verticale

La messa in sicurezza strutturale del costruito: gli edifici in cemento armato

Struttura eccitata dal rumore ambientale
Eccitazione ambientale schematizzata come rumore bianco
Estrazione dei parametri dinamici dalla sola risposta strutturale
Misure che non interrompono l’uso della struttura e che possono essere protratte anche per lunghi periodi di tempo (monitoraggio)

Scarica il PDF Scarica il PDF
Aggiungi ai preferiti Aggiungi ai preferiti


Articoli tecnico scientifici o articoli contenenti case history
Tecnologie e Progetti per costruire nel costruito, Modena 2015

Pubblicato
da Alessia De Giosa




Settori: 

Parole chiave: 


Estratto del testo
COSTRUIRE NEL COSTRUITO, STRUTTURE IN CEMENO ARMATO E. Cosenza Napoli Ordine degli Ingegneri, 27 Gennaio 2016 Università di Napoli ''Federico II' Dipartimento di Strutture per l''Ingegneria e l''Architettura Strutture in cemento armato ed altro '. Edoardo Cosenza COSTRUIRE NEL COSTRUITO, STRUTTURE IN CEMENO ARMATO E. Cosenza Napoli Ordine degli Ingegneri, 27 Gennaio 2016 Monitoraggio ed Identificazione strutturali con azioni antropiche Obiettivi: Identificazione dinamica Aggiornamento del
Modello Approfondimenti su
interazione suolo-
struttura Rilevo danni nel tempo Controllo strutturale Approfondita conoscenza del
comportamento dinamico e della
capacità della struttura di resistere a
eventi sismici Livello di sicurezza nel dopo-
terremoto: scenari e supporto
decisionale COSTRUIRE NEL COSTRUITO, STRUTTURE IN CEMENO ARMATO E. Cosenza Napoli Ordine degli Ingegneri, 27 Gennaio 2016 Hardware e sensoristica Sensori capacitivi Sensori piezoelettrici Sistemi di acquisizione dinamica a 24 bit (Kinemetrics K2; NI PXI-4472) Soluzioni tradizionali Soluzioni innovative Misure ad alta risoluzione Sensori wireless Sensori GPS COSTRUIRE NEL COSTRUITO, STRUTTURE IN CEMENO ARMATO E. Cosenza Napoli Ordine degli Ingegneri, 27 Gennaio 2016 Tecniche ad input incognito Rumore bianco Struttura eccitata dal rumore ambientale Eccitazione ambientale schematizzata come rumore bianco Estrazione dei parametri dinamici dalla sola risposta strutturale Misure che non interrompono l''uso della struttura e che possono
essere protratte anche per lunghi periodi di tempo (monitoraggio) COSTRUIRE NEL COSTRUITO, STRUTTURE IN CEMENO ARMATO E. Cosenza Napoli Ordine degli Ingegneri, 27 Gennaio 2016 La Torre di Ingegneria 13 piani (2 interrati); 41 m alta; struttura in
c.a.; moderati interventi di rinforzo dopo il
terremoto dell''80; collocata in un''area a
rischio sismico Monitoraggio continuo:
- 3°, 7°, 11° piano
- Suolo a quota 0, -5, -16, -26 m
- Antenna satellitare nel patio interno COSTRUIRE NEL COSTRUITO, STRUTTURE IN CEMENO ARMATO E. Cosenza Napoli Ordine degli Ingegneri, 27 Gennaio 2016 Architettura del sistema Caratteristiche: Vettori ridondanti (ADSL, linea telefonica
tradizionale e cellulare, satellite) Master locale: immagazzinamento e
analisi dei dati Pannello di controllo: accessibile tramite
connessione internet The local master COSTRUIRE NEL COSTRUITO, STRUTTURE IN CEMENO ARMATO E. Cosenza Napoli Ordine degli Ingegneri, 27 Gennaio 2016 Sensori 3°, 7°, 11° piano Kinemetrics Episensor FBA ES-U2: 5
V/g sensitivity, ±1/2 g FS range; PCB Piezotronics 393B04, 393A03: 1
V/g sensitivity, ±5 g FS range COSTRUIRE NEL COSTRUITO, STRUTTURE IN CEMENO ARMATO E. Cosenza Napoli Ordine degli Ingegneri, 27 Gennaio 2016 Sensori 'Acquisitore ''Strong Motion'
analogico-digitale a 12 canali ' Kinemetrics Episensor ES-T; 'Kinemetrics Shallow Borehole
