verticale

Gradi di libertà di una filiera controllata

La filiera Alimentare
I regolamenti
Standard volontari
Filiera del suino
Filiera del latte

Scarica il PDF Scarica il PDF
Aggiungi ai preferiti Aggiungi ai preferiti


Atti di convegni o presentazioni contenenti case history
mcT Alimentare - Verona ottobre 2018 Marcatura, blockchain, visione artificiale e tracciabilità nella filiera alimentare. Le opportunità da Industria 4.0

Pubblicato
da Benedetta Rampini
mcT Alimentare - Verona 2018Segui aziendaSegui




Settori: 

Parole chiave: 


Estratto del testo
Veronafiere 18 ottobre 2018 Gli atti dei convegni e pi di 9.500 contenuti su www.verticale.net FILIERA ALIMENTARE 1 Gradi di libert di una filiera controllata Carlo Buttasi Verona, 18 ottobre 2018 ONCE UPON A TIME 2 ONCE UPON A TIME 3 I REGOLAMENTI 4 REGOLAMENTO (CE) N. 178/2002 del 28 gennaio 2002 che stabilisce i principi e i requisiti generali della legislazione alimentare, istituisce l'Autorit europea per la sicurezza alimentare e fissa procedure nel campo della sicurezza alimentare REGOLAMENTO (CE) N. 852/2004 del 29 aprile 2004 sull'igiene dei prodotti alimentari REGOLAMENTO (CE) N. 853/2004 del 29 aprile 2004 che stabilisce norme specifiche in materia di igiene per gli alimenti di origine animale CONSUMO UMANO TRACCIABILITA' I REGOLAMENTI 5 REGOLAMENTO (CE) N. 1069/2009 del 21 ottobre 2009 recante norme sanitarie relative ai sottoprodotti di origine animale e ai prodotti derivati non destinati al consumo umano (sostituisce Reg CE 1074/02) REGOLAMENTO (UE) N. 142/2011 del 25 febbraio 2011 recante disposizioni di applicazione del regolamento (CE) n. 1069/2009 SOA NON CONSUMO UMANO I REGOLAMENTI 6 REGOLAMENTO (CE) N. 183/2005 del 12 gennaio 2005 che stabilisce requisiti per l'igiene dei mangimi REGOLAMENTO (CE) N. 767/2009 del 13 luglio 2009 sull'immissione sul mercato e sull'uso dei mangimi REGOLAMENTO (UE) 2017/1017 del 15 giugno 2017
concernente il catalogo delle materie prime per mangimi MANGIMI STANDARD VOLONTARI 7 ISO 9001 ISO 22000 STANDARD GDO BRC + IFS FOOD SAFETY MANAGEMENT SYSTEM SISTEMA GESTIONE QUALITA' RINTRACCIABILITA' ISO 22005 SISTEMA HACCP UNI 10354 FILIERA DEL SUINO 8 DOPO IL MACELLO E PRIMA DELLA LAVORAZIONE 9 DOPO IL MACELLO E PRIMA DELLA LAVORAZIONE 10 DOPO IL MACELLO E PRIMA DELLA LAVORAZIONE 11 DOPO IL MACELLO E PRIMA DELLA LAVORAZIONE 12 DOPO IL MACELLO E PRIMA DELLA LAVORAZIONE 13 DOPO IL MACELLO E PRIMA DELLA LAVORAZIONE 14 DOPO IL MACELLO E PRIMA DELLA LAVORAZIONE 15 DOPO IL MACELLO E PRIMA DELLA LAVORAZIONE 16 17.084,00 DOPO IL MACELLO E PRIMA DELLA LAVORAZIONE 17 DOPO IL MACELLO E PRIMA DELLA LAVORAZIONE 18 PRODOTTO PESO [kg] DESTINAZIONE Ossa suine 1.630,50 Smaltimento (SCOSF000000) Fondel o suino 553,50 ddt vari Grasso con cotenna 1.782,00 (In congelazione (8ts360002) Grasso duro 187,00 In congelazione (8ts360003) Trito suino 2.265,00 ' Probabilmente caricato fresco Filetto suino 96,50 ' Probabilmente caricato fresco 7.136,50 SALUMIFICIO 19 SALUMIFICIO 20 QUANTITA' E QUALITA' 21 QUANTITA' E QUALITA' 22 QUANTITA' E QUALITA' 23 FILIERA DEL LATTE 24 FUTURO REGOLAMENTO 25 NUOVO REGOLAMENTO (UE) N. XXXX/2019 Nelle intenzioni, sar un TU che raggrupper, aggiornando e riformando: - i regolamenti sul consumo umano,
- i regolamenti sui sottoprodotti,
- i regolamenti sui mangimi,
- i regolamenti sulla sicurezza alimentare. Comprender una nuova sezione sulle frodi e demander l'applicazione delle norme
all'autocontrollo. Si ridurr la sorveglianza dell'autorit sanitaria (veterinari). FILIERA ALIMENTARE 26 Carlo Buttasi c.buttasi@gmail.com carlo.buttasi@progesa.com


© Eiom - All rights Reserved     P.IVA 00850640186