verticale

Lindt & Sprungli Italia: gestione manutenzione e magazzino "in Touch"

Oltre a poter scaricare uno o più pezzi di ricambio all’ODL il Touch permette di gestire altre attività di magazzino:
• Statistica dei movimenti di scorta recenti
• Possibilità di fare uscire un pezzo di ricambio senza doverlo per forza associare ad un ODL
• Possibilità di integrare un pezzo a magazzino
• Modificare l’ubicazione
• Eseguire un inventario spontaneo (in loco in tempo reale su un’ubicazione scelta)
• Eseguire un inventario preparato (dall’ufficio dal responsabile)

Scarica il PDF Scarica il PDF
Aggiungi ai preferiti Aggiungi ai preferiti


Atti di convegni o presentazioni contenenti case history
MCM ottobre 2016 Ingegneria di Manutenzione: prodotti, servizi, monitoraggio e CMMS evoluti a supporto dell’affidabilità e dei sistemi manutentivi “maturi”

Pubblicato
da Alessia De Giosa
MCM 2016Segui aziendaSegui




Settori: 

Parole chiave: 


Estratto del testo
Veronafiere 19-20 ottobre 2016 Gli atti dei convegni e più di 7.000 contenuti su www.verticale.net Cogenerazione Termotecnica Industriale Pompe di Calore 27 ottobre Cogenerazione Termotecnica Industriale Pompe di Calore Alimentare Alimentare Petrolchimico Alimentare 28 ottobre Alimentare Petrolchimico Alimentare Alimentare Petrolchimico Visione e Tracciabilità 28 ottobre Luce Energia Domotica LED Luce Energia Domotica LED Verona, 20 Ottobre Klodian Farruku
Lindt & Sprüngli Italia
Maintenance specialist
Gestione manutenzione e magazzino "in Touch" 1845: a Zurigo, il maestro pasticciere Rudolf Sprüngli inizia a produrre
cioccolato
1879: Rodolphe Lindt, scopre il segreto per rendere il cioccolato più morbido e
vellutato tramite un sistema di ''concaggio' 1899: nasce la "Chocoladefabriken Lindt & Sprüngli AG'' 1909: nasce a Varese la fabbrica di caramelle Bulgheroni S.p.A
1947: viene firmato un accordo di licenza esclusiva tra il gruppo Lindt e la
Bulgheroni S.p.A., che prevede la produzione e commercializzazione dei
prodotti Lindt in Italia. Il marchio Lindt inizia a essere conosciuto e apprezzato
anche nel nostro Paese
1984: l''alta qualità della produzione e la crescita del marchio Lindt in Italia porta alla costruzione dell''unità produttiva di Induno Olona 1993: la Bulgheroni S.p.A. viene acquistata dalla casa madre e diventa Lindt &
Sprüngli S.p.A.
Oggi: Il Gruppo Lindt & Sprüngli ha sedi produttive in Svizzera, Germania,
Francia, Italia, Stati Uniti ed Austria. La storia Lindt & Sprüngli, azienda leader nel mercato del cioccolato di alta qualità, offre un''ampia selezione di prodotti in più di 100 paesi nel mondo, con 6 poli produttivi in Europa, 6 negli Stati Uniti d''America ed uffici commerciali nei quattro continenti. La struttura del gruppo ' Pralines (LINDOR), tavolette, prodotti stagionali Induno Olona, Varese, Italia La struttura del gruppo Zona Sud: ' 25.000 mq di area produttiva ' 2.500 mq di uffici Zona Nord: ' 14.000 mq di produzione ' 2.000 mq di magazzino ' 800 mq di uffici ' 300 mq di laboratori di Ricerca e Sviluppo Lindt Italia è specializzata nella produzione di Boules Lindor per il mercato interno e per tutti i
paesi europei e nella produzione delle collezioni stagionali. Circa 1000 referenze vengono
prodotte in media ogni anno. Lindt Italia oggi I nostri prodotti Struttura della manutenzione Il nostro organigramma A. Cicero K. Farruku Tecnico del processo Tecnico dell''automazione Capo dei manutentori 10 Manutentori Elettrici 14 Manutentori Meccanici Impegno in fabbrica ' La nostra fabbrica lavora su 3 turni coprendo tutta la giornata. 24 h / 24 h ' Mediamente si fanno 15 turni alla settimana ' Per la manutenzione ci sono 4 tipologie di turni ' 06:00-14:00 1° Turno
' 14:00-22:00 2° Turno
' 22:00-06:00 3° Turno
' 08:00-17:00 Giornata ' In media troviamo 4/5 manutentori tra elettrici e meccanici a turno. 1- Richieste urgenti: 1. La produzione chiama utilizzando il telefono.
2. Il manutentore libero si reca sul posto ed apre un ODL.
3. A fine lavoro chiude l''ODL descrivendo bene il lavoro fatto. 2- Richieste non urgenti: 1. Creazione delle RDI in CARL Source
2. Le RDI vengono girate ai responsabili di area
3. Le RDI vengono valutate (possono essere rifiutate, rimandare al mittente per chiedere un complemento, indirizzate al manutentore
che effettuerà il lavoro). 4. Il manutentore le prende in carico e svolge l''attività 5. Chiusura della RDI. Gestione dei problemi Maschera di inserimento Web delle RDI QK SK SUG Cartellini Piano azione sicurezza AIB Facility TECMAN Vengono utilizzati nel progetto LEAN MANUFACTURING Segnalazioni di possibili problemi di sicurezza in fabbrica Richiesta per la sicurezza alimentare. Richiesta per lavori nell''area facility. Sono richieste generate dai tecnici di manutenzione che si accorgono di problemi ma nono possono intervenire con l''impianto in produzione. Tipologie delle RDI QK SK SUG Cartellini Vengono utilizzati nel progetto LEAN MANUFACTURING Lo stabilimento di Induno è il primo del gruppo ad ottenere il premio Tpm Excellence Award. Progetto LEAN La scelta di passare al Touch Carl Source 4.0 ' Carl Source è stato implementato nel 2010, entrando a pieno regime dal inizio 2012. ' L''upgrade alla versione 4.0 è stato fatto ad Aprile del 2015 ' L''upgrade al CARLTouch è stato fatto nel Febbraio 2016 Carl Source '' Situazione ad Oggi Informazioni gestite da Carl ad oggi: ' Abbiamo a sistema quasi 100 utenti attivi ' Ogni mese registriamo più di 2050 ODL di cui ' 15 % manutenzione correttiva