Episensor SBEPI COSTRUIRE NEL COSTRUITO, STRUTTURE IN CEMENO ARMATO E. Cosenza Napoli Ordine degli Ingegneri, 27 Gennaio 2016 COSTRUIRE NEL COSTRUITO, STRUTTURE IN CEMENO ARMATO E. Cosenza Napoli Ordine degli Ingegneri, 27 Gennaio 2016 Valutazione Strutturale COSTRUIRE NEL COSTRUITO, STRUTTURE IN CEMENO ARMATO E. Cosenza Napoli Ordine degli Ingegneri, 27 Gennaio 2016 Il software per l''OMA Capace di effettuare l''identificazione sia nel dominio del tempo che nel dominio della frequenza COSTRUIRE NEL COSTRUITO, STRUTTURE IN CEMENO ARMATO E. Cosenza Napoli Ordine degli Ingegneri, 27 Gennaio 2016 Risultati preliminari 1.28 0.97 0.90 30 Luglio 1.3 0.99 0.92 20 Maggio III modo II modo I modo 0.95 Hz COSTRUIRE NEL COSTRUITO, STRUTTURE IN CEMENO ARMATO E. Cosenza Napoli Ordine degli Ingegneri, 27 Gennaio 2016 Ingresso squadre 2° tempo Occasione gol Napoli Gol Juve Pareggio Napoli COSTRUIRE NEL COSTRUITO, STRUTTURE IN CEMENO ARMATO E. Cosenza Napoli Ordine degli Ingegneri, 27 Gennaio 2016 NOTTE GIORNO Napoli Juve 0,1 g/1000 0,14 g/1000 0,54 g/1000 COSTRUIRE NEL COSTRUITO, STRUTTURE IN CEMENO ARMATO E. Cosenza Napoli Ordine degli Ingegneri, 27 Gennaio 2016 Risultati dell''identificazione '' 1.8 1.29 Prev. torsionale 3 '' 1.4 0.98 Prev. translazionale (lato corto) 2 '' 2 0.92 Prev. translazionale (lato lungo) 1 Rapporto di smorzamento [%] Frequenza [Hz] Tipologia Modo COSTRUIRE NEL COSTRUITO, STRUTTURE IN CEMENO ARMATO E. Cosenza Napoli Ordine degli Ingegneri, 27 Gennaio 2016 Modello FEM
Importante
modellare tamponature COSTRUIRE NEL COSTRUITO, STRUTTURE IN CEMENO ARMATO E. Cosenza Napoli Ordine degli Ingegneri, 27 Gennaio 2016 Pannello di Controllo C. Rainieri et al.: ''Automated Operational Modal Analysis as SHM tool: theoretical and applicative aspects', Key Engineering
Materials Vol. 347 pp. 479-484 C. Rainieri et al.: ''Continuous monitoring for performance evaluation of the dynamic response of the School of Engineering Main
Building at University of Naples Federico II', Proc. of IWSHM 2007 Vol. 1 pp. 371-378 COSTRUIRE NEL COSTRUITO, STRUTTURE IN CEMENO ARMATO E. Cosenza Napoli Ordine degli Ingegneri, 27 Gennaio 2016 Control Panel Sorgenti siche in Campania; mappe di pericolosità sismica, Periodo di ritorno 50 anni, probabilità superamento 10% Azioni sismiche: Esempio di modellazione di scenario '' Periodo di ritorno 500 anni, scenario in termini di Magnitudine e di distanza epicentrale, da disaggregzione probabilistica Site'by'site most probable earthquakes determining 500 yr accelaration. Comuni Campani in cui sono possibili terremoti ''near source', con conseguenti effetti di direttività N. Municipalities On fault surface projection 68 In forward directivity- prone regions 74 Within zones with PGA larger than 0.25g in 500 yr return period map 107 PGA con periodo di ritorno 475 su roccia dal sito INGV (http://esse1.ingv.it/) e recepita dalle NTC ''08 Disaggregazione della pericolosità per L''Aquila 8km M circa 6 a 
circa 10 km
