verticale

La sicurezza dei lavori in quota inizia con un idoneo sistema di ancoraggio

Generalmente la parola “ancoraggio” è un termine usato per indicare diversi tipologie di sistemi di fissaggio. La legislazione e la normativa affrontano e definiscono in maniera diversa gli “ancoraggi”. In relazione a quale normatore (CEN, EOTA, Legislatore nazionale) ha trattato il dispositivo, ne è risultata una terminologia differente. Gli ancoraggi nei ponteggi fissi di facciata non sono soggetti ad alcuna direttiva e devono quindi rispondere alla legislazione nazionale (D.Lgs. 81/08) e per i quali, dove è possibile utilizzarli, esistono sul mercato ancoranti marcati CE (secondo la CPD) e golfari qualificati dai fabbricanti.

Scarica il PDF Scarica il PDF
Aggiungi ai preferiti Aggiungi ai preferiti


Atti di convegni o presentazioni contenenti case history
Intervento al convegno "La classificazione degli ancoraggi", Bologna, 2011

Pubblicato
da Alessia De Giosa
VerticaleSegui aziendaSegui




Settori: 

Parole chiave: 


Estratto del testo
Luigi Cortis Via di Fontana Candida 1, 00040 Monte Porzio Catone (Roma) telefono +39 06/94181490 - fax +39 06/94181230 e-mail: luigi.cortis@ispesl.it Dipartimento Tecnologie di Sicurezza ex ISPESL SAIE Quartiere fieristico Bologna 7 OTTOBRE 2011 La classificazione degli ancoraggi La classificazione degli ancoragg 2 Ancoraggio D ip a rt im e n to T e c n o lo g ie d i S ic u re zz a e x I S P E S L 3 Ancoraggio
Che cosa rappresenta comunemente D ip a rt im e n to T e c n o lo g ie d i S ic u re zz a e x I S P E S L Etimologia: La parola ''ancoraggio' deriva dalla parola base ''ancora' (arnese di ferro che gettato nel fondo del mare tiene ferma la nave),
derivata a sua volta dal latino '' 'ncora' e dal greco ''ánkyra' cioè '' curvatura'. Quindi una sorta di uncino, di gancio che permette di ancorarti o di agganciarti ad un elemento stabile. Definizione:''Collegamento di strutture o parti di esse fra loro o al suolo' oppure'' Collegamento ad un punto o a elemento fisso, stabile, o comunque atto a fornire sufficienti garanzie di sicurezza'
(punto di vista della funzione) 4 Ancoraggio
Che cosa è 'Generalmente la parola '' ancoraggio' è un termine usato per indicare diversi tipologie di sistemi di fissaggio. 'La legislazione e la normativa affrontano e definiscono in maniera diversa gli '' ancoraggi'. 'In relazione a quale normatore (CEN, EOTA, Legislatore nazionale) ha trattato il dispositivo, ne è risultata una terminologia differente. Definizione di ancoraggio dal punto di vista della sua costituzione: (corrisponde a quella delle ETAG 001-1) ''L''ancoraggio' è l''insieme di tre elementi: ' il materiale base; ' l''ancorante; ' l''elemento da fissare. Si identifica quindi:
' ''quello' che devo fissare, ' ''dove' lo devo fissare e ' ''per mezzo di cosa' lo devo fissare. D ip a rt im e n to T e c n o lo g ie d i S ic u re zz a e x I S P E S L 5 Ancoraggio
Che cosa è 'Il materiale base è costituito generalmente da una struttura in calcestruzzo, in acciaio, in legno, ecc. che possiede idonee caratteristiche di resistenza e
stabilità. 'L'' ancorante è l''elemento lavorato ed assemblato per consentire l''ancoraggio tra il materiale base e l''elemento da fissare. 'L'' elemento da fissare è l''elemento che deve essere fissato al materiale base. 'L'' oggetto da fissare è concettualmente diverso: esso non fa parte dell''ancoraggio ma generalmente costituisce (si pensi al collegamento dei
