia delle utilities dei siti pe-trolchimici, ovvero uno di quei servizi necessari, in misura più o meno determinante, al funzionamento degli impianti di processo. In questo articolo raccontiamo la storia di una Società italiana che negli anni è cresciuta ed ha saputo farsi apprezzare dai maggiori Players interna-zionali del settore petrolchimico proprio grazie agli impianti HVAC. La Società è nota con il nome commerciale di Group ATP, tra pochi mesi festeggerà 15 anni di attività e ad oggi è una delle pochissimi Società italiane che stanno lavorando per il nuovo stabilimento di produzione di polietilene della Shell in Pennsylvania.

Scarica il PDF Scarica il PDF
Aggiungi ai preferiti Aggiungi ai preferiti


Redazionali o presentazioni di prodotto/di azienda
La Termotecnica, novembre 2017

Pubblicato
da Alessia De Giosa




Settori: 


Estratto del testo
aziende & dintorni Aziende & Dintorni A&D 32 LA TERMOTECNICA NOVEMBRE 2017 Gli impianti HVAC fanno parte della famiglia delle utilities dei siti pe-
trolchimici, ovvero uno di quei servizi necessari, in misura pi o meno
determinante, al funzionamento degli impianti di processo. In questo
articolo raccontiamo la storia di una Societ italiana che negli anni
cresciuta ed ha saputo farsi apprezzare dai maggiori Players interna-
zionali del settore petrolchimico proprio grazie agli impianti HVAC. La
Societ nota con il nome commerciale di Group ATP, tra pochi mesi
festegger 15 anni di attivit e ad oggi una delle pochissimi Societ
italiane che stanno lavorando per il nuovo stabilimento di produzione
di polietilene della Shell in Pennsylvania.
La storia di ATP, inizia per caso, dall'incontro in un cantiere edile-
impainti dei due Soci fondatori, un architetto (Marco Fiorespino) e
un ingegnere (Giovanni Belli) che dopo propri percorsi professionali
decidono di fondare una Societ di ingegneria e architettura che pro-
ducesse 'progetti' di facile ed efficace esecuzione pi vicini possibili
al linguaggio delle Imprese piuttosto che al linguaggio dei Progettisti. I
primi anni vedono la Societ impegnata in rilevanti progetti di riquali-
ficazione immobiliare con cosiddette 'esecuzioni lampo' eseguite nella
met del tempo usualmente richiesto, grazie ad una originale metodo-
logia di progettazione ed esecuzione. Nel 2007, fiutando l'imminente
crisi del settore immobiliare, l'ATP decide di ridurre i servizi alla sola progettazione e fornitura di impianti HVAC e di orientarsi totalmente
al settore Petrolchimico.
I primi a dare fiducia ad ATP sono due nomi importanti del panorama
italiano, KTI (ora Tecnimont KT) e Technip, il colosso, oggi francese,
dell'Oil & Gas. Il 2011 rappresenta il vero momento di svolta per ATP
con l'acquisizione della prima commessa in Canada, Paese che pone
molte barriere all'ingresso per aziende straniere, non da ultimo per le
difficolt per ottenere i permessi di lavoro. Nel 2012 ATP conclude con
successo il primo progetto Canadese e acquisisce una seconda com-
messa Canadese da Saipem, per la progettazione e realizzazione degli
impianti HVAC di 11 buildings di processo nel nuovo Oilf-ield di Husky
Energy nel nord dell'Alberta, dove le temperature in inverno scendono
fino a -45C. Nel 2013 ATP ha sedi in Italia, Canada, UK e Romania.
Il Gruppo ATP in grado di fornire servizi di ingegneria completi
degni delle migliori Societ di settore, prodotti progettati e costruiti
'ad hoc' per singolo progetto e fornire servizi di commissioning e start-
up tali da, come dicono molti Clienti di ATP, trasformare un 'mal di
testa' in una storia di successo. ATP inoltre ha appena messo a punto
delle procedure che permettono di interfacciare i propri software di
progettazione parametrica utilizzati nel settore civile con i software
