verticale

La Formazione e l’addestramento del Personale a cui sono affidati i lavori di Manutenzione

(parte in lingua Inglese)
La manutenzione è un'attività ad alto rischio, nella quale alcuni dei pericoli derivano dalla natura stessa del lavoro.
La manutenzione ha obiettivi di fruibilità e conservazione del valore dei sistemi nel tempo.
La competenza professionale.
Rapporto tecnico UNI/TR 11542 settembre 2014 Sicurezza - World Class Manufacturing e l’integrazione della sicurezza nei processi produttivi.
Indirizzi appplicativi.

Scarica il PDF Scarica il PDF
Aggiungi ai preferiti Aggiungi ai preferiti


Atti di convegni o presentazioni contenenti case history
MCM ottobre 2016 La manutenzione di macchine e impianti. Adempimenti normativi e miglioramento degli standard di sicurezza

Pubblicato
da Benedetta Rampini
MCM 2016Segui aziendaSegui




Settori: 


Estratto del testo
Veronafiere 19-20 ottobre 2016 Gli atti dei convegni e più di 7.000 contenuti su www.verticale.net Cogenerazione Termotecnica Industriale Pompe di Calore 27 ottobre Cogenerazione Termotecnica Industriale Pompe di Calore Alimentare Alimentare Petrolchimico Alimentare 28 ottobre Alimentare Petrolchimico Alimentare Alimentare Petrolchimico Visione e Tracciabilità 28 ottobre Luce Energia Domotica LED Luce Energia Domotica LED Convegno AIAS LA MANUTENZIONE DI MACCHINE E IMPIANTI Adempimenti normativi e miglioramento degli standard di sicurezza Buone prassi aziendali sul tema 20 ottobre 2016 - MCM 2016 '' Veronafiere La Formazione e l''addestramento del Personale a
cui sono affidati i lavori di Manutenzione
' Giuseppe Angelico
-Segretario di AIAS Professional Community Formatori di prevenzione
- Membro del Comitato UNI Responsabilità Sociale delle Organizzazioni
'' Manager dei Sistemi SSL certificato da Aias Cert CONCRETA
MENTE Giuseppe Angelico
-Segretario di AIAS Professional
Community Formatori di prevenzione
- Membro del Comitato UNI
Responsabilità Sociale delle
Organizzazioni
'' Manager dei Sistemi SSL certificato
da Aias Cert Prepared for Aias - Ottobre 2016 La Formazione e l''addestramento del Personale a cui sono affidati i lavori di Manutenzione Una manutenzione regolare è essenziale per mantenere attrezzature, macchinari e ambiente
di lavoro sicuri ed affidabili. L'assenza di
manutenzione o una manutenzione inadeguata
possono essere causa di situazioni pericolose,
incidenti e problemi di salute. La manutenzione è un'attività ad alto rischio, nella quale alcuni dei pericoli derivano dalla
natura stessa del lavoro. Essa viene eseguita in
tutti i settori e in tutti i luoghi di lavoro.
Di conseguenza, gli addetti alla manutenzione hanno più probabilità di altri dipendenti di essere
esposti a diverse fonti di rischio SAFE MAINTENANCE Manutenzione Esigenze espresse dagli utilizzatori dei sistemi Persone
ben
formate
Azioni di manutenzione La manutenzione
ha obiettivi di fruibilità e conservazione del valore dei sistemi nel tempo Lo scopo della manutenzione è di assicurare
- le azioni necessarie al raggiungimento di tali obiettivi
- la disponibilità di persone ben formate per realizzare tali azioni in modo adeguato ha il compito di adeguare e se possibile migliorare costantemente i sistemi alle esigenze espresse dai loro utilizzatori, ricorrendo dove necessario alla loro riprogettazione o alla loro sostituzione, quando i sistemi non sono più in grado di svolgere compiutamente la funzione loro assegnata destinate a preservare i sistemi o a riportarli in uno stato in cui possano eseguire la funzione richiesta 1-La competenza professionale come attributo della persona 2-La competenza professionale come esito di un investimento personale sostenuto dalle esperienze personali, che si connota come potenzialità (sviluppo delle capacità personali) 3-La competenza professionale come esperienza personale e costruzione collettiva. Persone ben formate: connotazioni della competenza professionale 6 SAFE MAINTEN AN CE apprendimento continuo = diritto della persona 1-La competenza professionale come attributo delle persone Questo approccio valorizza la dimensione soggettiva della competenza. In esso viene valorizzato non tanto quello che la persona fa in un determinato contesto, quanto quello che sa fare o potrebbe fare APPRENDIMENTO CONTINUO: CHANGE YOUR PERSPECTIVE
"Chi apprende, ridisegna il proprio punto di vista e le proprie relazioni" F. Varela I I I I I I I I I I I I I I I I I I I I I I I I I I I I I I I I I I I I I I I I SVILUPPO UMANO SVILUPPO SOSTENIBILE IIIIIIIIII IIIIIIIIII CREDENZE, TRADIZIONI, USI E COSTUMI EVENTI EMOZIONI COMPORTAMENTI L''apprendimento continuo (life long learning) e lo sviluppo sociale della cultura 8 SAFE MAINTEN AN CE ESPERIENZE PERSONALi POTENZIALITA'' Disponibili all''interno della propria
