verticale

Normative e tecnologie per l’automazione dell’edificio e l’efficienza energetica

Il contesto energetico nazionale.
Il contesto energetico europeo.
La direttiva 2010/31/UE.
I DM del 26 giugno 2015 - Applicazione delle metodologie di calcolo delle prestazioni energetiche e definizione delle prescrizioni e dei requisiti minimi degli edifici.
Automazione e gestione energetica.
Classi di prestazione energetica.
CT 205 – Scopo.
Procedure di calcolo basate sui fattori di efficienza dei BACS.
Ecobonus e bonus videosorveglianza.
Conto termico.

Scarica il PDF Scarica il PDF
Aggiungi ai preferiti Aggiungi ai preferiti


Atti di convegni o presentazioni contenenti case history
HOME & BUILDING ottobre 2016 La riqualificazione impiantistica degli edifici

Pubblicato
da Benedetta Rampini
HOME & BUILDING 2016Segui aziendaSegui




Settori: 


Estratto del testo
Veronafiere 20 ottobre 2016 Gli atti dei convegni e più di 7.000 contenuti su www.verticale.net Luce Energia Domotica LED COMITATO ELETTROTECNICO ITALIANO © Riproduzione riservata Comitato Elettrotecnico Italiano Normative e tecnologie per l''automazione dell''edificio e l''efficienza energetica Annalisa Marra* *ECD Engineering Consulting and Design Pavia annalisa.marra@ecd.it, COMITATO ELETTROTECNICO ITALIANO © Riproduzione riservata Oil price '' 2005 outlook Contesto energetico - Previsioni
COMITATO ELETTROTECNICO ITALIANO © Riproduzione riservata World fossil fuel prices eu energy baseline (2009) '' eu energy trends to 2030 E U e n e rg y tren d s to 2 0 3 0 - E u rop e a n Com m issi o n Di rect o rate -Ge n e ral f o r E n e rg y (i n co lla b o ratio n w ith Cli m a te A ctio n DG a n d M o b ility a n d T ran sp o rt DG) Contesto energetico - Previsioni
COMITATO ELETTROTECNICO ITALIANO © Riproduzione riservata Electricity retail prices paid by industrial consumers in 2011 (in eur/kwh) E u rost a t e n e rg y sta tistics (Ran g e f o r a n n u a l co n su m p tio n ind u stry g rou p IC: [500 M W h '' 2 0 0 0 M W h ] Contesto energetico COMITATO ELETTROTECNICO ITALIANO © Riproduzione riservata Electricity retail prices paid by households consumers in 2011 (in eur/kwh) Contesto energetico E urost at en erg y st atistics (R an g e for an nu al con sumpt ion of ho use ho ld g rou p D C : [2 50 0 kW h '' 5 00 0 kW h ]; ind ustr y g rou p IC : [50 0 M W h '' 2 000 M W h COMITATO ELETTROTECNICO ITALIANO © Riproduzione riservata EU-27 Energy Import Dependency - In 2011 (%) E u rost a t, A p ri l 2 0 1 3 - M e th o d o lo g y a n d Not e s: S e e A p p e n d ix 1 3 '' No 1 Contesto energetico COMITATO ELETTROTECNICO ITALIANO © Riproduzione riservata Contesto energetico COMITATO ELETTROTECNICO ITALIANO © Riproduzione riservata Contesto energetico Dimostrazione del riscaldamento globale COMITATO ELETTROTECNICO ITALIANO © Riproduzione riservata Italy - Final Energy Consumption by Sector Mtoe, unless otherwise stated - 5,00 10,00 15,00 20,00 25,00 30,00 35,00 40,00 45,00 50,00 1995 2000 2005 2009 2010 2011 Industry Transport Households Services Agriculture Contesto energetico Eu ro p e a n C o m m issi o n - D G En erg y ''EU e ne rg y in f ig ure s '' Statistica l p o cke tb o o k 2 0 1 3 COMITATO ELETTROTECNICO ITALIANO © Riproduzione riservata Terziario 32% 15% 41% 12% illuminazione riscaldamento
acqua riscaldamento
ambiente aria condizionata Suddivisione consumi energetici Residenziale 3% 16% 50% 6% 4% 21% illuminazione riscaldamento
acqua riscaldamento
ambiente aria condizionata cucinare elettrodomestici Residenziale 3% 16% 50% 6% 4% 21% illuminazione riscaldamento
acqua riscaldamento
ambiente aria condizionata cucinare elettrodomestici Residenziale Terziario Contesto energetico COMITATO ELETTROTECNICO ITALIANO © Riproduzione riservata 23/10/2016 La crisi aiuta' Co mun ica to stampa T ERNA 1 1/2 /20 09 Consumi di energia elettrica in Italia -8,5% a gennaio 2009 Contesto energetico COMITATO ELETTROTECNICO ITALIANO © Riproduzione riservata Contesto energetico europeo ' COSTI
In aumento ' DIPENDENZA
Senza interventi, la dipendenza da energia
esterna arriverà al 70% ' AMBIENTE
La produzione ed il consumo di energia generano 94% delle
emissioni di CO2 ' DISPONIBILITA''
Limitata Contesto energetico COMITATO ELETTROTECNICO ITALIANO © Riproduzione riservata Contesto energetico europeo Nel 2008, l''Unione Europea ha varato il ''Pacchetto Clima-Energia' (cosiddetto ''Pacchetto 20-20-20'), con i seguenti obiettivi energetici e
climatici al 2020: Un impegno unilaterale dell''UE a ridurre di almeno il 20% entro il 2020 le emissioni di gas serra rispetto ai livelli del 1990. Gli interventi necessari
per raggiungere gli obiettivi al 2020 continueranno a dare risultati oltre
questa data, contribuendo a ridurre le emissioni del 40% circa entro il
