verticale

La documentazione tecnica e manutenzione impianti ed equipaggiamenti elettrici nei luoghi con pericolo di esplosione

Un legame imprescindibile

Le norme armonizzate prodotto
Prevenzione e protezione
Misure per prevenirela formazione di atmosfere esplosive
IIA IIB e IIC
Equipmente Protection Level
Marcatura Atex

Scarica il PDF Scarica il PDF
Aggiungi ai preferiti Aggiungi ai preferiti


Atti di convegni o presentazioni contenenti case history
mcT Safety, Security, Anti-Fire Milano novembre 2018 ATEX, Sicurezza e Antincendio negli impianti a rischio

Pubblicato
da Benedetta Rampini
mcT Safety, Security, Anti-Fire Milano 2018Segui aziendaSegui




Settori: 

Parole chiave: 


Estratto del testo
Milano, 29 novembre 2018 Gli atti dei convegni e più di 10.000 contenuti su www.verticale.net ATEX Alimentare Petrolchimico Petr SEG_RIPRODUZIONE VIETATA  29.11.2018 1 1 © Riproduzione riservata CONVEGNO mcT CEI - S. Donato M.se - 29/11/2018 29 Novembre 2018 S. Donato Milanese (Mi) per.ind. V. Matera segretario CEI/CT44 'Equipaggiamento elettrico delle machine' SEG studio elettrotecnico (MB) ECD Engineering Consulting and Design Pavia PDE Project S.r.l. Lissone (MB) ATEX, Sicurezza e Antincendio negli impianti a rischio CONVEGNO mcT / CEI LA DOCUMENTAZIONE TECNICA E LA MANUTENZIONE DEGLI  IMPIANTI E EQUIPAGGIAMENTI ELETTRICI NEI LUOGHI CON  PERICOLO DI ESPLOSIONE:  UN LEGAME IMPRESCINDIBILE VMVM1 3 © Riproduzione riservata CONVEGNO mcT CEI - S. Donato M.se - 29/11/2018 Un incontro pericoloso Incendi ed esplosioni addebitati agli impianti elettrici Elettricità sorgente innescante Le realtà, produttive e non, in cui possono manifestarsi atmosfere esplosive sono più numerose di quanto comunemente si pensi. Nel caso di esistenza di atmosfere esplosive l'impianto elettrico
non deve causa di innesco, di propagazione dell'atmosfera
esplosiva, di aggravamento delle conseguenze 1 3 SEG_RIPRODUZIONE VIETATA  29.11.2018 2 4 © Riproduzione riservata CONVEGNO mcT CEI - S. Donato M.se - 29/11/2018 Come fare' Le norme sono uno strumento professionale; la loro conoscenza è la
premessa della creazione di professionalità CT 31 del CEI: MATERIALI ANTI DEFLAGARANTI Ha lo scopo di preparare norme riguardanti le apparecchiature
elettriche utilizzate in atmosfere esplosive per la presenza possibile di
sostanze infiammabili come gas, vapori, liquidi e polveri La formazione del CEI: «Luoghi con pericolo d'esplosione in presenza
di polveri; Norme CEI e direttive ATEX», «Luoghi con pericolo
d'esplosione in presenza di gas; Norme CEI e direttive ATEX», «La
verifica degli impianti elettrici nei luoghi con pericolo di esplosione». 5 © Riproduzione riservata CONVEGNO mcT CEI - S. Donato M.se - 29/11/2018 CT 31 Sono vigenti circa 80 documenti normativi emanati da CT31, quasi tutti
sono Internazionali o Europei La produzione recente (ultimi 2 anni) è corposa e va oltre il 35% delle 
norme promulgate dal Comitato La quantità di norme che riguardano i prodotti o i materiali è
largamente prevalente, ma vi sono anche norme e guide che
riguardano gli impianti elettrici Un 10% delle norme sono emesse in comune con UNI ed ISO 4 5 SEG_RIPRODUZIONE VIETATA  29.11.2018 3 6 © Riproduzione riservata CONVEGNO mcT CEI - S. Donato M.se - 29/11/2018 Le norme armonizzate sono norme volontarie Se applicate attivano la presunzione di conformità per i requisiti essenziali
