verticale

Riqualificazione ambientale e risparmio energetico per il Porto Piccolo di Sistiana

Il nostro compito di consulenti e progettisti del sistema automatico di gestione è quindi consistito nel calibrare pressioni e portate in funzione dell’energia richiesta/consumata per ogni centrale, e di trasferire questi dati alla centrale generale, in modo che quest’ultima potesse ridurre il proprio impegno energetico. In buona sostanza di realizzare un impianto a portata “super variabile”. Se pensiamo a questa necessità sia durante i periodi di piena occupazione, come quello estivo, ma soprattutto quando l’occupazione è molto contenuta, si capisce come sia importante il fattore consumo: in aprile, così come ad ottobre o a dicembre c’è pochissima gente stabilmente residente, la necessità d’acqua è minima, e di conseguenza non è necessario far funzionare le pompe generali al massimo. Abbiamo trovato la soluzione installando in ogni centrale la Energy Valve di Belimo, che ci ha dato molta soddisfazione. Altri tipi di valvole, come valvole a due vie motorizzate modulanti, valvole di ritegno o valvole tradizionali, non sono state ritenute adeguate per questo contesto così specifico e particolare.

Scarica il PDF Scarica il PDF
Aggiungi ai preferiti Aggiungi ai preferiti


Redazionali o presentazioni di prodotto/di azienda
La Termotecnica, maggio 2017

Pubblicato
da Alessia De Giosa




Settori: 

Parole chiave: 


