verticale

Non-Intrusive Inspection per valutare lo stato di integrità di una attrezzatura finalizzata alla verifica periodica

(in lingua inglese)

After carrying out the integrity review and obtaining the necessary information regarding the equipment condition, it is necessary to determine whether the equipment is intrinsically suitable for non-intrusive inspection as an alternative to the IVI. This decision process is the second stage of the NII planning process and it requires the definition of some intermediate steps, as shown in the following.

Scarica il PDF Scarica il PDF
Aggiungi ai preferiti Aggiungi ai preferiti


Atti di convegni o presentazioni contenenti case history
MCM ottobre 2016 La manutenzione per l’industria: applicazioni diagnostiche, predittive e proattive

Pubblicato
da Alessia De Giosa
MCM 2016Segui aziendaSegui




Settori: 


Estratto del testo
Veronafiere 19-20 ottobre 2016 Gli atti dei convegni e più di 7.000 contenuti su www.verticale.net Cogenerazione Termotecnica Industriale Pompe di Calore 27 ottobre Cogenerazione Termotecnica Industriale Pompe di Calore Alimentare Alimentare Petrolchimico Alimentare 28 ottobre Alimentare Petrolchimico Alimentare Alimentare Petrolchimico Visione e Tracciabilità 28 ottobre Luce Energia Domotica LED Luce Energia Domotica LED Non-Intrusive Inspection per la valutazione dello stato di integrità di una attrezzatura finalizzata alla verifica periodica secondo il D.M.11 Aprile 2011 (integrativo D.M. 329/04) BUREAU VERITAS ITALIA Elisa Latona Centre & South Area -Industry Division AIM Area Leader Mob. (+39) 349 2375151 elisa.latona@it.bureauveritas.com 2 MCM '' VERONA 19.10.2016 '' BUREAU VERITAS ITALIA INTRODUZIONE E RIFERIMENTI NORMATIVI ' La riqualificazione periodica di una attrezzatura a pressione viene regolamentata dal DM 11 Aprile 2011 (integrativo al DM 329/04). Tale decreto
disciplina le modalità di effettuazione delle verifiche periodiche di cui all''allegato. VII del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81. ' Allegato II '' punto 4 Per verifiche periodiche si intendono: a) La «prima delle verifiche periodiche»: b) Le «verifiche periodiche successive»: b1) di funzionamento; b2) interna; b3) di integrità (decennali). 4.1.4. Periodicità delle verifiche, differenti da quelle di cui all''allegato VII del decreto legislativo n. 81/12008, e tipologia di ispezioni alternative a quelle stabilite ai punti
seguenti, ma tali da garantire un livello di rischio equivalente, potranno essere
autorizzate in deroga, previa richiesta da inoltrare al Ministero dello sviluppo
economico.
3 MCM '' VERONA 19.10.2016 '' BUREAU VERITAS ITALIA COSA RICHIEDE LA LEGGE '' La verifica di integrità consiste nell'ispezione delle varie membrature mediante esame visivo eseguito dall'esterno e
dall'interno, ove possibile, in controlli spessimetrici ed eventuali
altri controlli che si rendano necessari a fronte di situazioni
evidenti di danno.
'' Quando l'attrezzatura ha caratteristiche tali da non consentire adeguate condizioni di accessibilità all'interno o risulta comunque
non ispezionabile esaustivamente, l'ispezione è integrata,
limitatamente alle camere non ispezionabili, con una prova di
pressione a 1.125 volte la pressione PS che può essere effettuata
utilizzando un fluido allo stato liquido 4 MCM '' VERONA 19.10.2016 '' BUREAU VERITAS ITALIA COMPITI DELL''ULITIZZATORE ' La programmazione di una ispezione visiva interna prevede: ' fermo dell''attrezzatura ' bonifica interna per permettere l''accessibilità ' rimozione di eventuali internals e predisposizione di opere
provvisionali (ponteggi) ' prova di pressione per le camere non ispezionabili Questo comporta: ' perdita di produzione ' rischio associato alle attività in spazi confinati ' tempi maggiori di fermata Richiesta degli utilizzatori: identificazione di tecniche alternative all''ispezione visiva interna. 5 MCM '' VERONA 19.10.2016 '' BUREAU VERITAS ITALIA ESPERIENZA DI BUREAU VERITAS ITALIA ' Campo di applicazione: ' Impianti soggetti alle verifiche periodiche secondo il DM 11 Aprile
2011 ' Proposta tecnica : ' Valutazione di tecniche ''Non-Intrusive' in alternativa all''ispezione visiva interna ' Vantaggi: ' Riduzione di attività in spazi confinati ' Riduzione dei costi ' Tempi minori di fermata ' Come: ' l''utilizzatore deve redigere un documento tecnico di supporto alla richiesta di ispezione alternativa 6 MCM '' VERONA 19.10.2016 '' BUREAU VERITAS ITALIA VALUTAZIONE TECNICA ' Se per le richieste di deroga per periodicità differenti è stato sviluppato un iter tecnico ormai consolidato con l''emissione di una relazione tecnica dove l''utilizzatore dimostra attraverso l''utilizzo di metodologie internazionali (API 581 Risk Based Inspection) il mantenimento di un
livello di rischio equivalente, la richiesta di deroga per ispezioni
alternative vengono inquadrate in uno scenario tecnico più complesso. ' Bureau Veritas ha redatto diverse procedure tecniche per la valutazione dell''applicabilità di tecniche Non - Intrusive ai fini di una certificazione. Sebbene tali procedure siano state emesse per progetti
al di fuori dei confini italiani e quindi non soggetti alla nostra
legislazione, la procedura potrebbe trovare applicazione anche per
attrezzature installate in Italia e soggette alle verifiche previste dal DM
11 Aprile 2011 7 MCM '' VERONA 19.10.2016 '' BUREAU VERITAS ITALIA Integrating RBI & NII 8 MCM '' VERONA 19.10.2016 '' BUREAU VERITAS ITALIA PROCEDURA TECNICA DI VALUTAZIONE ' BUREAU VERITAS
HA EMESSO UNA
PROCEDURA TECNICA
A91/NII-1
IL CUI SCOPO E'' LA VALUTAZIONE DEL PROCESSO DI ACCETTABILITA''
DI TECNICHE NON-INTRUSIVE 9 MCM '' VERONA 19.10.2016 '' BUREAU VERITAS ITALIA ' La procedura descrive requisiti minimi di accettabilità sull''utilizzo di tecniche ispettive Non - Intrusive (controlli non distruttivi specialistici) in sostituzione dell''ispezione visiva interna. SCOPE OF APPLICATION 10 MCM '' VERONA 19.10.2016 '' BUREAU VERITAS ITALIA ' L''Analisi di accettabilità di NII (Non-Intrusive Inspection) viene eseguita attraverso 6
steps successivi:
' Prima della campagna ispettiva :