che coprono Il costruttore può applicare altre norme; in questo caso non si attiva
l'automatica presunzione di conformità LE NORME ARMONIZZATE PRODOTTI 7 © Riproduzione riservata CONVEGNO mcT CEI - S. Donato M.se - 29/11/2018 Prevenzione e protezione Probabilità che l'esplosione (evento):
' NON avvenga (prevenzione)
' Avvenuta, NON causi danni (protezione) PREVENZIONE E PROTEZIONE 6 7 SEG_RIPRODUZIONE VIETATA  29.11.2018 4 8 © Riproduzione riservata CONVEGNO mcT CEI - S. Donato M.se - 29/11/2018 (*  pr inc ipale,  **  o vv er o  s ia  tr asc ur abile) Sistemi di prevenzione PEx = PAtm · Pinx Sicurezza è la probabilità che l'esplosione* NON avvenga** Eventi indipendenti Probabilità di esplosione Probabilità di avere 
un'atmosfera esplosiva Probabilità d'innesco EMISSIONE INNESCO PREVENZIONE E PROTEZIONE 13 © Riproduzione riservata CONVEGNO mcT CEI - S. Donato M.se - 29/11/2018 Misure per prevenire la formazione di atmosfere esplosive Sostanze infiammabili e polveri combustibili
1) Sostituzione
2) Controllo
3) Mitigazione
Esempi:
' Sostituzione sostanze e polveri
' Inertizzazione
' Impianto di ventilazione
' Evitare sorgenti di innesco
' Eliminazione sorgenti emissione
' Modi di protezione adeguati Prevenzione PREVENZIONE E PROTEZIONE 8 13 SEG_RIPRODUZIONE VIETATA  29.11.2018 5 14 © Riproduzione riservata CONVEGNO mcT CEI - S. Donato M.se - 29/11/2018 Misure per prevenire la formazione di atmosfere esplosive Sostanze infiammabili ' Concentrazione  al di fuori LE [LFL,UFL] ' Temperatura sotto  temperatura 
infiammabilità ' Sistemi controllo  esplodibilità Prevenzione Polveri combustibili ' Pulizia
' Incremento  granulometria ' Misure per evitare nubi DATI DI PROGETTO PREVENZIONE E PROTEZIONE 17 © Riproduzione riservata CONVEGNO mcT CEI - S. Donato M.se - 29/11/2018 Sorgenti di innesco ' Superfici* calde
' Fiamme e gas caldi
' Reazioni esotermiche
' Compressione adiabatica dei gas
' Scintille ** ' Origine meccanica
' Origine elettrica
' Elettricità statica ' Sistemi scaldanti
' Campi elettromagnetici
' Radiazioni elettromagnetiche 
' Radiazioni ottiche
' Ultrasuoni Prevenzione = temperatura superiore a: ' Accensione atmosfera esplosiva (gas)
' Innesco nube esplosiva (polveri)
' Accensione strato (polveri) Permanentemente
Temporaneamente Funzionamento normale
In condizioni anomale * In contatto
** innesco pochi mJ PREVENZIONE E PROTEZIONE Leghe leggere quali materiali da costruzione 14 17 SEG_RIPRODUZIONE VIETATA  29.11.2018 6 18 © Riproduzione riservata CONVEGNO mcT CEI - S. Donato M.se - 29/11/2018 Sorgenti di innesco ' Componenti elettrici ' Correnti vaganti
' Correnti di protezione catodica
' Fulmini e sovratensioni Prevenzione PREVENZIONE E PROTEZIONE = in circuiti non previsti* Funzionamento ordinario: ' dispersione
' squilibrio
' saldatura Funzionamento anomalo: ' Guasto a terra non interrotto = corrente impressa Funzionamento ordinario = sorgente potenziale (sempre)
Funzionamento ordinario: ' Condutture
' Apertura interruttore
' ... Funzionamento anomalo: ' Condutture
' Guasto isolamento
' Morsetto allentato
' ... Sulla struttura, a terra, in 
prossimità, sulle linee entranti e 
uscenti 19 © Riproduzione riservata CONVEGNO mcT CEI - S. Donato M.se - 29/11/2018 MESG (Maximum Experimental Safe Gap) : Interstizio sperimentale massimo che