Il terremoto di progetto è compatibile con quello occorso 'Duttilità SPOSTAMENTO FORZA δ y δ u DUTTILITA'' = δ u/δy Comportamento elastico-lineare (FRAGILE !!) Comportamento elastico-plastico ( duttile) ENERGIA DISSIPATA PLASTICAMENTE ENERGIA DISSIPATA PLASTICAMENTE ½ m v2 si dissipa come energia plastica in modo controllato In parti prefissate Energia dissipata plasticamente > Energia cinetica F s 'Gerarchia delle resistenze = + Anello duttile meno resistente Anello fragile piu'' resistente Comportamento GLOBALE DUTTILE GERARCHIA DELLE RESISTENZE (CORRETTA !) + F o rz a Spostamento F o rz a Spostamento F o rz a Spostamento RESISTENZA GLOBALE CONDIZIONATA DALL''ANELLO DUTTILE = + Anello duttile piu'' resistente Comportamento GLOBALE FRAGILE GERARCHIA DELLE RESISTENZE (ERRATA!) + F o rz a Spostamento F o rz a Spostamento F o rz a Spostamento RESISTENZA GLOBALE CONDIZIONATA DALL''ANELLO FRAGILE Anello fragile meno resistente GERARCHIA DELLE RESISTENZE NELLA SEZIONE: CALCESTRUZZO / ACCIAIO NEGLI ELEMENTI (Travi, Pilastri, Pareti): TAGLIO / FLESSIONE NEI TELAI: PILASTRI / TRAVI Meccanismo di piano NO Meccanismo globale SI - Massimi di armatura -Armatura compressa -Staffe GERARCHIA DELLE RESISTENZE Struttura - Fondazione Struttura verticale - Impalcato Flessione '' Taglio SEZIONI Acciaio - Calcestruzzo NODI non confinati Trave
Pilastro
PANNELLO
Trave - Pilastro 41 Linee Guida ReLUIS-DPC-AGI-ALIG- ALGI - Fasce diagonali in tessuto metallico uniassiale Valutazione dei danni da calamità naturali Intervento locale sui nodi con compositi - Fasce diagonali in tessuto metallico uniassiale Valutazione dei danni da calamità naturali Intervento locale sui nodi con compositi - Fasce diagonali in tessuto metallico uniassiale Valutazione dei danni da calamità naturali Intervento locale sui nodi con compositi Tessuto quadriassiale in fibra di carbonio sul pannello Valutazione dei danni da calamità naturali Intervento locale sui nodi con compositi Confinamento pilastri con tessuto uniassiale in fibra di carbonio Valutazione dei danni da calamità naturali Intervento locale sui nodi con compositi Confinamento pilastri con tessuto uniassiale in fibra di carbonio Valutazione dei danni da calamità naturali Intervento locale sui nodi con compositi Confinamento pilastri con tessuto uniassiale in fibra di carbonio Valutazione dei danni da calamità naturali Intervento locale sui nodi con compositi Fasce ad U sulla trave in fibra di carbonio uniassiale Valutazione dei danni da calamità naturali Intervento locale sui nodi con compositi Valutazione dei danni da calamità naturali Intervento locale sui nodi con compositi Valutazione dei danni da calamità naturali Intervento locale sui nodi con compositi = 50 anni Tr= 475 anni Stato Limite di Salvaguardia delle Vita (SLV): a seguito del terremoto la costruzione subisce rotture e crolli dei componenti non strutturali ed impiantistici e significativi danni dei componenti strutturali cui si associa una perdita significativa di rigidezza nei confronti delle azioni orizzontali; la costruzione conserva invece una parte della resistenza e rigidezza per azioni verticali e un margine di sicurezza nei confronti del collasso per azioni sismiche orizzontali; = 50 anni Tr= 975 anni Stato Limite di prevenzione del Collasso (SLC): a seguito del terremoto la costruzione subisce gravi rotture e crolli dei componenti non strutturali ed impiantistici e danni molto gravi dei componenti strutturali; la costruzione conserva ancora un margine di sicurezza per azioni verticali ed un esiguo margine di sicurezza nei confronti del collasso per azioni orizzontali. COSTRUIRE NEL COSTRUITO, STRUTTURE IN CEMENO ARMATO E. Cosenza Napoli Ordine degli Ingegneri, 27 Gennaio 2016 Le accelerazioni sono importanti ! COSTRUIRE NEL COSTRUITO, STRUTTURE IN CEMENO ARMATO E. Cosenza Napoli Ordine degli Ingegneri, 27 Gennaio 2016 0,20 Eduardo Miranda, Stanford University, USA 0.00 0.50 1.00 1.50 2.00 2.50 3.00 0.00 0.50 1.00 1.50 2.00 