verticale

La gestione dei fumi d’incendio nei parcheggi interrati

La normativa Italiana:
- il D.M. 1/2/1986 "Norme di sicurezza antincendi per la costruzione e l'esercizio di autorimesse e simili".
Regola Tecnica Verticale per autorimesse.
Controllo di fumo e calore.
Strategia Antincendio - Controllo di fumi e calore (dal DM 3/8/2015).
Confronto:
- D.M.1/2/1986,
- D.M.21/2/2017 (RTVAUTORIMESSE),
- D.M. 3/8/2015 (RTO)
Le normative estere.
Simulazione fluidodinamica computazionale.
Sistema di ventilazione a getto per autorimesse.
Prova in campo, fumi freddi. Esempi di installzione.

Scarica il PDF Scarica il PDF
Aggiungi ai preferiti Aggiungi ai preferiti


Atti di convegni o presentazioni contenenti case history
mcT Industrial Safety & Security Milano novembre 2017 Smoke Management in edifici e impianti

Pubblicato
da Benedetta Rampini
mcT Industrial Safety & Security Milano 2017Segui aziendaSegui




Settori: 

Parole chiave: 


Estratto del testo
Milano, 30 novembre 2017 Gli atti dei convegni e pi di 8.000 contenuti su www.verticale.net Associazione Nazionale Antincendio e Controllo Evacuazione del fumo SMOKE MANAGEMENT NEGLI EDIFICI La ventilazione meccanica per l'estrazione degli inquinanti e dei fumi d'incendio nei parcheggi interrati Ing. Giovanni Milan Comitato Tecnico ANACE Associazione Nazionale Antincendio e Controllo Evacuazione del fumo La necessit di ventilare le autorimesse risponde essenzialmente a due esigenze
fondamentali:
Analisi statistiche dimostrano come la maggior parte dei decessi sia causata, non
dalla rapida esposizione al calore o al contatto col fuoco stesso, ma di monossido di carbonio (CO) e altre sostanze nocive. 1. Ventilazione Ordinaria per la Salubrit: Atta a rimuovere (o contenerne il livello) gli inquinanti prodotti dagli autoveicoli
garantendo il rispetto di parametri di accettabilit circa le caratteristiche di qualit Atta a mantenere sotto controllo i fumi ed i gas caldi che si sprigionano squadre di spegnimento
Associazione Nazionale Antincendio e Controllo Evacuazione del fumo Ai fini della progettazione della prevenzione incendi, attivit 75 (DPR
151/11), regolata da:
D.M. 1/2/1986 Norme di sicurezza antincendi per la costruzione e di autorimesse e simili D.M. 21/2/2017 Verticale) Associazione Nazionale Antincendio e Controllo Evacuazione del fumo 3.9 Ventilazione 3.9.0 Ventilazione naturale Le autorimesse devono essere munite di un sistema di aerazione naturale costituito da aperture ricavate nelle pareti e/o nei soffitti e disposte in modo da consentire un efficace ricambio dell'aria ambiente, nonch lo
smaltimento del calore e dei fumi di un eventuale incendio. Al fine di assicurare una
uniforme ventilazione dei locali, le aperture di aerazione devono essere distribuite il pi possibile uniformemente e a
distanza reciproca non superiore a 40 m. 3.9.1 Superficie di ventilazione Le aperture di aerazione naturale devono avere una superficie non inferiore ad 1/25 della superficie in pianta del compartimento. Nei casi nei quali non previsto l'impianto di
ventilazione meccanica di cui al successivo punto, una frazione di tale superficie - non inferiore a 0,003 m per metro quadrato di pavimento - deve essere completamente priva di serramenti. Il sistema di ventilazione deve essere indipendente per ogni piano. Per autorimesse sotterranee la ventilazione pu
avvenire tramite intercapedini e/o camini; se utilizzata la stessa intercapedine, per consentire l'indipendenza della
ventilazione per piano si pu ricorrere al sezionamento verticale o all'uso di canalizzazioni di tipo "shunt". Per le
autorimesse suddivise in box l'aerazione naturale deve essere realizzata per ciascun box. Tale aerazione pu essere
ottenuta con canalizzazioni verso l'esterno o con aperture anche sulla corsia di manovra, prive di serramenti e di
superficie non inferiore ad 1/100 di quella in pianta del box stesso. Associazione Nazionale Antincendio e Controllo Evacuazione del fumo 3.9.3 Ventilazione meccanica. Caratteristiche La portata dell'impianto di ventilazione meccanica deve essere non inferiore a tre ricambi orari. Il sistema di ventilazione meccanica deve essere indipendente per ogni piano ed azionato con comando
manuale o automatico, da ubicarsi in prossimit delle uscite
. L'impianto deve essere azionato nei periodi di punta individuati dalla contemporaneit della messa in moto di un