2050.
Un obiettivo vincolante per l''UE di contributo del 20% di energia da fonti
rinnovabili sui consumi finali lordi entro il 2020, compreso un obiettivo
del 10% per i biocarburanti.
Una riduzione del 20% nel consumo di energia primaria rispetto ai livelli
previsti al 2020, da ottenere tramite misure di efficienza energetica.
Contesto energetico COMITATO ELETTROTECNICO ITALIANO © Riproduzione riservata La direttiva 2010/31/UE ' Gli edifici sono responsabili del 40% dei consumi di energia. ' Edificio a energia quasi zero: edificio ad altissima efficienza energetica.
Il fabbisogno energetico molto basso o quasi nullo dovrebbe essere
coperto in misura molto significativa da energia da fonti rinnovabili,
compresa quella prodotta in loco o nelle vicinanze. ' Entro il 31 dicembre 2020 tutti gli edifici di nuova costruzione siano edifici
a energia quasi zero. ' Per gli edifici pubblici la data limite è il 2018. ' Gli stati dovranno incentivare ristrutturazioni finalizzate a tale scopo. ' I piani nazionali dovranno indicare il consumo di energia primaria (kWh/m2
anno) che qualifica il quasi zero. ' I piani nazionali dovranno porre obiettivi intermedi per le nuove costruzioni
entro il 2015. Contesto energetico COMITATO ELETTROTECNICO ITALIANO © Riproduzione riservata Contesto tecnologico Impianto elettrico utente AC CU MULO Technology- assisted living at home Smart meter Trasporto elettrico su strada AUTOMAZIONE Pompe di calore Generazione distribuita Gestione energia dell''edificio COMITATO ELETTROTECNICO ITALIANO © Riproduzione riservata I DM del 26 giugno 2015 ' Tre DM che attuano le disposizione della Direttiva Europea 2010/31/UE,
del DLgs n °192 19 agosto 2005 e s.m.i. ed il DLgs n°115 del 30 maggio 2008. ' Applicazione delle metodologie di calcolo delle prestazioni
energetiche e definizione delle prescrizioni e dei requisiti minimi
degli edifici.
' Schemi e modalità di riferimento per la compilazione della relazione
tecnica di progetto ai fini dell'applicazione delle prescrizioni e dei
requisiti minimi di prestazione energetica negli edifici. ' Adeguamento del Decreto del Ministro dello sviluppo economico, 26
giugno 2009 - Linee guida nazionali per la certificazione energetica degli
edifici. Contesto energetico COMITATO ELETTROTECNICO ITALIANO © Riproduzione riservata Automazione 17 - Comfort
- Facile utilizzo
- Sicurezza
- Integrare funzioni future VANTAGGI
' contesto fertile per sviluppo altre applicazioni e servizi ' aggiornamento costante dell'impianto BARRIERE
' ristrutturazione edile
' vie cavi e predisposizioni
' indisponibilità di volumi adeguati
' educazione professionisti e utenti COMITATO ELETTROTECNICO ITALIANO © Riproduzione riservata Gestione energetica 18 VANTAGGI
' Obiettivi 20-20-20
' 20% residenziale
' 30% altro BARRIERE
' Automazione di base
' Separazione beneficiari finanziatori ' educazione professionisti e utenti
' Mancanza regolazione ' Comportamento utenti ' monitoraggio e controllo ' riscaldamento
' condizionamento
' ventilazione
' Illuminazione
' potenza e sicurezza COMITATO ELETTROTECNICO ITALIANO © Riproduzione riservata Tecnology-assisted living 19 - EHealth
- E-accessibilità
- Design for All
- Smart House
- EInclusion
- Smart Ageing VANTAGGI
' Per bisogni primari e personali meglio tecnologia di altre persone ' Tecnologie nei rapporti umani
' Persone più felici sane più a lungo ' Costo sociale cittadini a casa inferiore che in strutture sanitarie
pubbliche > 65 BARRIERE
' Automazione di base
' Non solo energia ma comunicazione, controllo,
attuazione ecc. ' Interoperabilità e flessibilità
' Affidabilità
' Non solo sicurezza ma anche funzionalità ' Estensione concetto ambienti medici COMITATO ELETTROTECNICO ITALIANO © Riproduzione riservata Smart metering 20 - EE, gas, H2O, calore
- infrastruttura dati
- ambiente IT adeguato
- consumer-oriented
- visualizzazione locale VANTAGGI
' Sensibilizzare e responsabilizzare consumatore ' Incoraggiare generazione distribuita ' Demand Side Management - Customer Relationship
Management ' nuovi servizi energetici BARRIERE
' Automazione di base
' Interfacciamento sistemi esistenti DSO ' Infrastruttura di comunicazione adeguata COMITATO ELETTROTECNICO ITALIANO © Riproduzione riservata 21 COMITATO ELETTROTECNICO ITALIANO © Riproduzione riservata B Classe B : BACS avanzati e alcune specifiche funzioni TBM 3.2 comma 10: Al fine di ottimizzare l''uso dell''energia negli edifici, per gli edifici a uso non residenziale è reso obbligatorio un livello minimo di
automazione per il controllo, la regolazione e la gestione delle tecnologie
dell''edificio e degli impianti termici (BACS), corrispondente alla Classe
B, come definita nella Tabella 1 della norma UNI EN 15232 e successive
