verticale

Le biomasse solide per lavorare il sughero

Lavorare il sughero ‘divora’ l’energia
I processi industriali della Molinas sono particolar-mente energivori: la lavorazione del sughero prevede infatti processi come la bollitura, l’essicazione e la sterilizzazione, che richiedono una enorme quantità di acqua calda e vapore e che sono molto costosi se si ricorre ai combustibili fossili. Di qui l’idea di utiliz-zare le biomasse solide, che costano fino alla metà rispetto ai derivati del petrolio e ai gas naturali.

Scarica il PDF Scarica il PDF
Aggiungi ai preferiti Aggiungi ai preferiti


Redazionali o presentazioni di prodotto/di azienda
GUIDA 2017 mcTER - Key Energy

Pubblicato
da Alessia De Giosa




Settori: 

Parole chiave: 


Estratto del testo
Prodotti & Soluzioni COGENERAZIONE 52 atteso un risparmio del 50% sul conto energia con
l'attivazione di un impianto a cogenerazione alimen-
tato da una caldaia Uniconfort a biomasse solide
nell'azienda sarda Molinas, una realt leader in Ita-
lia per la lavorazione del sughero. Lavorare il sughero 'divora' l'energia
I processi industriali della Molinas sono particolar-
mente energivori: la lavorazione del sughero prevede
infatti processi come la bollitura, l'essicazione e la
sterilizzazione, che richiedono una enorme quantit
di acqua calda e vapore e che sono molto costosi se
si ricorre ai combustibili fossili. Di qui l'idea di utiliz-
zare le biomasse solide, che costano fino alla met
rispetto ai derivati del petrolio e ai gas naturali. La soluzione
Il combinato biomasse solide e cogenerazione porta
a un forte taglio dei costi. La caldaia viene alimen-
tata con cippato di origine forestale, ricavato dalla
manutenzione dei boschi locali, e con gli scarti della
lavorazione del sughero, materiale a costo zero che
permette di abbassare ancora di pi il conto energe-
tico. Inoltre, il processo di cogenerazione permette di
ottimizzare l'utilizzo del combustibile migliorandone la resa economica e accelerando i
tempi di ammortizzazione dell'inve-
stimento. L'impianto, in fase di ulti-
mazione, potr godere anche degli
incentivi previsti dalle FER, il cui iter
di accesso stato supportato dalla
stessa Uniconfort. L'impianto
Uniconfort ha progettato, realizza-
to e installato l'intero impianto: una
caldaia Global 500 che alimenta un
generatore elettrico capace di 199 KW di potenza elettrica, e che produce 7,5 ton/ora
di vapore. Tre gli output del sistema: 3,5 ton/ora di
vapore vengono avviati ai processi, 4 ton/ora vengo-
no avviati all'espansore per produrre 2 MW di acqua
calda a 90-95C necessaria ai processi industriali e
al riscaldamento dei locali, e per generare 199 kW
di energia elettrica, che viene venduta alla rete. UNICONFORT
Le biomasse solide per lavorare il sughero UNICONFORT www.uniconfort.com Caldaia GLOBAL 500 da 5,8 MW, che pro-
duce 7,5 ton/h di vapore complessivi
e genera 199 KW di energia elettrica Combustibile Cippato di origine forestale e scarti
della lavorazione del sughero Consumo
biomassa 12.500 ton/anno


© Eiom - All rights Reserved     P.IVA 00850640186