organizzazione
ed esportabile in contesti diversi dalla propria
organizzazione e dall''attuale posizione
lavorativa
Che si connota come 2-La competenza professionale è intesa come esito di un investimento personale sostenuto dalle (sviluppo delle capacità personali e valorizzazione
delle competenze = capacità agite in contesto
con assegnate autonomia e responsabilità)
9 SAFE MAINTEN AN CE 3-La competenza professionale come esperienza personale e costruzione collettiva Questo approccio di tipo interazionista considera le risorse e le caratteristiche della persona oltre a considerare quelle relative all''organizzazione 10 L''ORGANIZZAZIONE (Impresa, Azienda, ecc.) '' Una forma di collaborazione collettiva reiterata, basata su processi di
differenziazione, integrazione, coordinamento e controllo: ' Differenziazione: modalità secondo cui è realizzata la divisione del lavoro e la sua
articolazione in compiti
' Integrazione, coordinamento e controllo: modalità secondo cui è realizzato il
processo di composizione dei compiti elementari, il loro coordinamento e il controllo
dei risultati ottenuti Visione Organizzazione Gestione Risorse Umane Processi Tecnologie/ Informazioni Regolamentazione di settore Politiche e investimenti pubblici Concorrenza Stakeholder Evoluzione tecnologica ed organizzativa del settore Trend di mercato Missione St ra tegie Alleanze Clienti/Utenti Fattori Critici di Successo
Obiettivi Strategici Valori Condivisi Cultura M o d ello
o p er at iv o CONCRETA
MENTE Mission and Vision ''Noi rendiamo possibile l''apprendimento di comportamenti sul lavoro sani (mirati al
benessere) e sicuri (mirati a ridurre il rischio di
infortuni).
Lo facciamo fornendo alle persone l''opportunità
di apprendere le conoscenze e le abilità per
prendersi cura della loro salute e sicurezza e di
quella delle persone a loro vicine. ''La nostra visione è la promozione come abilità di vita
dell''attuazione di comportamenti sul lavoro
sicuri e improntati al benessere Prepared for Aias - Ottobre 2016 Sviluppare le capacità, valorizzare le competenze 12 WCM, World Class Manufacturing ' un sistema per la gestione integrata di tutti gli
aspetti produttivi di un''organizzazione aziendale basata sul miglioramento dell''efficienza RAPPORTO TECNICO UNI/TR 11542 settembre 2014 Sicurezza - World Class Manufacturing e l''integrazione della sicurezza nei processi produttivi Indirizzi appplicativi 13 STRUTTURA DEL WORLD CLASS MANUFACTURING (WCM) Management Commitment Forte leadership e coinvolgimento della Direz. Commitment of Organization Coinvolgim di tutta l''organizzaz Competence of Organization & Allocation of Highly Qualified People Competenza dell''organizzazione e allocazione del personale Roadmap Pianificaz e programmaz Clarity of Objectives Chiarezza e coerenza di obiettivi Time & Budget Orientamento al risultato Motivation of Operators Motivaz degli operatori Standardization Standardizzazione Partnership Development Sviluppo della partnership World Class Manufacturing Cos t D ep lo ymen t Fo cu sed Imp ro vem en t Au to n o mo u s M ain ten an ce & W o rk p lace Or gan iz at ion Pr o fessio n al M ain ten an ce Qua lit y co n tr o l Logis tic s & Cu st o mer ser vic e Early Pr o d u ct /E q u ip men t M an ag em en t En vir o n ment P eo p le D ev elo p ment S a fe ty I 10 pilastri tecnici I 9 Requisiti di carattere gestionale - Elementi di base per l''applicazione - 14 Pillar Safety '' Salute e Sicurezza Par. 6.3.2 A cosa serve I compiti assegnati al Pillar Safety sono: - sviluppare una cultura aziendale in tema di tutela della SSL; - eliminare o ridurre drasticamente il rischio d''incidenti, infortuni e malattie professionali;
'.. Par. 6.3.3 Principali attività Le principali attività, sviluppate nell''ambito di questo Pillar, sono: ' k) La definizione di programmi di promozione della salute che coinvolgono tutti i
lavoratori e anche i loro familiari, con campagne di sensibilizzazione sulla salute e sullo
stile di vita sia durante la permanenza al lavoro, che a casa. RAPPORTO TECNICO UNI/TR 11542 DEL SET 2014 Sicurezza - World Class Manufacturing e l''integrazione della sicurezza nei processi produttivi Indirizzi appplicativi SAFE A ND SUS TAIN ABLE MAINTEN AN CE © Copyright 2016 by Giuseppe Angelico. All rights reserved A1 15 Infortuni e incidenti sono solo la parte emergente di
un iceberg.
Basta discuterli per evitare che succedano ancora' Cambiare i comportamenti 16 Appendice B -Tool, Checklist, Moduli utilizzabili nell''implementazione del Pillar Safety B4 Piramide di Heinrich 1. Infortuni mortali, Lesioni gravi permanenti, lesioni temporanee 2. Medicazioni e incidenti senza danni alle persone interessate