Estratto del testo
aziende & dintorni Aziende & Dintorni A&D 24 LA TERMOTECNICA MAGGIO 2017 460 prestigiose unit abitative, spiagge pubbliche e private, aree verdi,
bar e ristoranti, botteghe d'eccellenza, hotel a 5 stelle, 124 posti barca
e una spa che copre una superficie di circa 7 mila metri quadrati, fanno
del Porto Piccolo di Sistiana una vera e propria cittadina in cui eccellenza
abitativa, relax e lusso si fondono dando luogo ad una realizzazione unica
nel suo genere. Nella progettazione e nella realizzazione di Porto Piccolo
di Sistiana si prestata molta attenzione alla salvaguardia ed al rispetto
dell'ambiente: l'intero complesso, che sfrutta energia solare, geotermica,
acqua di mare, immerso nella natura, e si confonde con essa, il piccolo
borgo, infatti, stato ricavato da un'ex cava del Golfo di Trieste e si affaccia
direttamente sul Mar Adriatico.
Porto Piccolo di Sistiana la dimostrazione di come l'innovazione, unita al
rispetto di ambiente e tradizione, possa valorizzare un territorio per troppo
tempo trascurato, e porsi come traino economico in grado di apportare
benefici non solo alla regione friulana ma all'intera nazione.
Abbiamo intervistato l'Ing. Arrigo Andreoli, dello Studio Associato Andre-
oli - HTW Sas di San Martino Buon Albergo (VR) che ha curato, per conto
della Committente, tutta la supervisione impianti dell'intervento ed alcune
progettazioni specialistiche particolari. Ing. Arrigo Andreoli, HTW
L'intervento di Porto Piccolo relativo alla ristrutturazione dell'intera Baia di
Sistiana, situata ad una ventina di km da Trieste. Prima dei lavori il luogo
si presentava come una grande cava utilizzata per anni per l'estrazione di
ghiaia, un orrore ambientale soprattutto visto dal mare, poich appariva
come un'enorme incisione sulla costa rocciosa. Da decenni era in corso
un sentito dibattito sui termini di una possibile riqualificazione. Il progetto
infine approvato prevede un intervento di edilizia ad uso prevalentemente residenziale e turistico. La realizzazione assume una forma ad anfiteatro
molto distesa e degradante verso il mare, comprendente circa 500 unit
residenziali ad uso turistico e in parte ad uso commerciale, alcuni alber-
ghi, una spa con talassoterapia, una spiaggia ed un intervento portuale
per imbarcazioni da diporto, ricavato alla base della ex cava, lasciando
spazio al mare che ha invaso cos la baia artificiale. Ci che pi stupisce
il fatto che l'intero complesso stato realizzato praticamente dal nulla ed in
tempi straordinariamente brevi; da uno spazio naturale deturpato stato
creato il villaggio, il porto, la baia, piazzette e strade, parcheggi nascosti,
spiagge, percorsi, etc.
Forse in Italia rappresenta un esempio unico in questo genere, molto ori-
ginale e prestigioso per la tipologia di intervento.
La nostra societ si inserisce in questo importante lavoro ricevendo l'incari-
co direttamente dalla committente, per l'affiancamento alla progettazione
esecutiva e la supervisione di tutti gli impianti. Abbiamo altres sviluppato
direttamente alcune sezioni specialistiche; tra queste, forse quella pi
importante, di cui abbiamo realizzato il proget o esecutivo, stata la
progettazione della regolazione automatica e la supervisione generale
di tutti gli impianti. Il nostro ruolo stato quello di mettere in rete tutte le
centrali esistenti. Abbiamo posizionato tutti i controlli automatici e, per
ogni centrale, abbiamo realizzato un sistema di comunicazione con la
centrale generale di pompaggio ad acqua di mare. In questo modo tutte le
informazioni delle varie centrali confluiscono nella control room, rendendo
possibile l'ottimizzazione dell'intero sistema.
Una piccola premessa: l'unico vettore energetico proveniente dall'esterno
quello elettrico, non c' metano, n GPL, n gasolio, e quindi sostan-
zialmente non ci sono emissioni. La produzione di acqua calda/fredda
e la climatizzazione estiva/invernale sono affidate a centrali alimentate
ad energia elettrica con sfruttamento/utilizzo termico dell'acqua di mare
e di falda. Attualmente stiamo completando tutti i collaudi funzionali e
prestazionali delle centrali termo frigorifere, tutte regolarmente in moto. Come strutturato l'impianto'
La grande centrale si trova a quota zero e utilizza l'acqua di mare per lo
scambio energetico. L'impianto costituito da un anello d'acqua, chiuso
e mantenuto entro intervalli di temperatura prefissati e vincolanti, che
percorre tutta la baia (con la possibilit di prelevare sia da pozzi che dal
mare), servendo circa una ventina di centrali (a servizio dei vari fabbricati).
Le centrali servite sono quindi 'centrali dislocate', di condominio per usare BELIMO - Riqualificazione ambientale e risparmio
energetico per il Porto Piccolo di Sistiana Nato da un ambizioso progetto interamente Made in Italy, teso a risanare un territorio che per anni stato sottoposto a continue escavazioni, la
realizzazione del Porto Piccolo di Sistiana un prestigioso progetto di riqualificazione ambientale che si propone anche come un'occasione di ripresa
economica per la regione Friuli Venezia Giulia. BELIMO - www.belimo.it a cura di Belimo A&D Aziende & Dintorni 25 LA TERMOTECNICA MAGGIO 2017 termini facilmente intuibi-
li. Ogni centrale dispo-
ne di pompe di calore
(1,2,3) che alimentano
le singole utenze finali
(alloggi, negozi, altro).
Vista la conformazione
geografica del sito, la
distribuzione dell'anello ha un complesso di perdite di carico notevoli, in particolare dovuto al-
la enorme dimensione. Per portare l'acqua ad una pressione minima