numero di veicoli superiore ad 1/3 o dalla indicazione di miscele pericolose segnalate da indicatori opportunamente
predisposti. L'impianto di ventilazione meccanica pu essere sostituito da camini indipendenti per ogni piano o di tipo "shunt"
aventi sezione non inferiore a 0,2 m per ogni 100 m di superficie. I camini devono immettere nell'atmosfera a
quota superiore alla copertura del fabbricato. Nelle autorimesse di capacit superiore a cinquecento autoveicoli
deve essere installato un doppio impianto di ventilazione meccanica, per l'immissione e per l'estrazione,
comandato manualmente da un controllore sempre presente, o automaticamente da apparecchiature di rivelazione
continua di miscele infiammabili e di CO. Associazione Nazionale Antincendio e Controllo Evacuazione del fumo 1. La tipologia del sistema di
ventilazione da adottare, naturale e/o
meccanico, dipende essenzialmente
dalla classificazione e dalle
caratteristiche strutturali e dimensionali 2. Nel dimensionamento del sistema di
ventilazione non viene operata una
distinzione in base della sua applicazione, ventilazione
ordinaria
o ai fini
dei prodotti della combustione.
Associazione Nazionale Antincendio e Controllo Evacuazione del fumo Un sistema di ventilazione meccanico dimensionato per fornire tre ricambi
orari (D.M. 1/2/1986)
sufficiente per garantire un controllo dei fumi in
sicurezza'
In base a semplici valutazioni quantitative applicando calcoli teorici
introducendo gli opportuni parametri tecnici (perimetro incendio, altezza della
colonna di fumo, HRR) sembra logico concludere che un sistema di
ventilazione meccanico siffatto sia sottodimensionato. Associazione Nazionale Antincendio e Controllo Evacuazione del fumo . Smaltimento dei fumi e del calore: come procedere'
procedura per una valutazione quantitativa e qualitativa del fenomeno del anche naturali) Associazione Nazionale Antincendio e Controllo Evacuazione del fumo E' stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n52 del
03/03/2017 il Decreto del 21 febbraio
2017
"Approvazione di norme tecniche di prevenzione
incendi per le attivit di autorimessa", che riporta in
allegato la relativa Regola Tecnica Verticale.
Si tratta della relativa RTV secondo le nuove
metodologie di progettazione introdotte dal D.M. La nuova RTV entrata in vigore il 02/04/2017.
La norma si applica alle attivit individuate dal numero
75 di nuova costruzione o esistenti. Pu essere
utilizzata in alternativa alla norma tecnica di riferimento
D.M. 01/02/1986.
Scopo e campo di applicazione: "Autorimesse con
superficie superiore a 300m2" in riferimento al D.M. prevenzione incendi per le attivit di autorimessa con
superficie superiore a 300 m2"; Associazione Nazionale Antincendio e Controllo Evacuazione del fumo La classificazione delle autorimesse fatta in funzione di: tipologia del servizio, se private, pubbliche, autosilo superficie dell'autorimessa o del parcamento quota massima e minima delle altezze dei piani h
La RTV classifica inoltre le aree interne all'attivit in base
all'utilizzo, se di sosta e manovra o di servizi annessi,
mentre quelle comunicanti con l'autorimessa
vengono classificate in base alla loro destinazione
d'uso
(cantine, depositi, locali tecnici, ecc.) Associazione Nazionale Antincendio e Controllo Evacuazione del fumo Regola Tecnica Verticale per autorimesse: controllo di fumo e calore Cosa prescrive la nuova RTV sulle autorimesse' L'attivit deve essere dotata di misure di controllo di fumo e
calore (capitolo S.8 RTO) L'altezza deve essere non inferiore a 2m Vengono definite delle indicazioni per il dimensionamento dei
sistemi di smaltimento dei fumi
per la conformit al livello di
prestazione II Per il livello di prestazione III occorre prevedere un sistema
progettato a regola
d'arte
con indicazioni circa
l'installazione del Quadro di
Comando e Controllo. Associazione Nazionale Antincendio e Controllo Evacuazione del fumo STRATEGIA ANTINCENDIO
Capitolo S.8 Controllo di fumi e calore (dal DM 3/8/2015) La norma UNI 9494 stabilisce i criteri di progettazione e installazione dei Sistemi di
Evacuazione Forzata di Fumo e Calore (SEFFC) in caso d'incendio. La norma si riferisce ai
Sistemi di Evacuazione Forzata di Fumo e Calore (SEFFC) in ambienti di altezza h pari ad
almeno 3 m, aventi superficie minima di 600 m2.