modifiche o norma equivalente. ALLEGATO 1 DM 26 giugno 2015 (Articoli 3 e 4) CRITERI GENERALI E REQUISITI DELLE PRESTAZIONI ENERGETICHE DEGLI EDIFICI Building Automation ed Efficienza Energetica Classi di prestazione energetica COMITATO ELETTROTECNICO ITALIANO © Riproduzione riservata Predisporre norme che permettano l'integrazione di ' applicazioni di comando/controllo ' degli aspetti di controllo e gestione di altre applicazioni (presenti all'interno e nelle immediate vicinanze degli
ambienti domestici e degli edifici) comprese le interfacce verso diversi supporti trasmissivi
e le reti pubbliche ( ' tenendo conto dei requisiti di
sicurezza funzionale ed elettrica e compatibilità
elettromagnetica). Il CT 205 non predispone norme di prodotto bensì
norme che coprono i requisiti di prestazione nonché le
interfacce logiche e fisiche ritenuti necessari. Tali norme
specificano le prove di conformità. CT 205 '' Scopo CT 205 '' Sistemi bus per edifici COMITATO ELETTROTECNICO ITALIANO © Riproduzione riservata Guida 205''14 Progettazione, installazione e collaudo impianti HBES COMITATO ELETTROTECNICO ITALIANO © Riproduzione riservata Guida 205''18 Impiego dei sistemi di automazione degli impianti tecnici negli edifici COMITATO ELETTROTECNICO ITALIANO © Riproduzione riservata Procedure di calcolo basate sui fattori di efficienza dei BACS Classi di prestazione di energia Classe A:
' BACS e TBM con elevate prestazioni Classe B :
' BACS e TBM avanzati Classe C:
' BACS standard (riferimento) Classe D:
' BACS non di ottimo rendimento A B C D EN 15 23 2 Building automation e domotica COMITATO ELETTROTECNICO ITALIANO © Riproduzione riservata Fun ctio n li st a n d a ssig n m e n t to B A C e ff ici e n cy classe s E N 1 5 2 3 2 :2 0 0 7 (E) Building automation e domotica COMITATO ELETTROTECNICO ITALIANO © Riproduzione riservata Building Detailed
calculation
of BAC
efficiency Systems Energy use Delivered energy Detailed calculation
of BAC efficiency Bac efficiency factor Energy use Delivered energy Metodo dettagliato Metodo dei fattori BAC Procedure di calcolo del contributo dei BAC alle prestazioni energetiche dell''edificio Building automation e domotica COMITATO ELETTROTECNICO ITALIANO © Riproduzione riservata Metodo dettagliato 1. Diretto
2. Modo di funzionamento
3. Funzionamento a tempo
4. Temperatura di stanza
5. Coefficienti di correzione ' Simulazione dell''impianto in conformità alla EN 13790 ''Thermal
performace of buildings ''
Calculation of energy use for
space heating and cooling'
' Considera sequenzialmente i diversi stati di ogni singola
applicazione (riscaldamento,
illuminazione, ecc.) e per ogni
stato determina il consumo
' Considera la durata di funzionamento (totale-escluso-
parziale) dei dispositivi
' Considera l''effetto della precisione della regolazione della temperatura
(bassa isteresi)
' Quando il controllo automatico agisce su diversi fattori
contemporaneamente
Building automation e domotica COMITATO ELETTROTECNICO ITALIANO © Riproduzione riservata Metodo dei fattori di efficienza BAC(/TBM) EBAC= fBAC· E ' Riscaldamento EN 15316 e 13790
' Raffreddamento EN 15255 e 13790
' Illuminazione EN 15193
' Ventilazione EN 15241 Profilo utente - Apporti interni - Accuratezza e qualità del controllo - Metodo fattori BAC COMITATO ELETTROTECNICO ITALIANO © Riproduzione riservata User profiles and operation times for BAC efficiency OFFICE 0,0 0,1 0,2 0,3 0,4 0,5 0,6 0,7 0,8 0,9 1,0 0h 2h 4h 6h 8h 10h 12h 14h 16h 18h 20h 22h 24h OC C 17 19 21 23 25 27 °C Ts e t EN 152 32:2007 (E) B Metodo fattori BAC COMITATO ELETTROTECNICO ITALIANO © Riproduzione riservata Building Building type fBAC.EL fBAC.HC D C B A D C B A Non-residential Offices 1,10 1 0,93 0,87 1,51 1 0,80 0,70 Lecture hall 1,06 0,94 0,89 1,24 0,75 0,5a Education buildings (school) 1,07 0,93 0,86 1,20 0,88 0,80 Hospitals 1,05 0,98 0,96 1,31 0,91 0,86 Hotels 1,07 0,95 0,90 1,31 0,85 0,68 Restaurants 1,04 0,96 0,92 1,23 0,77 0,68 Wholesale and retail trade service buildings 1,08 0,95 0,91 1,56 0,73 0,6 ° Residential Single family houses
Apartment block
Other res. buildings or similar 1,08 0,93 0,92 1,10 0,88 0,81 BAC/TBM Efficiency factors '' EN 15232:2007 (E) Metodo fattori BAC COMITATO ELETTROTECNICO ITALIANO © Riproduzione riservata E GLI INCENTIVI' COMITATO ELETTROTECNICO ITALIANO © Riproduzione riservata La Legge di Stabilità 2016 in vigore dal 1 ° gennaio (L. n.208/2015, pubblicata nella G.U. n. 302 del 30/12/2015) ha prorogato fino al 31 dicembre 2016 sia la
detrazione fiscale del 65% per gli interventi di efficientamento energetico e di
adeguamento antisismico degli edifici, sia la detrazione del 50% per le
ristrutturazioni edilizie e tutta una serie di interventi tra cui l'installazione di
fotovoltaico e sistemi di accumulo. Le principali novità introdotte sono:

ECOBONUS DOMOTICA: Anche la domotica sarà incentivata con la detrazione fiscale del 65% per gli interventi di efficientamento energetico. L'incentivo è noto
come Ecobonus e varrà anche per le spese sostenute per l''acquisto, l''installazione e la messa in opera di ''dispositivi multimediali per il controllo da remoto degli impianti di riscaldamento, produzione di acqua calda e climatizzazione nelle unità
abitative, che garantiscono un funzionamento efficiente degli impianti, nonché dotati
di specifiche caratteristiche. ' (Nel 2015 queste soluzioni potevano accedere solo alle detrazioni del 50%, riservate alle ristrutturazioni). BONUS VIDEOSORVEGLIANZA: previsto un credito d''imposta per le famiglie che nelle proprie abitazioni istallano telecamere o sottoscrivono contratti con agenzie di
sorveglianza.
NOVITA'' DETRAZIONI FISCALI 2016 COMITATO ELETTROTECNICO ITALIANO © Riproduzione riservata Gli interventi devono essere eseguiti su unità immobiliari e su edifici (o su parti di edifici) esistenti, di qualunque categoria catastale, anche se rurali, compresi quelli strumentali (per l''attività d''impresa o
professionale). Non sono agevolabili, quindi, le spese effettuate in corso di costruzione.
Acquisto, installazione e messa in opera nelle unità abitative di sistemi di domotica, ossia multimediali per il controllo da remoto degli impianti di: ' riscaldamento, ' produzione di acqua calda, ' climatizzazione.
Questi dispositivi domotici devono: ' mostrare attraverso canali multimediali i consumi energetici, mediante la fornitura periodica dei dati; ' mostrare attraverso canali multimediali i consumi energetici, mediante la fornitura periodica dei dati; ' consentire l''accensione, lo spegnimento e la programmazione settimanale degli impianti da remoto. ECOBONUS: interventi incentivati COMITATO ELETTROTECNICO ITALIANO © Riproduzione riservata Il bonus videosorveglianza 2016 è un''agevolazione prevista al fine di favorire la sicurezza dei cittadini e prevenire attività criminali. Tale bonus consiste nel
riconoscimento di un credito d''imposta con un limite massimo di 15 milioni di euro, pertanto fino ad esaurimento risorse, per le spese effettuate dai cittadini per
acquistare sistemi di videosorveglianza digitale e per stipulare contratti per la
sorveglianza da parte di agenzie di vigilanza
per la prevenzione contro possibili
atti criminosi. Fino al 2015, si accedeva alla detrazione fiscale del 50% con il bonus ristrutturazioni edili.
Come funziona il credito d''imposta' Il credito d''imposta è una specie di buono che il cittadino può utilizzare nei confronti dello Stato in sede di dichiarazione dei
redditi, (compilando per esempio nel 730 precompilato il Quadro G - credito
d''imposta o il quadro RU del modello Unico), tale credito, può quindi essere scalato
nel momento in cui il contribuente deve pagare le tasse.
A chi spetta il bonus videosorveglianza 2016' Spetta alle sole persone fisiche
non nell'esercizio di attività di lavoro autonomo o di impresa, quindi solo ai cittadini
privati
non titolari di Partita IVA (sono escluse imprese, società, artigiani o
commercianti).