non permette all'esplosione avvenuta all'interno della custodia di innescare l'atmosfera esplosiva all'esterno. Il MESG decresce nell'ordine per le costruzioni IIA (MESG>0,9 mm), IIB
(0,5<MESG<0,9 mm) e IIC (MESG<0,5 mm). MIC (Minimum Ignition Current) : Corrente minima di accensione ovvero rapporto
tra questa per una data sostanza e quella del metano da laboratorio. Il MIC decresce nell'ordine per le costruzioni IIA (MIC>0,8), IIB (0,45<MIC<0,8) e IIC
(MIC<0,45). ' una costruzione del gruppo IIB può essere utilizzata in luoghi che richiedono
costruzioni del gruppo IIA; ' una costruzione del gruppo IIC può essere utilizzata in luoghi che richiedono
costruzioni dei gruppi IIA e IIB. IIA  IIB e IIC Seminario  di Formazione Gratuita ' Padova 26 ottobre 2017  18 19 SEG_RIPRODUZIONE VIETATA  29.11.2018 7 20 © Riproduzione riservata CONVEGNO mcT CEI - S. Donato M.se - 29/11/2018 Seminario  di Formazione Gratuita ' Padova 26 ottobre 2017  Polveri: IIIA  IIIB e IIIC polvere conduttrice (IIIC)
polvere combustibile con resistività elettrica uguale o inferiore a 103 Om polvere non conduttrice (IIIB)
polvere combustibile con resistività elettrica superiore a 103 Om particelle solide combustibili (IIIA)
particelle solide, comprese le fibre, di dimensioni nominali superiori a 500 'm, che possono formare miscele esplosive con l'aria a pressione atmosferica e
temperature normali La apparecchiature elettriche del Gruppo III sono intese per l'uso in luoghi con
atmosfere esplosive per la presenza di polvere combustibile diversi dalle
miniere con possibile presenza di grisou. Le apparecchiature elettriche del
Gruppo III sono suddivise in conformità alla natura dell'atmosfera esplosiva per
la presenza di polvere combustibile per le quali sono destinate. (CEI EN 60079-0) 21 © Riproduzione riservata CONVEGNO mcT CEI - S. Donato M.se - 29/11/2018 Seminario  di Formazione Gratuita ' Padova 26 ottobre 2017  Polveri: temperatura superficiale La temperatura superficiale massima delle apparecchiature
non devono superare il minimo tra le seguenti temperature:
TMAX=2/3 TCL Dove TCL è la temperatura di accensione della nube TMAX= T5mm ' 75 °C Dove T5mm è la temperatura di accensione dello strato da 5 mm 20 21 SEG_RIPRODUZIONE VIETATA  29.11.2018 8 22 © Riproduzione riservata CONVEGNO mcT CEI - S. Donato M.se - 29/11/2018 Seminario  di Formazione Gratuita ' Padova 26 ottobre 2017  Valutazione del rischio di esplosione ( CEI EN60079-10-1)
Dopo aver completato la classificazione dei luoghi
, può essere eseguita
una valutazione del rischio per valutare se le conseguenze di un'accensione di
un'atmosfera esplosiva richiedono l'uso di apparecchiature con il livello di
protezione (EPL : equipment protection level) più alto o può essere giustificato
l'uso di apparecchiature con un livello di protezione inferiore a quello
normalmente richiesto. Scelta delle apparecchiature (CEI 31-108)
Dopo la classificazione delle aree impiegare apparecchi e sistemi conformi alle
categorie di cui al DPR 126 del 23 marzo 1998 (DLgs n°85 del 19 maggio
2016). L'uso degli EPL, se non diversamente, espressamente ed
accuratamente
indicato nel documento di valutazione dei rischi, deve essere
conforme a quanto indicato dalla norma CEI EN 600079-14, che associa gli