La norma UNI 9494 non generalmente applicabile alle autorimesse Associazione Nazionale Antincendio e Controllo Evacuazione del fumo Associazione Nazionale Antincendio e Controllo Evacuazione del fumo Associazione Nazionale Antincendio e Controllo Evacuazione del fumo D.M. 1/2/1986 Superficie di ventilazione naturale = A/25 0,3 % di tipo Sea (permanentemente aperte)
Per situazioni particolari: DEROGA

DM 9/5/2007 Direttive per ingegneristico alla sicurezza antincendio FSE
D.M. 21/2/2017 (RTV AUTORIMESSE) Prescrive superficie utile minima delle aperture di smaltimento, Ssm = A/25 (10% di Ssm di tipo Sea o SEb o Sec)
Per situazioni particolari: SOLUZIONE ALTERNATIVA o FSE

Associazione Nazionale Antincendio e Controllo Evacuazione del fumo Smaltimento dei fumi e del calore: come procedere' Associazione Nazionale Antincendio e Controllo Evacuazione del fumo Smaltimento dei fumi e del calore: come procedere'
Ricambi orari Categoria di
temperatura Associazione Nazionale Antincendio e Controllo Evacuazione del fumo Components for smoke and heat control systems
Part 7: Code of practice on functional recommendations and calculation methods for
smoke and heat control systems for covered car parks Associazione Nazionale Antincendio e Controllo Evacuazione del fumo Components for smoke and heat control systems
Part 7: Code of practice on functional recommendations and calculation methods for
smoke and heat control systems for covered car parks Associazione Nazionale Antincendio e Controllo Evacuazione del fumo Gestione del fumo nelle autorimesse: Obiettivi differenti Proteggere le vie di fuga per garantire la fuoriuscita in sicurezza degli occupanti; Differenti obiettivi implicano differenti criteri di
accettabilit dei risultati Non si occupa della ventilazione ordinaria
(diluizione inquinanti)
prTS 12101-
for enclosed car parks
Progetto di Norma Europea riguardante i requisiti minimi per sistemi di controllo parcheggi.Lo standard definisce i requisiti minimi per la progettazione, autorimesse con o senza sistema sprinkler. Associazione Nazionale Antincendio e Controllo Evacuazione del fumo Associazione Nazionale Antincendio e Controllo Evacuazione del fumo Nel progetto di norma sono disponibili alcuni valori di riferimento per il propagazione orizzontale del fumo Estratti da prTS 12101-11 Associazione Nazionale Antincendio e Controllo Evacuazione del fumo Associazione Nazionale Antincendio e Controllo Evacuazione del fumo Definizione della categoria di temperatura dei ventilatori meccanici.
Almeno F300 (300C /1ora) in accordo alla norma EN 12101-3, recepita in
Italia come UNI EN 12101-3:2015 Estratto da prTS 12101-11 Estratto da UNI EN12101-3:2015 Associazione Nazionale Antincendio e Controllo Evacuazione del fumo Controllo del livello degli inquinanti Soluzione tipica per autorimesse aperte sui lati Nessuna richiesta per ventilazione in caso di emergenza Estrazione / esplusione del fumo Controllo del livello degli inquinanti generalmente richiesto Portate di estrazione basate sulle dimensioni Soluzione base che soddisfa la maggior parte delle richieste Controllo del fumo Controllo del livello degli inquinanti generalmente richiesto Associazione Nazionale Antincendio e Controllo Evacuazione del fumo La teoria trae origine da valutazione / analisi / esperienze sviluppate principalmente
per la ventilazione nei tunnel Extending the principles of impulse ventilation in tunnels to apply to smole control in car parks Vanhove, J-C. De smed Associazione Nazionale Antincendio e Controllo Evacuazione del fumo dove: M = Portata massica del fumo prodotto (kg/sec) Y = Altezza dello strato libero (m) C e = Costante M Y M = C ePY 3/2 P BRE 368 M Associazione Nazionale Antincendio e Controllo Evacuazione del fumo Associazione Nazionale Antincendio e Controllo Evacuazione del fumo Associazione Nazionale Antincendio e Controllo Evacuazione del fumo possono arrivare fino a 16MW in caso di assenza di sprinkler (3 autovetture) test 1