1. Verifica dello storico ispettivo e valutazione dello stato di conservazione dell''item oggetto
di analisi 2. Review del processo decisionale seguito dall''utilizzatore al fine di dimostrare l''accettabilità
di NII 3. Valutazione del piano ispettivo alternativo proposto












' Dopo la campagna ispettiva : 1. Risultati dell''ispezione 2. Valutazione dei risultati 3. Strategia ispettiva futura OVERVIEW 11 MCM '' VERONA 19.10.2016 '' BUREAU VERITAS ITALIA FOCAL POINT

' Processo decisionale seguito dall''utilizzatore al fine di dimostrare l''accettabilità di NII (NON-INTRUSIVE INSPECTION).

 STANDARDs INTERNAZIONALI DI RIFERIMENTO: ' API 581/2008- Recommended practice
Risk Based Inspection '' Methodolgy



' Recommended practice '' DNV-RP-G103 Non-Intrusive Inspection


BUREAU VERITAS IS A
HOIS MEMBER STANDARD 12 MCM '' VERONA 19.10.2016 '' BUREAU VERITAS ITALIA HOIS JIP 13 MCM '' VERONA 19.10.2016 '' BUREAU VERITAS ITALIA CASE STUDY ''NII PROCEDURE 14 MCM '' VERONA 19.10.2016 '' BUREAU VERITAS ITALIA EQUIPMENT PROFILE '' KO- DRUM 'The first stage of non-intrusive inspection planning process is to carry out a detailed review of the
equipment. The aim is to ensure that the inspection planners have a comprehensive understanding
of the design, operation, current condition and anticipated degradation mechanisms that may affect
the equipment in service. Background information are listed as follow.  Identity and design, Detailed drawings 'Assembly and Detail Drawing No. 1385/1 rev. 5 'Process Flow Diagram No. J-63-D-O-1123-01 rev.C3 '- Size: 3000 mm ID x 9000 mmm TL-TL (Horizontal) '- Design Pressure: 3,5 barg ; - Design Temperature: -29/130 °C '- Material: Carbon Steel (SA 516 Gr. 60 N) '1. Ell. Heads: 12 mm ; 2. Shell: Course A-C 12 mm, Course B 15 mm '3. Corrosion Allowance: 6 mm : - Internal coil 2': A106 Gr. B , 11,07 mm (CA 6 mm) 'No. of Nozzles: 21 ;No. Connections for piping: 6 Type of vessel and function 'The vessel XXXX is part of the unit XXXX'' Flare System. The flare gas is discharged from the main header to the LP
Flare KO Drum where the liquid hydrocarbon are separated. The coil is provided to facilitate the vaporization of the light
hydrocarbon. The gas phase is relieved to the LP Flare. No liquid is expected in normal operation. CASE STUDY '' STEP 1 '' INTEGRITY REVIEW 'DI SEGUITO L''ANALISI DI DETTAGLIO RELATIVA AD UN''ATTREZZATURA SU CUI E'' STATA APPLICATA LA METODOLOGIA SOPRA DESCRITTA 15 MCM '' VERONA 19.10.2016 '' BUREAU VERITAS ITALIA Operating and service details
Stream composition: Low pressure fuel gas, flash gas from Off gas compressor,
crude and condensate from PSVs releases. Representative component: C3+  Possible flaws/degradation
'Analysis of potential damage mechanisms based on application of international
codes:
'''API 571: Damage Mechanisms Affecting Fixed Equipment in the Refining Industry'
'''API 581-RBI Risk-Based -Inspection Technology-2008' CASE STUDY '' STEP 1 '' INTEGRITY REVIEW 16 MCM '' VERONA 19.10.2016 '' BUREAU VERITAS ITALIA RISK BASED INSPECTION APPROACHES The RBI analysis carried out is a quantitative level analysis, that could be compared to a type of
