verticale

La manutenzione digitale per la formazione: dalla teoria alla pratica

Con attenzione verso i Millenials, manutentori del futuro, CARL Software ha realizzato un percorso di alternanza scuola-lavoro per diffondere la cultura dei sistemi manutentivi in cloud a partire dalla scuola.
Il progetto ha interessato 40 futuri manutentori dell’Istituto Superiore Cravetta in provincia di Cuneo, che hanno provato in prima persona gli strumenti Touch per la manutenzione.
I ragazzi si sono esercitati gestendo gli asset e pianificando la manutenzione di un Ospedale fittizio.

Scarica il PDF Scarica il PDF
Aggiungi ai preferiti Aggiungi ai preferiti


Atti di convegni o presentazioni contenenti case history
MCM ottobre 2018 La digitalizzazione della manutenzione: la sfida per la Manutenzione 4.0

Pubblicato
da Benedetta Rampini
MCM 2018Segui aziendaSegui




Settori: 

Parole chiave: 


Estratto del testo
Veronafiere 17-18 ottobre 2018 Vi aspettiamo a mcT Petrolchimico Milano, 29 novembre 2018 Cogenerazione Termotecnica Industriale Pompe di Calore 27 ottobre Cogenerazione Termotecnica Industriale Pompe di Calore Alimentare Alimentare Petrolchimico Alimentare 28 ottobre Alimentare Petrolchimico Alimentare Alimentare Petrolchimico Visione e Tracciabilit 28 ottobre Luce Energia Domotica LED Luce Energia Domotica LED Petrolchimico Alimentare Petrolchimico Petr CARL Software La Manutenzione digitale sui banchi di scuola Cristiana Burdino'CARL Software Marco PERLO ' IIS Cravetta Progetto CARL & IIS Cravetta 2 Il CMMS del Futuro 3 Human in the loop / Human Engagement (by injenia) 4 Le competenze Ing. V. De Gateano, Bosh, Os ervatorio del a manutenzione, 30 Novembre 2017 5 Come diffondere una cultura sul CMMS ' Per chi saranno i nostri strumenti CMMS ' 7 Chi coinvolgere' il manutentore del futuro Generazione X: tra 1960 e 1980; ..lavorare per
vivere e non vivere per lavorare' Generazione Y: tra 1980 e 2000 (Millennials);
liberali, tolleranti, pigri,.. Generazione Z: dopo il 2000 (Centennials): 'i nativi
digitali, iperconnessi ' mirano pi alla rapidit che
all'accuratezza' Fonte: Wikipedia 8 Progetto Istituto Cravetta: il manutentore del futuro Una Scuola per Manutentori 9 Progetto Istituto Cravetta: il manutentore del futuro ' Circa 40 studenti (divisi in 20 gruppi) ' 3 Esercitazioni di 10 ore TOTALI: 1. Anagrafiche asset e Gestione documentale 2. Piani di Manutenzione e Contatori 3. Ricambi, Magazzino e Approvvigionamento ' Ambiente di Esercitazione: Cloud CARL Software 1. Anagrafiche e gestione documentale ' I ragazzi hanno analizzato gli asset di un Ospedale Fittizio. ' Hanno scomposto gli impianti tecnici in sotto-componenti e
hanno identificato le Location. ' I professori ci hanno inviato i dati raccolti in file excel. ' Abbiamo importato automaticamente i file nel
software. 1. Anagrafiche e gestione documentale ' In classe a ciascun gruppo stato assegnato un asset da
gestire ' I ragazzi hanno caricato i documenti nella scheda
tecnica (potevano essere
manuali di manutenzione,
oppure disegni tecnici) ' I disegni tecnici sono stati esportati da Autocad (che i
ragazzi avevano pre-utilizzato
in classe per disegnare gli
impianti) 1. Anagrafiche e gestione documentale ' I ragazzi hanno avuto modo di vedere come dall'applicativo
Mobile, si poteva eccedere
all'elenco degli impianti e
consultare in tempo reale lo
storico degli interventi . 1. Anagrafiche e gestione documentale ' Inoltre tutti i documenti caricati nell'applicativo Web
erano subito facilmente
consultabili dal Mobile. 2. Piano di manutenzione: attivit ' I ragazzi in aula insieme ai professori hanno stabilito una
Politica di Manutenzione
dell'asset ' Hanno condotto un'analisi delle possibili manutenzioni a
guasto o manutenzione su