Test eseguiti su incendi con sistema sprinkler hanno raggiunto picchi di circa 7MW ma solo dopo 50-60 min test 2 Picco HRR
Associazione Nazionale Antincendio e Controllo Evacuazione del fumo uno strumento di notevole aiuto per la validazione dei risultati Bisogna utilizzare codici di calcolo validati
definendo con chiarezza valori e caratteristiche
dei parametri utilizzati
Associazione Nazionale Antincendio e Controllo Evacuazione del fumo Proteggere le vie di fuga per garantire la fuoriuscita in sicurezza degli
occupanti Differenti obiettivi implicano differenti criteri di accettabilit dei risultati Associazione Nazionale Antincendio e Controllo Evacuazione del fumo Associazione Nazionale Antincendio e Controllo Evacuazione del fumo Associazione Nazionale Antincendio e Controllo Evacuazione del fumo Associazione Nazionale Antincendio e Controllo Evacuazione del fumo Problematiche con sistema tradizionale canalizzato: Associazione Nazionale Antincendio e Controllo Evacuazione del fumo Associazione Nazionale Antincendio e Controllo Evacuazione del fumo Associazione Nazionale Antincendio e Controllo Evacuazione del fumo Ventilatore a getto assiale Ventilatore a getto ad induzione Associazione Nazionale Antincendio e Controllo Evacuazione del fumo Profili per ventilatori a getto assiali Jet Thrust Profili per ventilatori a getto centrifughi
Induction Thrust Ogni prodotto / modello differente Associazione Nazionale Antincendio e Controllo Evacuazione del fumo Associazione Nazionale Antincendio e Controllo Evacuazione del fumo Associazione Nazionale Antincendio e Controllo Evacuazione del fumo Associazione Nazionale Antincendio e Controllo Evacuazione del fumo Sistema di ventilazione a getto per autorimesse: Ventilatore a getto Associazione Nazionale Antincendio e Controllo Evacuazione del fumo soffitto dirigendola verso i punti di estrazione I ventilatori a getto movimentano lo strato inferiore a livello terreno, rimuovendo gli inquinanti e
ventilando anche gli strati superiori ad altezza soffitto La ventilazione doppia : a livello inferiore e superiore. Si pu garantire una maggiore efficienza del
sistema di ventilazione rispetto alla soluzione canalizzata
Associazione Nazionale Antincendio e Controllo Evacuazione del fumo 5cm mesh Associazione Nazionale Antincendio e Controllo Evacuazione del fumo di ventilazione a getto posizionamento dei ventilatori CEN TC191 SC1 WG9 N212 Associazione Nazionale Antincendio e Controllo Evacuazione del fumo Associazione Nazionale Antincendio e Controllo Evacuazione del fumo In questo esempio vi sono 5 ventilatori a Smooth ceiling = 0.8 to 0.9 Obstructions in front of fan(s) = 0.3 to 0.6 (dependant on spacing and
depth) I ventilatori a getto hanno una doppia funzione: mscelare ed accelerare verso Associazione Nazionale Antincendio e Controllo Evacuazione del fumo ventilatori assiali = 4 6 volte la portata nominale ventilatori centrifughi = 8 9 volte la portata nominale Associazione Nazionale Antincendio e Controllo Evacuazione del fumo Aria in immissione CONDOTTA Ventilatori di espulsione 50% a quota bassa Solo il 50% del canale estrae il fumo a livello alto 50% a quota alta Associazione Nazionale Antincendio e Controllo Evacuazione del fumo immissione aria Ventilatori di espulsione ventilatore a getto 100% del fumo viene estratto a livello alto Associazione Nazionale Antincendio e Controllo Evacuazione del fumo CAR FIRE 3MW VELOCIT DEL FUMO (Vs) velocit aria Vs = 1.5m/s Vs = 1.5m/s * Basato sul metodo di Heselden per la previsione della velocit del fumo dove: tunnel: 10m (w) x 5m (h) carico incendio autovettura 8MW Associazione Nazionale Antincendio e Controllo Evacuazione del fumo velocit critica di 1.5ms-1 CAR FIRE 3MW VELOCIT DEL FUMO (Vs) Aria richiamata 1.5 ms-1 Velocit >18ms-1 Ventilatore a getto muove il fumo Vs = 2.8ms-1 Associazione Nazionale Antincendio e Controllo Evacuazione del fumo perimetro del fumo P s ventilatori di estrazione Per le autorimesse la teoria dei tunnel viene adattata