DPI contro le cadute dall''alto) lo scopo dell''installazione dell''ancoraggio. D ip a rt im e n to T e c n o lo g ie d i S ic u re zz a e x I S P E S L 6 Considerazioni: 1. ''L'' elemento da fissare' non corrisponde ''all''oggetto da ancorare'. 2. ''l'' elemento da fissare' e ''l'' ancorante' possono costituire un solo elemento (su di esso va collegato l''oggetto da ancorare). 3. ''l'' ancorante', ''l''e lemento da fissare' ed ''il materiale base' possono costituire un solo elemento. D ip a rt im e n to T e c n o lo g ie d i S ic u re zz a e x I S P E S L Ancoraggio
Che cosa è 7 1. ''L'' elemento da fissare' non corrisponde ''all''oggetto da ancorare'. D ip a rt im e n to T e c n o lo g ie d i S ic u re zz a e x I S P E S L Ancoraggio
Che cosa è L'' oggetto da ancorare è il connettore + tutto quello
che vi è collegato. 8 2. ''L'' elemento da fissare' e ''l''ancorante' possono essere costituiti da un solo elemento (su di esso va collegato l''oggetto da ancorare). D ip a rt im e n to T e c n o lo g ie d i S ic u re zz a e x I S P E S L Ancoraggio
Che cosa è Ancorante
(golfare) Punto di ancoraggio
(occhiello) 9 3. ''L'' ancorante', ''l''elemento da fissare' ed ''il materiale base' possono costituire un solo elemento. D ip a rt im e n to T e c n o lo g ie d i S ic u re zz a e x I S P E S L Ancoraggio
Che cosa è Salita su traliccio
con cordino a Y L''ancorante,
l''elemento da fissare
ed il materiale base sono rappresentati dal
traliccio
(montanti e diagonali) Oggetto da
ancorare
(connettore) 10 Sistema di ancoraggio per casseforme D ip a rt im e n to T e c n o lo g ie d i S ic u re zz a e x I S P E S L Ancorante: piastra filettata, barra ancorante filettata, cono asportabile, vite per cono Elemento da fissare: rocchetto Materiale base Ancoraggio
Che cosa è 11 D ip a rt im e n to T e c n o lo g ie d i S ic u re zz a e x I S P E S L Ancoraggio
L''origine(i) della(e) classificazione(i) Il prodotto ancoraggio: materiale base, ancorante,
elemento da fissare. Direttiva Prodotti da Direttiva Prodotti da Costruzione Costruzion CPD CP 89/106/CEE 89/106/CE Norme armonizzate Norme armonizzat Benestare tecnici Benestare tecnic Specificazioni Specificazioni tecniche tecnich Marcatura CE Marcatura C Direttiva Dispositivi Direttiva Dispositivi Protezione Individuale Protezione Individual DPI (PPE) DPI (PPE 89/686/CEE 89/686/CE Norme armonizzate Norme armonizzat Marcatura CE Marcatura C Nessuna Direttiva Specifica Nessuna Direttiva Specific Direttiva Sicurezza Direttiva Sicurezza Generale dei Prodotti Generale dei Prodotti GSPD GSP 2001/95/CE 2001/95/C Legislazione nazionale Legislazione nazional Norme tecniche Norme tecnich Sistemi qualit Sistemi quali à Nessuna Marcatura CE Nessuna Marcatura C 12 Ancoranti secondo la Direttiva Prodotti da Costruzione 89/106/CEE (DPR 21.04.1993 n. 246) Gli ancoranti metallici per il calcestruzzo sono considerati prodotti per uso strutturale innovativi ed il produttore dovrà pervenire alla marcatura
in conformità a Benestare Tecnico Europeo (ETA '' European Technical Approvals che è valutazione tecnica positiva all''impiego per l''utilizzo di un
prodotto da costruzione, di uno specifico produttore, per un determinato
utilizzo). Le ETA vengono rilasciate, da Organismi Tecnici Europei accreditati (EOTA), seguendo i disposti delle linee guida ETAG (European Technical Approval Guideline), in assenza di norme armonizzate ai sensi della Direttiva CPD. Le ETAG vengono elaborate da un organismo europeo EOTA (European Organization for Technical Approvals) composto da organismi nazionali
europei. Le ETAG 001 (1997) riguardano gli ancoraggi metallici per utilizzo su calcestruzzo. D ip a rt im e n to T e c n o lo g ie d i S ic u re zz a e x I S P E S L Ancoraggio (Direttiva CPD) Ancoranti 13 Per gli ancoranti ci sono differenti possibilità di qualifica chiamate opzioni. D ip a rt im e n to T e c n o lo g ie d i S ic u re zz a e x I S P E S L Ancoraggio (Direttiva CPD) Ancoranti 14 Gli ancoranti secondo la ETAG 001 possono essere classificati in cinque categorie:
- ancoranti ad espansione a controllo di coppia (ETAG 001 parte 2). - ancoranti sottosquadro (ETAG 001 parte 3). - ancoranti ad espansione a controllo di spostamento (ETAG 001 parte 4). - ancoranti chimici (ETAG 001 parte 5 con modifiche TR 029). - ancoranti leggeri per impiego non strutturale (ETAG 001 parte 6). D ip a rt im e n to T e c n o lo g ie d i S ic u re zz a e x I S P E S L Ancoraggio (Direttiva CPD)
Ancoranti 15 La UNI EN 516 si applica alle ''installazioni per l''accesso al tetto', fissate permanentemente a parti strutturali di tetti inclinati, per stare in piedi o
camminare durante l''ispezione, la manutenzione e la riparazione delle
attrezzature e/o degli impianti collocati sul tetto ( Norma armonizzata CPD). La norma non si applica alle scale permanentemente fissate sui tetti inclinati.
Le installazioni per l''accesso al tetto comprendono passerelle, piani di camminamento e scalini posapiede. Le installazioni per l''accesso ai tetti sono classificate come segue: ' Classe 1: installazioni che non devono essere usate come punti di ancoraggio ai quali possono essere agganciati DPI contro le
cadute dall''alto o di trattenuta; ' Classe 2: installazioni che possono essere usate come punti di ancoraggio ai quali possono essere agganciati DPI contro le cadute dall''alto o di trattenuta. Le installazioni per l''accesso al tetto ricadono sotto la Direttiva CPD, pertanto seguono la relativa procedura per l''attestazione di conformità e
vanno marcati . D ip a rt im e n to T e c n o lo g ie d i S ic u re zz a e x I S P E S L Ancoraggio (Direttiva CPD)
Elementi da fissare - Accessori prefabbricati per coperture 16 La UNI EN 517 si applica ai ganci di sicurezza per tetti, installati permanentemente a parti strutturali di tetti inclinati (Norma armonizzata
CPD). Tali ganci sono progettati :
' per ancoraggio di scale per tetti, ' per supportare piattaforme di lavoro e possono essere utilizzati (simultaneamente) ' come punti di ancoraggio ai quali possono essere agganciati DPI contro le cadute dall''alto o di trattenuta, se certificati in tal senso dal fabbricante. La UNI EN 517 non si applica alle installazioni (ganci di sicurezza per tetti) che vengono usate esclusivamente come punti di ancoraggio per DPI contro le cadute dall''alto o di trattenuta. I ganci di sicurezza devono essere usati da una sola persona alla volta con l''impiego di un assorbitore di energia. I ganci di sicurezza per tetti ricadono sotto la Direttiva CPD, pertanto seguono la procedura per l''attestazione di conformità e vanno marcati . D ip a rt im e n to T e c n o lo g ie d i S ic u re zz a e x I S P E S L Ancoraggio (Direttiva CPD)
Elementi da fissare - Accessori prefabbricati per coperture 17 D ip a rt im e n to T e c n o lo g ie d i S ic u re zz a e x I S P E S L I ganci di sicurezza per tetti si differenziano come segue: ' Tipo A: ganci progettati per sostenere forze nella direzione del pendio del tetto (asse Y); ' Tipo B: ganci progettati per sostenere forze nella direzione del pendio del tetto (asse Y), nella direzione opposta (asse ''Y), come pure nella direzione perpendicolare e parallela alla superficie del tetto (asse X). Ancoraggio (Direttiva CPD)