d'impiego alla centrale pi lontana e pi in alto rispetto alla centrale di
pompaggio, necessario che 'parta' ad una pressione gi molto elevata,
con il pericolo che le centrali pi vicine potrebbero soffrire di eccesso di
pressione (si pensi ai vari componenti dell'impianto, alle sicurezze, etc.).
La regolazione del sistema eseguita in termini di efficienza energetica
stata la vera sfida di questo progetto, e per noi la chiave di volta stata
l'utilizzo di valvole Belimo.
Altra particolarit che contraddistingue questa realizzazione la ca-
ratteristica dell'insediamento, che presenta sia un'elevata variabilit di
occupazione legata alla stagionalit, con periodi di scarsa occupazione
e momenti di piena, sia una grande variabilit climatica. Le temperature
invernali infatti scendono molto, mentre in estate siamo in presenza di un
clima decisamente caldo.
Il nostro compito di consulenti e progettisti del sistema automatico di ge-
stione quindi consistito nel calibrare pressioni e portate in funzione
dell'energia richiesta/consumata per ogni centrale, e di trasferire questi
dati alla centrale generale, in modo che quest'ultima potesse ridurre il
proprio impegno energetico. In buona sostanza di realizzare un impianto
a portata 'super variabile'. Se pensiamo a questa necessit sia durante i
periodi di piena occupazione, come quello estivo, ma soprattutto quando
l'occupazione molto contenuta, si capisce come sia importante il fattore
consumo: in aprile, cos come ad ottobre o a dicembre c' pochissima gente
stabilmente residente, la necessit d'acqua minima, e di conseguenza
non necessario far funzionare le pompe generali al massimo. Abbiamo
trovato la soluzione installando in ogni centrale la Energy Valve di Belimo,
che ci ha dato molta soddisfazione. Altri tipi di valvole, come valvole a due
vie motorizzate modulanti, valvole di ritegno o valvole tradizionali, non
sono state ritenute adeguate per questo contesto cos specifico e particolare.
La valvola Belimo ha rappresentato il collegamento 'funzionale' tra le 20
centrali e la centrale principale: la sua tecnologia permette un controllo
capillare e preciso, centrale per centrale, di quella che l'energia richiesta
e di conseguenza l'ottimizzazione del funzionamento della centrale prin-
cipale soprattutto nei momenti in cui il carico ridotto. Quindi ha consentito anche un risparmio energetico'
Questo stato sicuramente uno dei motivi che ci ha spinto alla scelta del
prodotto: l'ottimizzazione e quindi il risparmio energetico 'super condomi-
niale'. La supervisione ci permette di monitorare per ogni centrale una serie
di parametri: portata, pressione, potenza/energia richiesta, temperatura
in un determinato punto dell'anello (permettendo cos l'ottimizzazione
dell'uso dell'acqua di mare rispetto a quella falda) e in generale di capire
come sta funzionando l'impianto, oltre che di ridurre per tutti i clienti le
spese fisse 'generali'. Come stato il rapporto con Belimo'
Abbiamo un ottimo rapporto di collaborazione con Belimo, conosciamo
bene i prodotti e, aspetto molto importante in progetti come questo, ap-
prezziamo la professionalit dell'azienda: il contributo in termini tecnici
di approfondimento e di analisi che ha dato lo staff, sempre disponibile e
molto compente, ha rappresentato un supporto notevole nello sviluppo del
progetto. La nostra Societ, HTW sas, nell'assoluta autonomia decisionale,
sempre stata interessata e disponibile alla collaborazione con aziende
che, oltre a produrre, fanno anche ricerca applicata, e quindi innovazione. ENERGY VALVE
Cinque funzioni in una sola valvola ' incluso il monitoraggio ener-
getico. Misurazione, controllo, bilanciamento e intercettazione con
una singola valvola ' e non finisce qui: con la sua quinta funzione,
la nuova Energy Valve di Belimo ora mostra anche dove l'energia
viene utilizzata. Queste caratteristiche provano come la nuova
valvola di regolazione con controllo elettronico della portata offra
tutti i requisiti per una migliore efficienza dei consumi energetici e
per ridurre i costi di funzionamento.
La Energy Valve nasce dallo sviluppo della valvola di regolazione
con controllo elettronico della portata EPIV di Belimo. Come la
EPIV, anche questa effettua misurazione, controllo, bilanciamento
e intercettazione, rendendo la progettazione molto pi semplice.
La portata costantemente misurata e regolata elettronicamente,
ottimizzando i consumi e riducendo notevolmente il tempo neces-
sario per il bilanciamento.
Grazie al nuovo sensore di portata ad ultrasuoni sviluppato da
Belimo, la Energy Valve ora disponibile in una pi ampia gamma
di diametri: da DN15 a DN150. Assieme ai due sensori di tem-
peratura integrati nella mandata e ritorno del circuito, la Energy
Valve fornisce un continuo monitoraggio del consumo di energia.
La rinnovata elettronica interna permette una pi accurata registra-
zione di tutti i parametri dell'impianto per oltre un anno, rendendoli
disponibili nel proprio web server integrato. I nuovi tools integrati
consentono la successiva ottimizzazione dell'impianto risolvendo
la cosiddetta 'sindrome da basso 'T' e migliorando le prestazioni
dei moderni chiller, pompe di calore o caldaie a condensazione.
Energy Valve di Belimo, tramite il supporto dei tradizionali segnali
elettrici o delle pi moderne tecnologie bus BacNet, pu essere
facilmente integrata sia nei progetti di nuovi edifici che nella ristrut-
turazione di quelli esistenti.


© Eiom - All rights Reserved     P.IVA 00850640186