T(s) Se (adim ) Suolo A (222) MEDIA (674) Terremoti europei Suolo A 0.00 0.50 1.00 1.50 2.00 2.50 3.00 0.00 0.50 1.00 1.50 2.00 T(s) Se(adi m) media adim (su 222) spettro norma adim +/- 10% spettro norma adim 0,315 0,545 pareti telai COSTRUIRE NEL COSTRUITO, STRUTTURE IN CEMENO ARMATO E. Cosenza Napoli Ordine degli Ingegneri, 27 Gennaio 2016 Olivia View Hospital San Fernando earthquake COSTRUIRE NEL COSTRUITO, STRUTTURE IN CEMENO ARMATO E. Cosenza Napoli Ordine degli Ingegneri, 27 Gennaio 2016 Eduardo Miranda, Stanford University, USA Eduardo Miranda, Stanford University, USA Accelerazione al piano Accelerazione al piano Accelerazione al piano Accelerazione nel componente Accelerazione nel componente Accelerazione nel componente Accelerazione nel componente Accelerazione nel componente Accelerazione al piano + dinamica componente COSTRUIRE NEL COSTRUITO, STRUTTURE IN CEMENO ARMATO E. Cosenza Napoli Ordine degli Ingegneri, 27 Gennaio 2016 COSTRUIRE NEL COSTRUITO, STRUTTURE IN CEMENO ARMATO E. Cosenza Napoli Ordine degli Ingegneri, 27 Gennaio 2016 = 50 anni Tr= 30 anni Stato Limite di Operatività (SLO): a seguito del terremoto la costruzione nel suo complesso, includendo gli elementi strutturali, quelli non strutturali, le apparecchiature rilevanti alla sua funzione, non deve subire danni d''uso significativi; = 50 anni Tr= 50 anni Stato Limite di Danno (SLD): a seguito del terremoto la costruzione nel suo complesso, includendo gli elementi strutturali, quelli non strutturali, le apparecchiature rilevanti alla sua funzione, subisce danni tali da non mettere a rischio gli utenti e da non compromettere significativamente la capacità di resistenza e di rigidezza nei confronti delle azioni verticali ed orizzontali, mantenendosi immediatamente utilizzabile pur nell''interruzione d''uso di parte delle apparecchiature; NOTA: Spettri di risposta elastici per i periodi di ritorno TR di riferimento La verifica dell'idoneità del programma, l'utilizzo dei risultati da esso ottenuti sono onere e
responsabilità esclusiva dell'utente. Il Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici non potrà essere
ritenuto responsabile dei danni risultanti dall'utilizzo dello stesso. Con linea continua si rappresentano gli spettri di Normativa, con linea tratteggiata gli spettri del
progetto S1-INGV da cui sono derivati. 0 0,1 0,2 0,3 0,4 0,5 0,6 0,7 0,8 0 0,2 0,4 0,6 0,8 1 1,2 1,4 1,6 1,8 2 30 anni 50 anni 72 anni 101 anni 140 anni 201 anni 475 anni 975 anni 2475 anni Se [g] T [s] INDIETRO INDIETR 30 anni 50 anni 475 anni 975 anni Stato Limite di Operatività Controllare se accelerazioni o spostamenti attesi PER IL SISMA DELLO SLO sono tali da mettere fuori causa impianti elettrici, meccanici, sistemi informatici, apparecchiature ecc Osp eda le S an S alvat ore L''Aq uila Ospedale San Salvatore Controsoffittature e componenti, L''Aquila Esempi di danni alle scuole Stato Limite di DANNO Controllare se SPOSTAMENTI RELATIVI DI PIANO attesi PER IL SISMA DELLO SLD sono tali da danneggiare tramezzi, tamponature, ecc δ1 δ2 δr h Parametro critico: δr/h Ospedale San Salvatore Danni agli elementi non strutturali ' Le Tamponature (Emilia Romagna) Danni agli elementi non strutturali ' Le Tamponature (Emilia Romagna) Danni agli elementi non strutturali ' Distacco pannelli (Emilia Romagna) Danni agli elementi non strutturali ' Distacco pannelli (Emilia Romagna) 79 Linee guida per gli interventi Università degli Studi di Napoli Federico II DIPARTIMENTO DI STRUTTURE PER L''INGEGNERIA E L''ARCHITETTURA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA STRUTTURALE E GEOTECNICA Integrazione in ambiente BIM di procedure di valutazione delle perdite attese indotte da rischio sismico applicate ad edifici esistenti Ing. Domenico Asprone