Corrosion Risk Assessment (CRA). CRAs can be carried out at different levels, depending by the nature and extent of the study. The
boundaries are CRA type 1, essentially a basic assessment, and CRA type 4, essentially an in-depth
assessment. 'The RBI carried out could be compared to a Corrosion Risk Assessment Type 3 (CRA TYPE 3) CORROSION RISK ASSESSMENT (CRA) CRA Type 3 A comprehensive assessment including an in-depth theoretical study based on process and materials information.
The following issues need to be addressed: ' types of degradation ' growth rates for each type of degradation identified as of concern: ' the locations where each type of degradation is likely to be active: ' upset conditions that can lead to accelerated degradation The RBI Analysis has as main purpose the calculation of the risk level of the equipment. In particular the study shows the risk at the actual condition (without inspection) and its prevision with an inspection
to be performed on the current year. For each damage mechanism identified, API 581 provides an inspection guideline with the same level of
effectiveness for intrusive or non-intrusive methodology. 17 MCM '' VERONA 19.10.2016 '' BUREAU VERITAS ITALIA CASE STUDY '' STEP 2 '' DECISION PROCESS 'DECISION PROCESS After carrying out the integrity
review and obtaining the
necessary information regarding
the equipment condition, it is
necessary to determine whether
the equipment is intrinsically
suitable for non-intrusive
inspection as an alternative to the
IVI. This decision process is the
second stage of the NII planning
process and it requires the
definition of some intermediate
steps, as shown in the following 18 MCM '' VERONA 19.10.2016 '' BUREAU VERITAS ITALIA CASE STUDY '' STEP 2 '' HIGH LEVEL DECISION 'NII IS POSSIBLE 19 MCM '' VERONA 19.10.2016 '' BUREAU VERITAS ITALIA CASE STUDY '' STEP 3 '' PLANNING PROCESS 'L''efficacia dell''ispezione
riportata in tabella è il risultato
dello studio RBI condotto a
supporto di tutto il processo
decisionale 'L'' API 581 riporta in base al
meccanismo di danno
identificato una categoria di
efficacia 20 MCM '' VERONA 19.10.2016 '' BUREAU VERITAS ITALIA API GUIDELINES FOR ASSESSING INSPECTION EFFECTIVENESS 'L'' API 581 riporta in base al
meccanismo di danno identificato una
categoria di efficacia. Sulla base della categoria è possibile
scegliere un metodo Intrusive o Non-
Intrusive
mantenendo la stessa
efficacia. 21 MCM '' VERONA 19.10.2016 '' BUREAU VERITAS ITALIA CONCLUSIONI ' BUREAU VERITAS ATTRAVERSO LA PROPRIA ESPERIENZA A LIVELLO INTERNAZIONALE, PUO'' SUPPORTARE L''UTILIZZATORE NELLA VALUTAZIONE DELL''APPLICABILIT' DI UN'' ISPEZIONE ALTERNATIVA COME SOGGETTO DI
TERZA PARTE DI FRONTE AL MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO AL
FINE DI ANALIZZARE, VERIFICARE E CONFERMARE CHE LA RICHIESTA NON
MODIFICHI IL LIVELLO DI RISCHIO DELLE ATTREZZATURE OGGETTO DI
DEROGA. 22 MCM '' VERONA 19.10.2016 '' BUREAU VERITAS ITALIA FINE


In evidenza

2G Italia
Cogenerazione e trigenerazione dal leader tecnologico mondiale
SD Project
SPAC : Il Software per la progettazione Elettrica
ExxonMobil
Grassi Mobil™ - Formulati per fornire elevate prestazioni anche in condizioni operative estreme
© Eiom - All rights Reserved     P.IVA 00850640186