3. Mancato incidente (near miss) 4. Condizioni non sicure Situazione di pericolo 5. Azioni non sicure o mancate azioni
6. Cultura della sicurezza e clima aziendale inadeguata Mancato incidente Near miss Situazioni di pericolo Condizioni non sicure Azioni non sicure o mancate azioni Infortuni Incidenti Medicazioni Cultura della sicurezza inadeguata 17 Genesi degli infortuni 1. Un martello lasciato inconsciamente su una pedana elevata cade su un lavoratore che è inviato al pronto soccorso e non riprende il lavoro: infortunio 2. Un martello lasciato inconsciamente su una pedana elevata cade su un lavoratore che è medicato con un cerotto da un incaricato del primo soccorso ma poi riprende il lavoro: incidente 3. Un martello lasciato inconsciamente su una pedana elevata cade ma non colpisce nessun lavoratore: mancato incidente (near miss) 4. Un martello lasciato inconsciamente su una pedana elevata: situazione di pericolo 5. Azioni non sicure o mancate azioni
6. Cultura della sicurezza e clima aziendale inadeguata Mancato incidente Near miss Azioni non sicure o mancate azioni Infortuni Cultura della sicurezza inadeguata Incidenti Medicazioni Situazioni di pericolo Condizioni non sicure 18 La liquidità della complessità, il caos e le isole d''eccellenza
A.F. De Toni e L. Comello in Prede o ragni' Uomini e organizzazioni
nella ragnatela della complessità, UTET Torino 2005
'L a complessità può essere definita 'uno stato liquido: non è né
l''immobile status quo del ghiaccio, né l''incontrollabile anarchia del
vapore, ma l''acqua che porta vita'... e ancora 'L''orlo del caos, lontano
dall''equilibrio, è un luogo di creazione, ma può essere anche di
distruzione'

P. Bak & K. Chen in La criticità autorganizzata, Le Scienze, 1991, 'La
criticità organizzata è una teoria olistica'Le caratteristiche globali del
sistema non possono essere spiegate analizzando separatamente le
parti del sistema stesso'