EPL alle zone ed i modi di protezione agli EPL. Equipmente Protection Level 23 © Riproduzione riservata CONVEGNO mcT CEI - S. Donato M.se - 29/11/2018 Seminario  di Formazione Gratuita ' Padova 26 ottobre 2017  EPL di DEFAULT (raccomandato) Sostanze Zona EPL 0 Ga 1 Ga o Gb 2 Ga, Gb o Gc 20 Da 21 Da o Db 22 Da, Db o Dc Gas o Vapori  infiammabili Polveri       combustibili Gruppo I Apparecchi destinati ad  essere utilizzati nei lavori in 
sotterraneo nelle miniere e  nei loro impianti di  superficie, esposti al rischio 
sprigionamento di grisù e/o  di poveri combustibili Gruppo II Apparecchi destinati ad  essere utilizzati in altri 
ambienti in cui vi sono  probabilità che si  manifestino atmosfere  esplosive 22 23 SEG_RIPRODUZIONE VIETATA  29.11.2018 9 24 © Riproduzione riservata CONVEGNO mcT CEI - S. Donato M.se - 29/11/2018 Seminario  di Formazione Gratuita ' Padova 26 ottobre 2017  MODI COSTRUTTIVI Modo di protezione Sigla Sicurezza intrinseca "i" Incapsulamento "m" Protezione speciale "s" Custodia a prova di esplosione "d" Sicurezza aumentata "e" Immersione in olio "o" Riempimento pulverulento "q" A pressurizzazione "p" Custodie "t" 25 © Riproduzione riservata CONVEGNO mcT CEI - S. Donato M.se - 29/11/2018 LEGENDA PER LA MARCATURA ATEX Marcatura CE ATEX 24 25 SEG_RIPRODUZIONE VIETATA  29.11.2018 10 28 © Riproduzione riservata CONVEGNO mcT CEI - S. Donato M.se - 29/11/2018 PRINCIPALE LEGISLAZIONE D.Lgs 9 aprile 2008, n. 81 e s.m.i. (GU n.101 del 30-04-2008- Suppl. Ordinario n. 108  LUOGHI DI LAVORO D.Lgs. 19 maggio 2016, n. 85 'apparecchi e sistemi di protezione destinati ad essere utilizzati in atmosfera potenzialmente esplosiva (GU n.121 del 25-5-2016 - Suppl. Ordinario n. 16) - Vigente al: 26-5-2016 PRODOTTI' 2014/34/UE ('.20.04.2016)  30 © Riproduzione riservata CONVEGNO mcT CEI - S. Donato M.se - 29/11/2018 Norma Titolo PRINCIPALI STRUMENTI TECNICI NORMATIVI CT31,SC31J' CEI EN 60079-10-1:2016 Atmosfere esplosive. Parte 10-1: classificazione dei luoghi. Atmosfere esplosive
per la presenza di gas. CEI EN 60079-0:2013+A11+EC
IEC 60079-0:2017
Atmosfere esplosive Parte 0: Apparecchiature - Prescrizioni generali
Explosive atmospheres - Part 0: Equipment - General requirements CEI EN 60079-10-2:2016
[CEI EN 61241-10 (CEI 31-66)]*
Atmosfere esplosive. Parte 10-2: classificazione dei luoghi. Atmosfere esplosive
per la presenza di polveri combustibili. CEI EN 60079-17:2015 Atmosfere esplosive Parte 17: Verifica e manutenzione degli impianti elettrici CEI 31-35;Ab e 31-35/A;Ab:2018 Atmosfere esplosive Guida alla classificazione dei luoghi con pericolo di
esplosione per la presenza di gas in applicazione della Norma CEI EN 60079-10-1
(CEI 31-87): esempi di applicazione CEI EN 60079-19:2012+A1:2016 Atmosfere esplosive Parte 19: Riparazione, revisione e ripristino delle
apparecchiature CEI EN 60079-14:2015+EC2016 Atmosfere esplosive Parte 14: Progettazione, scelta e installazione degli
impianti elettrici
CEI 31-108 Atmosfere esplosive Guida alla progettazione, scelta ed installazione 
degli impianti elettrici in applicazione della Norma CEI EN 60079-14 
(CEI 31-33):2015-04 CEI EN 62485-3:2016 Prescrizioni di sicurezza per batterie di accumulatori e loro installazioni 
Parte 3: Batterie di trazione etc' etc.. '.CEI EN 60079-(1'.) Atmosfere esplosive  Parte X:  Apparecchiature protette mediante  custodie ___" d«; «p«; «n«; etc. 'IEC 60364 - CEI 64-8 ........................