BONUS VIDEOSORVEGLIANZA COMITATO ELETTROTECNICO ITALIANO © Riproduzione riservata Meccanismo di incentivazione degli interventi finalizzati alla produzione di energia termica da fonti rinnovabili ed all''incremento dell''efficienza energetica di piccole dimensioni, introdotto dal D.M. 28 dicembre 2012, che ne ha definito le modalità
operative. La Conferenza Unificata il 20 gennaio 2016 ha approvato lo schema di decreto del nuovo Conto Termico 2.0 con procedure più semplici, nuove tipologie di interventi ed
incentivi più alti. Nella nuova versione del Conto Termico sono previsti 3 nuovi interventi incentivabili, solo per la Pubblica Amministrazione e della durata di 5 anni (in edifici esistenti, parti di
edifici esistenti o unità immobiliari esistenti di qualsiasi categoria catastale) :
' trasformazione in ''edifici a energia quasi zero' (NZEB);
' sostituzione di sistemi per l''illuminazione d''interni e delle pertinenze esterne degli edifici esistenti con
sistemi efficienti di illuminazione (che rispettino i requisiti di cui all''Allegato I);
' installazione di tecnologie di building automation degli impianti termici ed elettrici degli edifici: installazione di tecnologie di gestione e controllo automatico degli impianti termici ed elettrici degli edifici
ai fini del miglioramento dell''efficienza energetica nel riscaldamento, raffrescamento, ventilazione e
condizionamento, produzione di acqua calda sanitaria, illuminazione, controllo delle schermature solari,
centralizzazione e controllo integrato delle diverse applicazioni, diagnostica e rilevamento consumi
unitamente al miglioramento dei parametri (conformi ai requisiti tecnici previsti nell''Allegato I). CONTO TERMICO 2016 COMITATO ELETTROTECNICO ITALIANO © Riproduzione riservata Comitato Elettrotecnico Italiano GRAZIE!
Annalisa Marra ECD Engineering Consulting and Design annalisa.marra@ecd.it Via Maffi 21 27100 PAVIA Italy



© Eiom - All rights Reserved     P.IVA 00850640186