verticale

Import ed export dei rifiuti in Italia

• L’obiettivo è analizzare le dimensioni e le caratteristiche della movimentazione dei rifiuti tra l’Italia e il resto del mondo.
• Vengono considerati tutti i tipi di rifiuto, sia urbani sia speciali.
• Oltre alla catalogazione europea, abbiamo adottato una classificazione dei rifiuti basata sulle caratteristiche merceologiche,con focus sulle categorie assoggettabili a recupero, in primis di materia.

Scarica il PDF Scarica il PDF
Aggiungi ai preferiti Aggiungi ai preferiti


Atti di convegni o presentazioni contenenti case history
I flussi internazionali di rifiuti come risorsa dell’economia circolare maggio 2016 I flussi internazionali di rifiuti come risorsa dell’economia circolare

Pubblicato
da Alessia De Giosa
EIOMSegui aziendaSegui




Settori: 


Estratto del testo
I FLUSSI INTERNAZIONALI DI RIFIUTI COME RISORSA DELL''ECONOMIA CIRCOLARE Tra buone pratiche e rischi di attività illecite Milano, 19 maggio 2016 ' L''obiettivo è analizzare le dimensioni e le caratteristiche della movimentazione dei rifiuti tra l''Italia e il resto del mondo. ' Vengono considerati tutti i tipi di rifiuto, sia urbani sia speciali. ' Oltre alla catalogazione europea, abbiamo adottato una classificazione dei rifiuti basata sulle caratteristiche merceologiche, con focus sulle categorie assoggettabili a recupero, in primis di materia. ' La fonte dei dati è il Modello Unico di Dichiarazione ambientale, presentato annualmente dalle imprese, con focus sui gestori. ' Abbiamo considerato le dichiarazioni MUD presentate dal 2010 al 2015. ' I rifiuti che attraversano i confini nazionali sono quasi 10 milioni di tonnel ate in totale nel 2014: 5,9 mnl t in entrata e 3,8 mln t in uscita. ' Si tratta prevalentemente di rifiuti non pericolosi, anche se in misura molto diversa: 98% per il flusso in import, 77% per l''export. ' I soggetti coinvolti nei flussi transfrontalieri di rifiuti in Italia nel 2014 sono circa 800 imprese/enti che importano e 1.300 che esportano. Fonte: MUD 2015 e Registro Imprese Non pericolosi Pericolosi Pericolosi Non pericolosi Plastica Carta Metalli ferrosi PFU Metal i non ferrosi RAEE Tutto il resto 55% Metalli ferrosi 62% Metalli non ferrosi 15% Legno Plastica Vetro Tutto il resto Plastica Carta Metalli non ferrosi Tutto il resto 60% Metalli ferrosi 48% Metalli non ferrosi 22% Legno Vetro Tutto il resto RAEE ' La movimentazione totale di rifiuti che coinvolge l''Italia è data dalla sommatoria dei flussi nazionale, import ed export. ' Rispetto al totale, l''import rappresenta il 3,4%, l''export il 2% e la movimentazione nazionale il restante 95%. ' Nei flussi predominano i Paesi europei: per l''import coprono il 99% dei rifiuti in entrata, per l''export si fermano al 77% del totale in uscita. ' L''export è un fenomeno più diffuso, anche se il 63% del a quantità in uscita parte dal Nord. ' L''import riguarda pressoché per la sua totalità il Nord-Italia (96% del a quantità in entrata). 0% 10% 20% 30% 40% 50% 60% 70% 80% 90% 100% Recupero materia
Recupero energia
Smaltimento Recupero materia
Recupero energia
Smaltimento 0% 10% 20% 30% 40% 50% 60% 70% 80% 90% 100% ' Dal 2009 al 2014 l''import cresce del 60% e l''export del 10%. -5% 0% 5% 10% 15% 20% 25% 30% 35% 40% 45% 50% 55% 60% 65% 2010 2011 2012 2013 2014 Quantità Import Quantità Export Unità locali Import Unità locali Export Livello 2009 ' Per gli impianti italiani si attesta a 450.000 t il potenziale di riduzione: '' del a dipendenza dal ''estero,
'' della lunghezza della filiera di approvvigionamento. ' Le quantità più alte riguardano i metalli non ferrosi da trattamento meccanico di rifiuti (90.000 t) e gli imbal aggi in plastica (60.000 t). Stessi codici CER 6 cifre

Document Outline

Diapositiva numero 1 Diapositiva numero 2 Diapositiva numero 3 Diapositiva numero 4 Diapositiva numero 5 Diapositiva numero 6 Diapositiva numero 7 Diapositiva numero 8 Diapositiva numero 9 Diapositiva numero 10 Diapositiva numero 11 Diapositiva numero 12


In evidenza

SD Project
SPAC : Il Software per la progettazione Elettrica
ExxonMobil
Grassi Mobil™ - Formulati per fornire elevate prestazioni anche in condizioni operative estreme
2G Italia
Cogenerazione e trigenerazione dal leader tecnologico mondiale
© Eiom - All rights Reserved     P.IVA 00850640186