'''''''''
CEI 64-2:2011 ED-4 'esclusivamente per i luoghi con pericolo d'esplosione per la presenza o di
sviluppo di sostanze esplosive (Luoghi di Classe 0). 28 30 SEG_RIPRODUZIONE VIETATA  29.11.2018 11 32 © Riproduzione riservata CONVEGNO mcT CEI - S. Donato M.se - 29/11/2018 UTILIZZATORI DI  PRODOTTI COSTRUTTORI DI   PRODOTTI ' PROCESSISTI
' FABBRICANTI
' RAPPRESENTANTI AUTORIZZATI ' IMPORTATORI
' DISTRIBUTORI
' ORGANISMI NOTIFICATI ' PROGETTISTI
' INSTALLATORI
' VERIFICATORI ' PROGETTISTI IMPIANTI
' COSTRUTTORI IMPIANTI
' UTILIZZATORIIMPIANTI/PRODOTTI
' DATORE DI LAVORO (UFF.TEC/ACQUISTI)
' RESPONSABILI SICUREZZA (RSPP, PREPOSTI) ' PERSONALE OPERATIVO/TECNICO (D.T E UFFICI) ' MANUTENTORI
' CONSULENTI
' ''. PRIMA MESSA A  DISPOSIZIONE E MESSSA  IN SERVIZIO UE DEL  PRODOTTO VIGILANZA SUL  MERCATO E NEI  LUOGHI DI LAVORO'.  ACQUISTO ESERCIZIO VERIFICHE/MANUTENZIONE FINE VITA ' AUTORITA' MSE  (ACCREDIA)'. ' ATS ATTORI ATEX (PROCURE o TRIBUNALI) 33 © Riproduzione riservata CONVEGNO mcT CEI - S. Donato M.se - 29/11/2018 ATTORI ATEX ESERCIZIO / MANUTENZIONE Datore di Lavoro D.Lgs.81/2008 s.m.i. Dirigenti e RSPP Preposti Lavoratori Competenza
Informazione
Formazione
Addestramento
Esperienza
Conduzione Esercizio Verifiche Manutenzione Mantenimento in  efficienza  attrezzature e  impianti' Consulen ti  tecnici Impr ese Es te rne 32 33 SEG_RIPRODUZIONE VIETATA  29.11.2018 12 34 © Riproduzione riservata CONVEGNO mcT CEI - S. Donato M.se - 29/11/2018 ATTORI ATEX ESERCIZIO / MANUTENZIONE Persona Responsabile Struttura che  esegue la riparazione CEI EN 60079-19 Personale operativo Personale  operativo/tecnico Persona Responsabile CEI EN 60079-14 (All.A) Progettisti Personale tecnico  con funzioni esecutive Persona Responsabile CEI EN 60079-17 Personale  esperto Personale  operativo/tecnico PES, PAV  PES PAV + idoneità lavori  sotto tensione BT PEC  CEI 11-27:2014 35 © Riproduzione riservata CONVEGNO mcT CEI - S. Donato M.se - 29/11/2018 CEI EN 60079-17:2015 (4.5.3.1 Personale tecnico con funzioni esecutive) ' valutare la praticabilità del principio della supervisione continua;
' definire l'oggetto dell'apparecchiatura da tenere sotto sorveglianza continua;
' determinare la frequenza delle verifiche, il grado della verifica e il contenuto dei rapporti  così da permettere l'analisi significativa delle prestazioni dell'apparecchiatura; ' assicurare che la documentazione indicata sia resa disponibile;
' assicurare che il personale esperto abbia familiarità con il principio della supervisione  continua insieme alle necessità da soddisfare per la stesura di qualsiasi rapporto o per 
l'esecuzione di specifiche analisi; ' l'installazione da presenziare;
' tutto il materiale protetto contro le esplosioni entro la propria area di responsabilità
Fare il necessario per verificare che:
' il processo di supervisione continua sia conforme al programma;
' il personale esperto abbia abbastanza tempo a disposizione per effettuare le
' verifiche;
' il personale esperto abbia ricevuto un adeguato addestramento e recenti
' aggiornamenti;
' la documentazione sia stata completata correttamente;
' vi sia un supporto tecnico adeguato sempre disponibile per il personale esperto;
' sia noto lo stato dell'impianto elettrico. COMPITI ATEX ESERCIZIO / MANUTENZIONE 34 35 SEG_RIPRODUZIONE VIETATA  29.11.2018 13 36 © Riproduzione riservata CONVEGNO mcT CEI - S. Donato M.se - 29/11/2018 PROGETTAZIONE RIPARAZIONE ITER PRATICO IMPIANTI ATEX INSTALLAZIONE VERIFICA INIZIALE GRADO  APPROFONDITO VERIFICHE  SUPERVISIONE  CONTINUA MANUTENZIONE CLASSIFICANO  LUOGHI PERICOLO  ESPLOSIONE II 3 G Ex nA IIB T5 39 © Riproduzione riservata CONVEGNO mcT CEI - S. Donato M.se - 29/11/2018 CEI EN  60079-14:2015+EC2016 ' Modifiche minori e di tipo  redazionale ' Estensione
' Modifiche tecniche rilevanti VERIFICA INIZIALE E VERIFICHE MANUTENTIVE D.Lgs.81/2008  art. 29 comma  3  Aggiornamento  valutazione Rischi '' 'Stato dell'arte 36 39 SEG_RIPRODUZIONE VIETATA  29.11.2018 14 40 © Riproduzione riservata CONVEGNO mcT CEI - S. Donato M.se - 29/11/2018 VERIFICA INIZIALE E VERIFICHE MANUTENTIVE CEI EN  60079-14:2015+EC2016 Verifica iniziale  particolareggiata Istruzioni Fabbricante Allegato C (normativo) Verifica iniziale ' Schede di verifica per  apparecchiature specifiche Tabella C.1 ' Lista delle verifiche iniziali per Ex 'd', Ex 'e', Ex 'n' e Ex 't'