per la progettazione di grandi impianti di processo come SmartPlant,
PDS o PDMS e questo rappresenta una vera novit nel settore poich
sono pochissime le aziende fornitrici di equipment e impianti HVAC in
grado di progettare 'in house' i propri sistemi inserendosi direttamente
nei modelli 3D del cliente.
Il co-fondatore e managing Director del gruppo, Giovanni Belli,
solito dire che ATP la cura per le 'malattie rare dell'HVAC', questo
per indicare che la Societ orientata a fornire servizi e prodotti per
applicazioni speciali quali climi estremi, ambienti esplosivi, ambienti
corrosivi, spazi confinati, certificazioni multiple. La costruzione di ap-
parati speciali per l'HVAC ha spinto ATP ad investire nel settore delle
Package di scambio termico creando la nuova Divisione HTP ' Heat
Transfer Packages, al cui capo c' l'ing. Matteo Badalocchi, gi Country
manager USA di una importante realt industriale specializzata in
package di processo. Sono allo studio package di scambio termico di
ultima generazione con controllo in real-time del coefficiente di dete-
rioramento delle superfici di scambio e interfaccia di comunicazione
evoluta secondo i principi Industry 4.0, dovremo per aspettare l'anno
prossimo per vedere qualcosa di concreto, ci ricorda l'ing. Badalocchi.
Fanno parte di questi packages le unit di refrigerazione per fluidi di GRUPPO ATP
Sistemi HVAC per il settore Petrolchimico Nel settore petrolchimico gli impianti termotecnici sono comunemente indicati come HVAC, acronimo che indica Heating, Ventilation and Air Conditioning. GRUPPO ATP - www.groupatp.com a cura di Gruppo ATP FIGURA 1 - Multi-utility package A&D Aziende & Dintorni 33 LA TERMOTECNICA NOVEMBRE 2017 processo, utilizzati da aziende chimiche, far-
maceutiche e in ambito Oil & Gas e offshore.
I concetti di 'modularizzazione' e 'equipment
intelligenti' sono da sempre il punto focale
della progettazione degli equipment di ATP
che vanno dai sistemi di trattamento aria, di
ventilazione, refrigerazione e riscaldamento
ed oggi agli scambiatori di processo.
ATP infatti si concentra su sistemi 'customiz-
zati' in base alle specifiche del cliente, del
Progetto e soprattutto in compliance con
standard e normative internazionali. Tra
queste la Societ realizza 'chiller packa-
ges' di capacit unitarie medie di 700kW
secondo normativa ATEX e UL. Attualmente
allo studio un chiller di processo per un
cliente in Medio Oriente che rispetti con-
temporaneamente normative ATEX, ASME
e API618, tali richieste stanno portando a
ridisegnare completamente il package ri-
spetto a quanto comunemente si trova sul
mercato. Vi raccontiamo 3 case histories
che riteniamo che descrivono le capacit di
questa 'multinazionale tascabile'made in Italy. HVAC system in esecuzione modulare
Omettendo per ragioni di riservatezza nomi e circostanze, basti sapere
che il cliente in questione, una importante realt nella produzione di
Polimeri, necessitava di una Technical room che gestiva il proprio pro-
cesso e, per fare questo, aveva a disposizione l'HVAC room e 24 mq
all'esterno della technical room e 6 ore come tempo massimo durante
il quale la Technical room poteva fare a meno del condizionamento
dell'aria.
La proposta di ATP, poi accettata dal cliente, stata quella di costruire
una Centrale termofrigorifera in 3 moduli sovrapposti delle dimensioni
massime ammissibili per trasporti standard. I 3 moduli, costruiti in
officina, dopo essere stati testati, sono stati smontati e trasportati sul
sito di installazione dove, grazie all'impiantistica progettata per essere
ricollegata mediante connessioni rapide, i moduli sono stati riassem-
blati e la centrale termofrigorifera stata messa in marcia in 12 ore