Dott. Ing. Antonio Salzano
Dott. Ing. Umberto Vitiello Neo Ing. Angelo Ripoli 7 Il BIM è acronimo di due espressioni tra loro non equivalenti, ma che evidenziano due aspetti caratterizzanti la metodologia: «Building Information Model» «Building Information Modeling» BIM inteso come modello paramentrico ed n-dimensionale Il BIM è quindi una metodologia, caratterizzata da modelli basati sull''interoperabilità, che attraverso le n-dimensioni supporta la realizzazione e gestione dell''opera in tutto il suo ciclo di vita. BIM inteso come metodologia basata sul concetto di interoperabilità Antonio Salzano 16/10/2015 - Bologna BIM 4° Dimensione: Tempi ' Consente la gestione temporale del progetto. 5° Dimensione: Costi ' Consente la migliore analisi dei costi. 6° Dimensione: FM ' Migliora i processi legati all''uso, gestione e manutenzione dell''opera. BIM NEL CICLO DI VITA DELL''EDIFICIO 1. Gestione delle fasi di progetto
2. Gestione degli spazi
3. Gestione degli interventi di manutenzione
4. Gestione delle fasi di dismissione dell''opera
5. Possibilità di condurre analisi LCA
6. Possibilità di condurre analisi di loss assessment INTENTO Utilizzare il BIM per la gestione della
manutenzione ordinaria della componente
impiantistica di un''opera
' Guasti ' Sostituzione apparecchiature ' Cambio ubicazione dei componenti IDEA Utilizzare il BIM per gestire le fasi di
manutenzione straordinaria di un
edificio esistente
' Danno economico da sisma Gestore BIM: APPLICAZIONE AL CASO STUDIO OBIETTIVO : Integrazione IN AMBIENTE BIM di procedure di  valutazione delle PERDITE  ATTESE indotte da rischio sismico applicate ad edifici esistenti Attività :  3 step 0.0 0.1 0.2 0.3 0.4 0.5 0.6 0.7 0.8 0.9 1.0 0.00 0.05 0.10 P[ S D > S D (IR D )] IRD SLD1 SLD2 SLD3 SLD4 10% 20% 30% 40% 50% 60% 70% 80% 90% 100% Indice di Rischio Minimo costo atteso Perdita economica attesa Costo interventi di rinforzo ' STEP 1: MODELLAZIONE BIM CLINICA MEDITERRANEA ' Componente architettonica ' Componente strutturale ' Componente impiantistica STEP 2 : STIMA DELLA PERDITA ECONOMICA ATTESA PROCEDURA Hazard
Analysis
IM: Intensity Measure Site hazard g[IM] Hazard model g[IM|D] Structural
Analysis
EDP: Eng. Demand Param. Structural response g[EDP] Structural model p[EDP|IM] Damage
Analysis
DM: Damage Measure Damage response g[DM] Fragility model p[DM|EDP] Loss
Analysis
DV: Decision Variable Performance g[DV] Loss model p[DV|DM] Facility Definition D: Location and design D STIMA DELLA PERDITA ECONOMICA ATTESA ANALISI DI HAZARD Parametri di pericolosità sismica locale ' 8 intervalli di osservazione ' Probabilità di accadimento di un sisma con Tr compreso tra 2 periodi consecutivi di normativa ( ) , , 1 , , 1 1 1 i r i r r i r i r i T T T T T λ + + < < = '' STIMA DELLA PERDITA ECONOMICA ATTESA ANALISI STRUTTURALE Analisi statica non lineare
dell''edificio ' Discretizzazione curva ' Valutazione I R singoli step Pushover ' Definizione degli EDP STIMA DELLA PERDITA ECONOMICA ATTESA ANALISI DEL DANNO Curve di Fragiltà Componenti strutturali Componenti non strutturali ' Definizione SD ' Valutazione probabilità di superamento dello SD ' Valutazione lavorazioni associate ' Computo costi di ripristino ( ) Vn S i i i P T C λ = ' ' '' 1 1 1 n i V S i T d = '' '' = '' '' + ' ' '' Definizione del tasso di sconto Ci = danno economico del i-esimo step λi = probabilità di accadimento i-esima