Tabella C.2 ' Lista delle verifiche iniziali per le installazioni Ex 'i'
Tabella C.3 ' Lista delle verifiche iniziali per le installazioni Ex 'p' e 'pD'
Estratto Tab. C1 41 © Riproduzione riservata CONVEGNO mcT CEI - S. Donato M.se - 29/11/2018 VERIFICA INIZIALE E VERIFICHE MANUTENTIVE CEI EN  60079-17:2015 Prima messa in  servizio Verifica iniziale * Grado dettagliato (Approfondito) Regolari verifiche  periodiche CEI EN  60079-14:2015+EC2016 Esercizio  Impianti/Prodotti supervisione continua  (personale esperto) 'dove necessario manutenzione.. *       La super visione  n on esclude  la  ve rific a inziale  e  a c ampione 40 41 SEG_RIPRODUZIONE VIETATA  29.11.2018 15 42 © Riproduzione riservata CONVEGNO mcT CEI - S. Donato M.se - 29/11/2018 VERIFICA INIZIALE E VERIFICHE MANUTENTIVE CEI EN  60079-17:2015 Verifiche  periodiche Supervisione continua A vista, ravvicinate o  approfondite campione Tab.1, 2, 3  Tab. 1 ' Lista delle verifiche per i  modi di protezione Ex 'd', Ex  'e', Ex 'n' e Ex 't/tD' Tab. 2 ' Lista delle verifiche per  le installazioni Ex 'i' Tab. 3 ' Lista delle verifiche per  le installazioni Ex 'p' e 'pD' I risultati di tutte le ispezioni devono  essere registrati e conservati, e  possono comportare la necessità di ulteriori interventi Istruzioni Fabbricante Intervallo tra verifiche  installazioni fisse NON  superiore a  3 anni 43 © Riproduzione riservata CONVEGNO mcT CEI - S. Donato M.se - 29/11/2018 Estratto CEI EN 
60079-17:2015
VERIFICA INIZIALE E VERIFICHE MANUTENTIVE B IMPIANTI ' GENERALITA C CONDIZIONI AMBIENTALI 42 43 SEG_RIPRODUZIONE VIETATA  29.11.2018 16 44 © Riproduzione riservata CONVEGNO mcT CEI - S. Donato M.se - 29/11/2018 VERIFICA INIZIALE E VERIFICHE MANUTENTIVE Fig. A.1 All.A (informativo) 
Procedura di verifica tipica 
per le verifiche periodiche
CEI EN  60079-17:2015 45 © Riproduzione riservata CONVEGNO mcT CEI - S. Donato M.se - 29/11/2018 Seminario  di Formazione Gratuita ' Padova 26 ottobre 2017     GUIDA CEI  31-108 Come per tutte le guide del CEI costituisce un vero e proprio manuale
tecnico indispensabile per progettisti e costruttori di impianti elettrici in
luoghi in cui si può manifestare un atmosfera esplosiva.
Alcuni argomenti trattati vanno oltre la stretta progettazione, scelta ed
installazione degli impianti elettrici e sono degni di maggiore
attenzione:
Documentazione di progetto;
Documentazione dell'installatore (impresa installatrice);
Verifica iniziale (verifica di conformità);
Qualifica del personale;
Requisiti delle apparecchiature mobili, portatili e personali.
44 45 SEG_RIPRODUZIONE VIETATA  29.11.2018 17 46 © Riproduzione riservata CONVEGNO mcT CEI - S. Donato M.se - 29/11/2018 DOCUMENTAZIONE ATEX DOCUMENTAZIONE Documentazione di progetto Documentazione dell'installatore Documentazione di verifica Istruzioni uso e manutenzione 2014/34/UE) ALLEGATO II REQUISITI ESSENZIALI I  
1.0.5. M a r c a t u r a
1.0.6. I s t r u z i o n i p e r l ' u s o
47 © Riproduzione riservata CONVEGNO mcT CEI - S. Donato M.se - 29/11/2018 DOCUMENTAZIONE PER USO E MANUTENZIONE ATEX 2014/34/UE) a) Ogni apparecchio e sistema di protezione deve essere corredato di istruzioni per 
l'uso, contenenti almeno le seguenti indicazioni:
' un richiamo alle indicazioni 
previste per la marcatura, ad eccezione del numero di lotto o di serie (cfr. 1.0.5), 
eventualmente completate dalle indicazioni che possono agevolare la manutenzione 
(ad esempio: indirizzo del riparatore ecc.), 
' le istruzioni per effettuare senza rischi: 
' la messa in servizio, 
' l'impiego, 
' il montaggio e lo smontaggio, 
' la manutenzione (ordinaria o straordinaria), 
' l'installazione, 
' la regolazione, 
Omissis
c) Per quanto riguarda gli aspetti di sicurezza, qualsiasi documentazione relativa 
all'apparecchio o al sistema di protezione non deve essere in contraddizione con le 
istruzioni per l'uso. 