Elementi da fissare - Accessori prefabbricati per coperture Anello Gancio base Sistema di fissaggio -x 18 La UNI EN 795 ha come scopo quello di definire, individuare e classificare i '' dispositivi di ancoraggio' progettati esclusivamente per l''uso con i DPI contro le cadute dall''alto. La UNI EN 795 non si applica ai ganci (UNI EN 517), alle passerelle per tetti (UNI EN 516) e ai punti di ancoraggio fissi facenti parte della struttura originale. Lo scopo della UNI EN 795 è differente rispetto a quello delle ETAG 001 e può considerarsi complementare a quest''ultima, in quanto essa si concentra sull'' elemento da fissare (dispositivo di ancoraggio) al materiale base. Sono marcati i dispositivi di ancoraggio realizzati secondo la norma UNI EN 795 quando sono provvisori portatili provvisori portatil , , ovvero: ovvero - trasportabili - installabili secondo le istruzioni del fabbricante (anche con bulloni); - rimovibili (devono essere rimossi) a fine lavoro dall''utilizzatore, ma soprattutto progettati dal fabbricante in tal senso. Quando un dispositivo di ancoraggio è marcato ai sensi della direttiva DPI marcato ai sensi della direttiva DPI è considerato un DPI. D ip a rt im e n to T e c n o lo g ie d i S ic u re zz a e x I S P E S L Ancoraggio (Direttiva DPI - norma tecnica UNI EN 795) Elementi da fissare '' Dispositivi di ancoraggio 19 Tipo A
Il tipo A comprende i dispositivi di ancoraggio con uno o più punti di ancoraggio stazionari (non mobili), durante l''uso e, con la necessità di
ancoraggio o più ancoraggi strutturali (fig. 1) o elemento (fig. 2) o più elementi di fissaggio, da fissare alla struttura. D ip a rt im e n to T e c n o lo g ie d i S ic u re zz a e x I S P E S L Ancoraggio (Direttiva DPI - norma tecnica UNI EN 795) Elementi da fissare '' Dispositivi di ancoraggio Legenda: 1 Struttura (materiale base) 2 Elemento di fissaggio (ancorante) 3 Ancoraggio strutturale (ancorante)
4 Dispositivo di ancoraggio (elemento da fissare)
5 Punto di ancoraggio (elemento da fissare) Fig. 1 Fig. 2 4 5 4 3 1 5 2 1 20 Tipo B
Il tipo B comprende i dispositivi di ancoraggio con uno o più punti di ancoraggio stazionari (non mobili) , senza la necessità di ancoraggio o più
ancoraggi strutturali o elemento o più elementi di fissaggio da fissare alla
struttura. D ip a rt im e n to T e c n o lo g ie d i S ic u re zz a e x I S P E S L Ancoraggio (Direttiva DPI - norma tecnica UNI EN 795) Elementi da fissare '' Dispositivi di ancoraggio Legenda:
1 Struttura '' Suolo (materiale base) Nel treppiede l'' attrito ed il suolo sono ancoranti 2 Dispositivo di ancoraggio - Fettuccia (elemento da fissare) (ancorante) 3 Dispositivo di ancoraggio -Treppiede (elemento da fissare) 4 Dispositivo di ancoraggio - Punto di ancoraggio (elemento da fissare) 1 3 2 1 4 4 21 Tipo C
Il tipo C comprende i dispositivi di ancoraggio che utilizzano linee di ancoraggio flessibili che deviano dall''orizzontale non più di 15°, misurati
tra un ancoraggio di estremità ed uno intermedio. D ip a rt im e n to T e c n o lo g ie d i S ic u re zz a e x I S P E S L Ancoraggio (Direttiva DPI - norma tecnica UNI EN 795) Elementi da fissare '' Dispositivi di ancoraggio Leg enda: 1 Struttura (materiale base)
2 Dispositivo di ancoraggio '' Linea di ancoraggio flessibile(elemento da fissare) 3 Dispositivo di ancoraggio - Punto di ancoraggio mobile (elemento da fissare) 4 Ancoraggio di estremità (elemento da fissare)
5 Ancoraggio intermedio (elemento da fissare)
6 Bulloni (ancorante) 6 1 3 5 2 4 22 Tipo D
Il Tipo D comprende i dispositivi di ancoraggio che utilizzano linee di ancoraggio rigide che deviano dall''orizzontale non più di 15°. D ip a rt im e n to T e c n o lo g ie d i S ic u re zz a e x I S P E S L Ancoraggio (Direttiva DPI - norma tecnica UNI EN 795) Elementi da fissare '' Dispositivi di ancoraggio Legenda: 1 Struttura (materiale base)
2 Dispositivo di ancoraggio '' Linea di ancoraggio rigida (elemento da fissare) 3 Dispositivo di ancoraggio - Punto di ancoraggio mobile (elemento da fissare) 4 Ancoraggio di estremità (elemento da fissare)