assumendo P s aria in ingresso dalla rampa Associazione Nazionale Antincendio e Controllo Evacuazione del fumo 3.16m/s perimetro del fumo Ps controllo delle velocit 3.16m/s 1.83m/s velocit maggiore
necessaria (perpendicolare ) 3.16m/s richiesta per tutti i ventilatori ventilatori di estrazione aria in ingresso dalla rampa Associazione Nazionale Antincendio e Controllo Evacuazione del fumo immissione estrazione estrazione Controllo della portata la velocit critica controlla il fumo immissione Associazione Nazionale Antincendio e Controllo Evacuazione del fumo immissione immissione estrazione estrazione Solo alcuni ventilatori attivati per meglio
controllare la diffusione del fumo X X X Il fumo reindirizzato per
minimizzarne la diffusione incendio in zona 1: estrazione ed immissione sono invertiti Associazione Nazionale Antincendio e Controllo Evacuazione del fumo Getti dei ventilatori separati I getti dei ventilatori si combinano
per creare un nucleo centrale con
v=1 m/s.
Associazione Nazionale Antincendio e Controllo Evacuazione del fumo Profilo totalmente simmetrico della girante per
ventilatori assiali: 100% della spinta in entrambe
le direzioni Motori a doppia velocit per garantire
funzionamento dual purpose: bassa velocit
(ventilazione standard), alta velocit Motori eventualmente regolabili con inverter Ventilatori certificati HT secondo la UNI EN
12101-3, prestazioni aerodinamiche testate
secondo ISO 13350 Associazione Nazionale Antincendio e Controllo Evacuazione del fumo Sistema di ventilazione progettato per il controllo del fumo al fine di permettere Associazione Nazionale Antincendio e Controllo Evacuazione del fumo Rampa di
accesso /
uscita Ingresso
del tunnel Rampa al Livello 2 Cavedio di
ventilazione 03 Cavedio di
ventilazione 01 Cavedio di
ventilazione 02 Associazione Nazionale Antincendio e Controllo Evacuazione del fumo JTF01 JTF02 JTF03 JTF04 JTF05 JTF06 JTF07 JTF08 JTF09 JTF10 JTF11 JTF12 JTF13 JTF14 JTF15 JTF16 Ingresso /
usicta Ingresso
tunnel Rampa
scale 06 Accesso Vigili del Fuoco 07 Rampa
scale 02 Accesso Vigili del Fuoco 03 Sede di 8MW

t2 curva di crescita
veloce
Q max si verifica dopo circa 5 minuti
Associazione Nazionale Antincendio e Controllo Evacuazione del fumo Risultati profili di velocit e temperatura t = 360 secondi Associazione Nazionale Antincendio e Controllo Evacuazione del fumo Risultati Visibilit e visualizzaizone del fumo t = 360 secondi Associazione Nazionale Antincendio e Controllo Evacuazione del fumo Associazione Nazionale Antincendio e Controllo Evacuazione del fumo Associazione Nazionale Antincendio e Controllo Evacuazione del fumo Sistema canalizzato Sistema a getto Maggiori dimensioni del sistema di
estrazione

Controllo non sempre ottimale della

Maggiori perdite di carico

Costi elevati di installazione

Maggiore rumorosit

Notevole ingombro a soffitto dei canali

Non reversibilit del sistema in generale
Ridurre il dimensionamento del sistema di
estrazione

Controllo ottimale della distribuzione del

Diminuzione delle perdite di carico

Costi ridotti di installazione

Minore rumorosit

Pulizia a soffitto (ingombro limitato dei
ventilatori)

Reversibilit del sistema

Costi di manutenzione contenuti


© Eiom - All rights Reserved     P.IVA 00850640186