1.0.6. I s t r u z i o n i p e r l ' u s o CEI EN 60079-0:2014 30 Instructions 46 47 SEG_RIPRODUZIONE VIETATA  29.11.2018 18 48 © Riproduzione riservata CONVEGNO mcT CEI - S. Donato M.se - 29/11/2018 DOCUMENTAZIONE PER VERIFICHE E MANUTENZIONE ATEX CEI EN  60079-17:2015 Registrazioni relative alle modifiche apportate  (Raccolta documentazione di verifica) ' Classificazione dei luoghi e, se incluso, il livello di protezione delle apparecchiature (EPL)  prescritto per ogni luogo (vedere la IEC 60079-10-1 e la IEC 60079-10-2) ' per i gas: le prescrizioni per il gruppo di apparecchiature (IIA, IIB, IIC) e per la classe di  temperatura ' per le polveri: le prescrizioni per il gruppo di apparecchiature (IIIA, IIIB, IIIC) e per la massima  temperatura superficiale ' le caratteristiche dell'apparecchiatura elettrica, per esempio i limiti di temperatura, il modo di  protezione, il grado IP, la resistenza alla corrosione (data sheet) ' una documentazione d'archivio sufficiente per permettere che le apparecchiature elettriche  protette contro le esplosioni siano mantenute in conformità al loro modo di protezione (vedere 
la IEC 60079-14), (per esempio, l'elenco e la posizione nell'impianto delle apparecchiature 
elettriche, delle parti di ricambio, dei certificati di conformità, delle informazioni tecniche -
manuali)
' copia della documentazione relativa alle precedenti verifiche
' copia delle registrazioni inerenti la verifica iniziale, addizionale, periodica come dettagliato nella  EC 60079-14 ' + verbali di verifica ATS, rapporti infortuni, descrizione EEx-i, ev. segnalazione MSE Documentazione aggiornata  49 © Riproduzione riservata CONVEGNO mcT CEI - S. Donato M.se - 29/11/2018 DOCUMENTAZIONE PER VERIFICHE E MANUTENZIONE ATEX Documentazione aggiornata  CEI EN  60079-14:2015+EC2016 SITO  APPARECCHIATURA  CEI EN 60079-10-1 e  CEI EN 60079-10.2 (art.9 e Annex E) ' Valutazione, facoltativa, delle conseguenze dell'accensione
' 'ove applicabile,  caratteristiche sostanze infiammabili influenze  esterne e temperatura ambiente ' istruzioni del fabbricante per la scelta, l'installazione e la verifica iniziale ' documentazione apparecchiature elettriche con condizioni d'uso, ad es. per le apparecchiature i cui
numeri di certificato hanno il suffisso 'X' ' documento descrittivo per i sistemi a sicurezza intrinseca ' dettagli di qualsiasi calcolo che abbia una rilevanza specifica, per esempio, le portate per il lavaggio di
strumenti o cabine degli analizzatori; ' dichiarazione fabbricante o persona qualificata Nota: Per soddisfare i requisiti delle IEC 60079-17 e IEC 60079-19, si dovrebbe prendere in considerazione
come ottenere le informazioni, rispettivamente, per la manutenzione e la riparazione delle apparecchiature. ' informazioni necessarie per garantire l'installazione corretta
' documentazione relativa all'adeguatezza dell'apparecchiatura al luogo ' planimetrie con l'indicazione dei tipi e dei dettagli delle condutture
' documentazione relativa ai criteri di scelta dei sistemi di ingresso in cavo per garantire l'adeguatezza alle prescrizioni dello specifico modo di protezione ' disegni e le tabelle relativi all'identificazione dei circuiti;
' registrazioni relative alla verifica iniziale (vedere l'Allegato C);
' dichiarazione dell'installatore o della persona qualificata IMPIANTO 48 49 SEG_RIPRODUZIONE VIETATA  29.11.2018 19 50 © Riproduzione riservata CONVEGNO mcT CEI - S. Donato M.se - 29/11/2018 VERIFICHE E MANUTENZIONE ATEX DPR 462/01  e pericolo di esplosione ' La messa in esercizio degli  impianti in luoghi con pericolo 
di esplosione non può essere 