con uno stop del condizionamento della technical room di solo 2 ore.
Consistenza del 'impianto costruito: Pot. Termica: 400 kW; Portata
aria: 3.000 m3/h; Filtrazione chimica, Quadro di comando e controllo. Roof fan ATEX storm-resistant
Quando in Russia si deve costruisce un impianto licenziato da una
Societ Americana, pu succedere che il cliente russo modifichi in parte
le specifiche costruttive degli equipment al fine della rispondenza nor-
mativa locale lasciando invariate le caratteristiche tecniche degli stessi:
il risultato che ci si trova a cercare qualcosa che non esiste sul mercato.
ATP, chiamata a fornire una soluzione per la fornitura ventilatori
industriali con caratteristiche tecniche marcate USA 'contaminate' da
specifiche tecniche Russe, ha dovuto effettuare una progettazione ex-
novo dei ventilatori ma soprattutto certificare i prodotti costruiti sia per il mercato europeo che russo.
' stato un piccolo lavoro in termini di entit
economica ma un grande lavoro in termini
di progettazione meccanica e rispondenza
a pi normative in contemporanea, ora esi-
stono sul mercato ventilatori certificati per
ambienti ATEX rispondenti agli standard CE,
EAC e UL in un unico prodotto, siamo molto
fieri di questo risultato' stato il commento
dell'ing. Belli il giorno della spedizione dei
ventilatori in Russia. Make up air Unit in met spazio
noto a chi si occupa di impianti HVAC che
spesso gli spazi per gli equipment siano sot-
tostimati da progettisti e costruttori. In questo
case history ATP si trovata ad affrontare
un problema ancor pi delicato, ovvero un
basamento di dimensioni pari alla met del
necessario per posizionare una UTA di una building di processo in area con rischio di esplosione. La soluzione
trovata in questo caso stata quella di realizzare un'Unit di Tratta-
mento dell'aria su due livelli e delocalizzare il quadro di comando e
controllo dell'UTA mantenendo a bordo macchina soltanto le scatole
di connessione dei cavi.
Il risultato stato efficace poich non sarebbe stato possibile ingrandire
il basamento n ridurre la portata dell'UTA viste le condizioni di utilizzo.
In aggiunta questa UTA aveva una batteria elettrica di riscaldamento
dell'aria che avrebbe superato i limiti di temperatura minima ammis-
sibile dalla classificazione dell'area, la soluzione proposta da ATP e
accettata dal cliente stata quella di suddividere il salto termico in 10
parti (mediante 10 batterie di scambio termico) ognuna delle quali
rispettasse i limiti di temperatura imposti dalla classificazione dell'area. Leggendo tra le righe i case histories, si evince l'approccio proattivo e
innovativo di ATP verso le necessit del cliente che vengono prese in
carico come proprie necessit. Forse per questo che il gruppo ATP
ha mantenuto lo stesso livello di attivit anche in un periodo difficile
per il settore dell'Oil&Gas che ha visto crollare il prezzo del petrolio.
Ultimo traguardo in termini di tempo di ATP stato il deposito di un
brevetto di un equipment multi-utilities studiato specificatamente per
applicazioni off-shore, recovery backup e/o accomodation cam-
ps. Appare come un armadio con delle connessioni per tubazioni,
condotti e cavi, in realt un sistema in grado di fornire acqua e
aria caldo/fredda,di filtrare aria, produrre acqua sanitaria, acqua
addolcita, aria compressa, il tutto in esecuzione plug&play, gestita
da App dedicata.
Ne esiste anche una versione dotata di gruppo elettrogeno in grado
di fornire energia per 1 settimana, delle dimensioni di un container
standard da 10 ft. Approfondimenti disponibili al sito www.groupatp.
com e sul canale YouTube di group ATP. FIGURA 2 - HVAC system
in esecuzione modulare


© Eiom - All rights Reserved     P.IVA 00850640186