«Nei sistemi socio-l''equilibrio sull''orlo del caos dipende dai
comportamenti degli elementi del sistema e dalla loro rete di
relazioni.» What is Systemic Thinking' It is a holistic approach focuses on the way that system''s parts interrelate and how they behave over time, within the context of larger systems. Within this systemic perspective, the system defines the behavior of its parts. This systemic thinking view is in sharp contrast with the lineal and mechanistic thinking view where the presupposition is that the properties of the parts define the behavior of the system. Systems thinking therefore is a shift in the focus used to perceive the world. Mechanistic thinking focuses on the material objects and their structures Systemic thinking focuses on the nonmaterial processes and their organizational patterns Mechanistic vs. systemic thinking Systemic ' Whole
' Relationships
' Multi-disciplines
' Mapping
' Qualities
' Processes
' Epistemic
' Approximate knowledge Mechanistic ' Parts ' Objects ' One-discipline ' Measuring ' Quantities ' Structures ' Objective ' Cartesian
certainty
Ref: Capra, Fritjof; Luisi, Pier Luigi (2014-04-30). The Systems View of Life: A Unifying Vision. Cambridge University Press. What is Wellbeing' The WHO definition of Health is: ''A complete state of physical, mental and social wellbeing, and not merely the absence of disease or infirmity.' In this context, I propose that the definition of Wellbeing is: The individual''s experience of a ''complete match' between: his/her desired and currently perceived bio, psycho and social state. To, over time, achieve and sustain this ''complete match' the individual needs the capability to successfully adapt to changes Ref CDC: Definition Wellbeing: ''There is no consensus around a single definition of well- being, but there is general agreement that at minimum, well-being includes the presence of positive emotions and moods (e.g., contentment, happiness), the absence of negative emotions (e.g., depression, anxiety), satisfaction with life, fulfillment and positive functioning'. Health-Related Quality of Life (HRQOL) CDC A ''complete state of wellbeing' This means that, when adapting to changes, the
individual can:

' Accept his/her past, as it is.
' Experience, in the present: Peace and Harmony: '' Preserving the essence of his/her identity and concurrently '' Incorporating new useful insights or mental models to better survive and thrive, when '' Implementing his/her current responses to the changes with a systemic thinking perspective ' Be confident in his/her capabilities to design his/her desired future What is the challenge in Social Sciences' Today the challenge is to use systemic thinking to manifest the values of Science when identifying: relationships, patterns, and context for building interdisciplinary Science. Complex Societies can have extreme transformations' because as Ismail Serageldin said: ''A society is more than the sum of its economic and financial transactions'' 200 years ago Pierre Simon de Laplace (1749-1827) already said: ''Let us apply to the political and moral sciences, the method founded on observation and mathematics that has served so well in the natural sciences.' 200 years ago the mathematics to use systemic thinking, to anticipate the long term and distant consequences of actions in a complex world, were not available 24 'Nuove competenze per governare la
complessità', Fabrizio Sprega su Qualità,
gennaio-febbraio 2016.
a) Sviluppare la serendipità, b) Gestire la
discontinuità, c) Creare collegamenti, d)
Creare ridondanza,
e) Allenare alla volatilità f) Allenare alla
complessità.. 25 SAFE MAINTEN AN CE Seguici su









Grazie gangelico@networkaias.it


In evidenza

SD Project
SPAC : Il Software per la progettazione Elettrica
ExxonMobil
Grassi Mobil™ - Formulati per fornire elevate prestazioni anche in condizioni operative estreme
2G Italia
Cogenerazione e trigenerazione dal leader tecnologico mondiale
select * from VERT_CONTENUTI as con left join VERT_UTENTI_AZIENDE as azi on con.iduteazienda = azi.iduteazienda where testataurl like '%%' or eventourl like '%'%' or testataurl like '%'eiomfiere.it%' or eventourl like '%'eiomfiere.it'%'
Array ( ) Array ( [0] => Array ( [0] => 42000 [SQLSTATE] => 42000 [1] => 102 [code] => 102 [2] => [Microsoft][ODBC Driver 13 for SQL Server][SQL Server]Incorrect syntax near 'eiomfiere'. [message] => [Microsoft][ODBC Driver 13 for SQL Server][SQL Server]Incorrect syntax near 'eiomfiere'. ) [1] => Array ( [0] => 01000 [SQLSTATE] => 01000 [1] => 16954 [code] => 16954 [2] => [Microsoft][ODBC Driver 13 for SQL Server][SQL Server]Executing SQL directly; no cursor. [message] => [Microsoft][ODBC Driver 13 for SQL Server][SQL Server]Executing SQL directly; no cursor. ) )
© Eiom - All rights Reserved     P.IVA 00850640186