effettuata prima della verifica 
di conformità rilasciata al 
datore di lavoro dallo stesso 
installatore che rilascia la 
dichiarazione di conformità ai 
sensi della 37/08 ' Entro 30 giorni dalla messa in  esercizio dell'impianto, il datore 
di lavoro invia la dichiarazione 
di conformità all'ASL o all'ARPA 
territorialmente competenti ' L'omologazione è effettuata  dalle ASL o dall'ARPA 
competenti per territorio, che 
effettuano la prima verifica 
sulla conformità alla normativa 
vigente di tutti gli impianti 
denunciati ' Il datore di lavoro è tenuto ad  effettuare regolari 
manutenzioni dell'impianto, 
nonché a far sottoporre lo 
stesso a verifica periodica ogni 
2 anni
rivolgendosi all'ASL 
ARPA o ad organismi notificati
51 © Riproduzione riservata CONVEGNO mcT CEI - S. Donato M.se - 29/11/2018 VERIFICHE E MANUTENZIONE ATEX 81/08  Testo Unico della Sicurezza VERIFICHE 
(DLgs 81/08 art. 296 ) Il Datore di lavoro deve 
sottoporre a verifica le 
installazioni elettriche 
presenti nelle aree 
classificate come zona 0, 
1, 20, 21 
ai sensi del DPR 
462/01
DPR 462/01: 'Regolamento di  semplificazione del 
procedimento per la 
denuncia di installazioni e 
dispositivi di protezione 
contro le scariche 
atmosferiche, di dispositivi 
di messa a terra di impianti 
elettrici e di impianti 
elettrici pericolosi
.' 50 51 SEG_RIPRODUZIONE VIETATA  29.11.2018 20 52 © Riproduzione riservata CONVEGNO mcT CEI - S. Donato M.se - 29/11/2018 VERIFICHE E MANUTENZIONE ATEX 81/08  Testo Unico della Sicurezza Manutenzione  (DLgs 81/08 art. 80 ) 3-bis. Il datore di lavoro prende, altresì, le misure necessarie
affinché le procedure di uso e manutenzione di cui al comma 3
siano predisposte ed attuate tenendo conto delle disposizioni
legislative vigenti, delle indicazioni contenute nei manuali d'uso e
manutenzione delle apparecchiature ricadenti nelle direttive
specifiche di prodotto e di quelle indicate nelle pertinenti norme
tecniche.
(arresto da due a quattro mesi o ammenda da 1.096,00 a 5.260,80
euro per la violazione) 53 © Riproduzione riservata CONVEGNO mcT CEI - S. Donato M.se - 29/11/2018 VERIFICHE E MANUTENZIONE ATEX 81/08  Testo Unico della Sicurezza 1. Ferme restando le disposizioni del
decreto del Presidente della Repubblica 22 ottobre 2001, n. 462, in
materia di verifiche periodiche, il
datore di lavoro provvede affinché gli
impianti elettrici e gli impianti di
protezione dai fulmini siano periodicamente sottoposti a controllo
secondo le indicazioni delle norme di
buona tecnica e la normativa vigente
per verificarne lo stato di conservazione e di efficienza ai fini
della sicurezza. 2. Con decreto del Ministro dello sviluppo
economico, di concerto con il Ministro
del lavoro, della salute e delle politiche
sociali, adottato sentita la Conferenza
permanente per i rapporti tra lo Stato, le
Regioni e le province autonome di Trento
e di Bolzano, sono stabilite le modalità ed
i criteri per l'effettuazione delle verifiche
e dei controlli di cui al comma 1. 3. L'esito dei controlli di cui al comma 1 è
verbalizzato e tenuto a disposizione
dell'autorità di vigilanza.
sanzione amministrativa pecuniaria da
548,00 a 1.972,80 euro Verifica e Manutenzione (art. 86 ) 52 53 SEG_RIPRODUZIONE VIETATA  29.11.2018 21 54 © Riproduzione riservata CONVEGNO mcT CEI - S. Donato M.se - 29/11/2018 LA DOCUMENTAZIONE TECNICA E LA MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI E EQUIPAGGIAMENTI  ELETTRICI NEI LUOGHI CON PERICOLO DI ESPLOSIONE:  UN LEGAME IMPRESCINDIBILE FINE CONVEGNO mcT / CEI ATEX, Sicurezza e Antincendio negli impianti a rischio 54


© Eiom - All rights Reserved     P.IVA 00850640186