Ts = tasso di sconto totale d = tasso di sconto annuo STIMA DELLA PERDITA ECONOMICA ATTESA VALUTAZIONE PERDITA ATTESA Perdita economica iniziale STEP3: INTEGRAZIONE DELLA PROCEDURA IN AMBIENTE BIM ' Assegnazione parametri di costo alle
componenti per ogni SD Perdite previste Cr DS1 DS2 DS3 DS4 [euro] [euro] [euro] [euro] Nodi 1168 33437 41504 69777 Pilastri 13485 39573 284029 612850 Travi 28705 84234 604585 Tamponature 33721 685106 Impianti aria 187599 Finestre 14310 37024 58923 Impianti gas medicali 804538 Attrezzature mediche 174160 522480 1044960 1741600 Valore nominale Cn [euro] Nodi 13355 Pilastri 281368 Travi 553543 Tamponature 546985 Impianti aria 178329 Finestre 169499 Impianti gas medicali 798414 Attrezzature mediche 1741600 ' Computo metrico estimativo in REVIT ' Bill of Quantity INTERVENTO DI RINFORZO Analisi risposta sismica locale Crisi fragili nodi ed
elementi ''beam' Tipologia di intervento adottato Rinforzo locale con fasciature in FRP Computo costi del rinforzo Definizione curva Costi-I R Possibili soluzioni VALUTAZIONE DEL COSTO MINIMO ATTESO 1. Costo intervento di rinforzo
2. Perdita attesa media per valori crescenti di I R 3. Valutazione costo atteso MINIMO COSTO ATTESO = OTTIMO ECONOMICO TARGET DI RINFORZO Perdita economica attesa Costo intervento di rinforzo COSTRUIRE NEL COSTRUITO, STRUTTURE IN CEMENO ARMATO E. Cosenza Napoli Ordine degli Ingegneri, 27 Gennaio 2016 Necessità di ISOLAMENTO alla Base COSTRUIRE NEL COSTRUITO, STRUTTURE IN CEMENO ARMATO E. Cosenza Napoli Ordine degli Ingegneri, 27 Gennaio 2016 California: edificio (Policlinico Universitario) isolato COSTRUIRE NEL COSTRUITO, STRUTTURE IN CEMENO ARMATO E. Cosenza Napoli Ordine degli Ingegneri, 27 Gennaio 2016 FORTISSIMA RIDUZIONE DEGLI EFFETTI ! Verifica ''sperimentale': Il terremoto di Northridge Distribuzione uniforme (non triangolare) delle azion Irregolarità strutturale Spettri elastici 0 0,5 1 1,5 2 2,5 3 3,5 0 0,5 1 1,5 2 2,5 3 3,5 4 T [sec] Se /a g Suolo A Suolo B, C, E Suolo D 0.35g 1.09g 0.875g 1.18g zona 1 Aumento smorzamento Aumento Periodo 2.3 sec 0.13g 0.7 sec Caso studio: Ospedale del mare Dati generali Struttura intelaiata in c.a. 2 blocchi di altezza 12.6 m e 32.6 m Pianta quadrata di lati 150 x 148 m Corpo basso (3 piani) Y X Corpo alto (8 piani) Solai con ampie aperture per zone giardino Caso studio: Ospedale del mare Diametro isolatore (mm) Numero di isolatori Rigidezza orizzontale Kh (kN/mm) Rigidezza verticale Kv (kN/mm) Rapporto di rigidezza Kv/Kh 600 122 1.51 1802 1195 650 108 2.98 2472 830 800 97 4.89 3949 808 Sistema di isolamento sismico 0.00 0.40 0.80 1.20 1.60 2.00 0.00 0.20 0.40 0.60 0.80 1.00 1.20 Shear deformation ( γ) S h e a r S tre s s (M P a ) HDRB '600 HDRB '650 HDRB '800 Proprietà meccaniche Mescola normale Mescola dura Resistenza a compressione (N/mm2) 15.5 15.5 Deformazione ultima (%) 350 300 Modulo di taglio (N/mm2) 0.80±0.12 1.40±0.21 Smorzamento viscoso equivalente (%) 15 15 600 mm 650 mm 800 mm COSTRUIRE NEL COSTRUITO, STRUTTURE IN CEMENO ARMATO E. Cosenza Napoli Ordine degli Ingegneri, 27 Gennaio 2016 0.00 0.40 0.80 1.20 1.60 2.00 0.00 0.20 0.40 0.60 0.80 1.00 1.20 Shear deformation ( γ) Sh ea r St re s s ( M P a ) HDRB '600 HDRB '650 HDRB '800 Modalità posizionamento Isolatori e relative connessioni


© Eiom - All rights Reserved     P.IVA 00850640186