5 Bulloni (ancorante) 5 1 4 3 2 23 Tipo E
La classe E comprende i dispositivi di ancoraggio da utilizzare su superfici inclinate fino 5°rispetto all'orizzontale, in cui le prestazioni si basano
esclusivamente sulla massa e l'attrito degli stessi e la superficie (dispositivi di ancoraggio a corpo morto). D ip a rt im e n to T e c n o lo g ie d i S ic u re zz a e x I S P E S L Ancoraggio (Direttiva DPI - norma tecnica UNI EN 795) Elementi da fissare '' Dispositivi di ancoraggio Legenda:
1 Pavimento (materiale base)
2 Dispositivo di ancoraggio - Massa (elemento da fissare)
3 Dispositivo di ancoraggio - Punto di ancoraggio (elemento da fissare)
4 Attrito (ancorante) 1 2 3 4 24 Gli ancoraggi nei ponteggi fissi di facciata non sono soggetti ad alcuna direttiva e devono quindi rispondere alla legislazione nazionale (D.Lgs. 81/08) e per i quali,
dove è possibile utilizzarli, esistono sul mercato ancoranti marcati CE (secondo la
CPD) e golfari qualificati dai fabbricanti. Gli ancoraggi per ponteggi possono essere classificati come:
' ancoraggi normali: collegano alla costruzione il montante interno del ponteggio, sono in grado
di resistere ad azioni orizzontali ortogonali al piano di facciata e possono
essere dei seguenti tipi: - ad anello,
- a cravatta,
- con elemento a squadro e ancorante meccanico o chimico,
- con elemento a gancio e ancorante meccanico o chimico. ' ancoraggi speciali: collegano alla costruzione sia il montante interno che quello esterno del
ponteggio, sono in grado di resistere ad azioni orizzontali ortogonali al piano di
facciata e sono delle stesse tipologie di quelli normali. ' ancoraggi speciali a V: collegano alla costruzione il montante interno del ponteggio, son in grado di
resistere ad azioni orizzontali ortogonali e parallele al piano di facciata e
possono essere dei seguenti tipi
- con elemento a squadro e ancorante meccanico o chimico,
- con elemento a gancio e ancorante meccanico o chimico. D ip a rt im e n to T e c n o lo g ie d i S ic u re zz a e x I S P E S L Ancoraggio(Nessuna Direttiva specifica - Direttiva GSPD)
Dispositivi di ancoraggio per ponteggio 25 D ip a rt im e n to T e c n o lo g ie d i S ic u re zz a e x I S P E S L Ancoraggio(Nessuna Direttiva specifica - Direttiva GSPD)
Dispositivi di ancoraggio per ponteggio Ancoraggio ad anello Ancoraggio
a cravatta Ancoraggio
chimico a golfare Ancoraggio
speciale a
gancio Ancoraggio
speciale a V 26 D ip a rt im e n to T e c n o lo g ie d i S ic u re zz a e x I S P E S L Ancoraggio(Nessuna Direttiva specifica - Direttiva GSPD)
Dispositivi di ancoraggio per ponteggio Ancorante (tassello + golfare) Materiale base Elemento da fissare '' Dispositivo di ancoraggio (elemento a gancio) Oggetto da ancorare (ponteggio) Ancoraggio con elemento a gancio 27 D ip a rt im e n to T e c n o lo g ie d i S ic u re zz a e x I S P E S L Ancoraggio(Nessuna Direttiva specifica - Direttiva GSPD)
Dispositivi di ancoraggio per ponteggio Ancorante (anello) Materiale base Elemento da fissare - Dispositivo di ancoraggio (elemento a gancio) Oggetto da ancorare (ponteggio) Ancoraggio ad anello 28 D ip a rt im e n to T e c n o lo g ie d i S ic u re zz a e x I S P E S L Ancoraggio(Nessuna Direttiva specifica - Direttiva GSPD)
Dispositivi di ancoraggio per ponteggio Ancoraggio a cravatta Ancorante comprende l'' elemento da fissare (ancoraggio a cravatta) Materiale base Oggetto da ancorare (ponteggio) 29 Ancoraggio
Roma Eur - ''Il Fungo' D ip a rt im e n to T e c n o lo g ie d i S ic u re zz a e x I S P E S L Si ringrazia per l''attenzione


© Eiom - All rights Reserved     P.IVA 00850640186