' 35 % manutenzione preventive
' 5% manutenzione a guasto.
' La rimanente parte è distribuita tra interventi per: assistenza alla produzione, cambio formato, installazione nuovi macchinari e altro. ' Abbiamo circa 13 richieste di intervento (non urgenti) al giorno ' Gestiamo quasi 7400 articoli a magazzino ' Dispositivo Mobile ' Registrazione interventi manutentivi ' Creazione e gestione manutenzione preventiva ' Gestione informatica magazzino ricambi ' Carta d''identità macchina sul Touch L''utilizzo di Carl ' Dispositivo Mobile ' Registrazione interventi manutentivi ' Creazione e gestione manutenzione preventiva ' Gestione informatica magazzino ricambi ' Carta d''identità macchina sul Touch L''utilizzo di Carl Ogni manutentore è munito con il suo PDA, il quale
permette di: ' Registrare gli interventi in loco.
' Consuntivare le manutenzioni preventive
' Scaricare le parti di ricambio dal magazzino utilizzando il lettore bar code. ' Gestione magazzino (inventari) Carl Touch ' Dispositivo Mobile ' Registrazione interventi manutentivi ' Creazione e gestione manutenzione preventiva ' Gestione informatica magazzino ricambi ' Carta d''identità macchina sul Touch L''utilizzo di Carl Consuntivo Ordine Di Lavoro I manutentori utilizzano il bare code per individuare la macchina dove hanno eseguito
l''intervento. Zero errori, i dati registrati sono precisi e con il dettaglio desiderato. Campo si compila
in automatico
utilizzando il bare
code *Etichette resistenti all''acqua, metal detectable, resistenti alla temperatura. Consuntivo Ordine Di Lavoro: obiettivo 90 % Consuntivo Ordine Di Lavoro: obiettivo 90 % Consuntivo Ordine Di Lavoro In ciascun ODL è possibile allegare dei
documenti che servono da complemento
al commento del manutentore. 26 A A- Qui devo utilizzare gli stessi bar
code che usa la produzione per le
causali in MES. IMPORTANTE: Comunicare con la
produzione per acquisire la stessa
voce.
Consuntivo Ordine Di Lavoro: sintomo
da barcode
27 A Verificare che il codice
sia stato acquisito Infine
salvare Consuntivo Ordine Di Lavoro: sintomo
da barcode
' Dispositivo Mobile ' Registrazione interventi manutentivi ' Creazione e gestione manutenzione preventiva ' Gestione informatica magazzino ricambi ' Carta d''identità macchina sul Touch L''utilizzo di Carl Gestione della manutenzione preventiva 1 2 3 Preventiva con il Touch Nel modulo Operazioni troviamo la lista delle attività da fare. Il manutentore qui spunta
le attività fatte. Alcune di esse possono essere obbligatorie e devono essere svolte per
poter chiudere ODL. ' Dispositivo Mobile ' Registrazione interventi manutentivi ' Creazione e gestione manutenzione preventiva ' Gestione informatica magazzino ricambi ' Carta d''identità macchina sul Touch L''utilizzo di Carl Scarico del Magazzino dal Touch su ODL Possibilità di utilizzare i codici
a barre per fare l''uscita delle parti di ricambio dal magazzino Scarico del Magazzino dal Touch su ODL A - Inserire la quantità prelevata B- Questa funzione permette di fare un
inventario continuo dei pezzi che utilizziamo. A B Scarico del Magazzino dal Touch su ODL Oltre a poter scaricare uno o più pezzi di
ricambio all''ODL il Touch permette di gestire altre attività di magazzino:
' Statistica dei movimenti di scorta recenti
' Possibilità di fare uscire un pezzo di ricambio senza doverlo per forza associare ad un ODL ' Possibilità di integrare un pezzo a magazzino ' Modificare l''ubicazione
' Eseguire un inventario spontaneo (in loco in tempo reale su un''ubicazione scelta) ' Eseguire un inventario preparato (dall''ufficio dal responsabile) Gestione del magazzino con Touch ' Dispositivo Mobile ' Registrazione interventi manutentivi ' Creazione e gestione manutenzione preventiva ' Gestione informatica magazzino ricambi ' Carta d''identità macchina sul Touch L''utilizzo di Carl 1 2 Caratteristiche macchina Caratteristiche macchina Caratteristiche macchina Le sfide future ' Integrazione tra MES e CARL Source tramite
webservices (ricevere in automatico sul Touch del manutentore la
segnalazione della produzione con la causale di fermo) ' Arricchimento dell''albero impianti per reparti/aree
poco esplosi (definizione di standard di costruzione dell''albero) ' Inserimento dentro ciascuna scheda macchina
del link di accesso documentale (repository aziendale) Sfide in corso e future Grazie per l''attenzione kfarruku@lindt.com


© Eiom - All rights Reserved     P.IVA 00850640186