condizione. ' Durante l'esercitazione, hanno poi ideato una manutenzione
prescrittiva o preventiva per il
loro asset. 2. Piano di manutenzione: check- list ' Hanno suddiviso in micro- attivit (check-list) la
manutenzione che avevano
deciso di fare. 2. Piano di manutenzione: check- list ' In alcuni casi hanno anche inserito dei documenti di
manutenzione (presi dai
manuali costruttore). 2. Piano di manutenzione: dettaglio ' Infine hanno stabilito la frequenza di accadimento
della loro attivit
manutentiva e creato un
Piano di manutenzione con
pi attivit a frequenza
diversa. 2. Piano di manutenzione: attivit sul Touch ' Con soddisfazione, hanno potuto vedere che le loro
attivit finivano direttamente
sul mobile del manutentore,
che veniva informato in tempo
reale delle attivit da fare e
che poteva iniziare a lavorare
semplicemente pigiando sul
pulsante di play. 2. Piano di manutenzione: attivit sul Touch ' Inoltre tramite lo strumento possibile dare
una spunta alla check-list
pre-caricata, in modo
intuitivo e veloce. 2. Piano di manutenzione: diagnostica sul Touch ' Per le attivit di diagnostica, ove richiesto
un feedback, compare al
manutentore un pop-up
dove pu scegliere l'esito
della verifica (conformit o
meno). ' In base alla spunta, nell'applicativo di back-
office, verranno creati in
cascata delle richieste di
intervento o degli ordini di
lavoro. 2. Contatori di manutenzione ' A ciascun gruppo di ragazzi stato associato un
contatore relativo al
proprio asset. ' Abbiamo ipotizzato dei contatori di temperatura,
sui quali ciascun gruppo ha
deciso di fissare un valore
soglia. 2. Contatori di manutenzione ' I ragazzi poi si sono divertiti a fare delle
rilevazioni del contatore,
spingendo il contatore
oltre il valore soglia pre-
impostato. 2. Contatori di manutenzione ' A seguito delle rilevazioni oltre soglia, in automatico
il sistema ha creato delle
Richieste di Intervento che
sono finite sugli applicativi
mobile 3. Ricambi: inserimento stoccaggio ' In merito ai ricambi, i ragazzi insieme ai docenti
hanno identificato una lista
di ricambi critici per i loro
asset ' I ricambi sono stati poi da noi inseriti nel software ed
associati a ciascun gruppo
di studenti. ' I ragazzi hanno completato le anagrafiche inserendo i
parametri di stoccaggio :
magazzino e inventario
iniziale 3. Ricambi: catalogo fornitori ' I ragazzi hanno inserito il catalogo fornitori:
dettaglio, prezzo
d'acquisto, intervallo di
consegna ' Inoltre hanno definito un fornitore preferenziale
nella scheda tecnica del
ricambio 3. Ricambi: parametri di approvv ' Successivamente hanno impostato una politica di
approvvigionamento:
minimo di scorta e tipo di
ri-ordino (quantit fissa),
sulla base della % di
guasto, vita dell'asset,
lead-time di
approvvigionamento del
fornitore preferenziale,
etc... 3. Ricambi: consumi ' Hanno dunque consumato il ricambio su Ordine di
Lavoro, sia da Web che sul
Mobile. 3. Ricambi: lancio dell'approvvigionamento ' Infine, abbiamo lanciato insieme il calcolo
dell'approvvigionamento
per verificare il sotto-
scorta ' Alcuni gruppi erano riusciti ad andare sotto scorta,
altri invece non avevano
correttamente seguito tutti
i passaggi e dunque il loro
articolo non compariva da
riordinare. 29 ' La cultura sui sistemi di manutenzione pu partire dalle aule
delle scuole superiori, i manutentori del domani. ' Il Mobile non serve solo per i social ma anche per
lavorare. ' Key Success Factor: Coinvolgimento dei docenti (*) che hanno
partecipato attivamente alle esercitazioni, con vero spirito del
Coach. (*): Marco Bolioli, Fabio Fresia, Fabio Gangemi, Gianfranco Giordano, Simona Oggero,
Marco Perlo Un'esperienza di successo CARL Software Per info sul progetto, scrivi a: cbu@carl.eu www.carl-software.com


© Eiom - All rights Reserved     P.IVA 00850640186