verticale

Gli interventi tecnico-funzionale di riqualificazione e risparmio energetico: rischi da considerare

L’amianto veniva mescolato nei materiali (cemento, PVC, ecc.), o utilizzato allo stato naturale, con lo scopo di isolare dalle alte o basse temperature, a scopo antincendio e per aumentare la resistenza al fuoco, per aumentare la capacità dei materiali alla trazione o alla spinta (dall’acqua ad esempio), e renderli contemporaneamente leggeri e molto resistenti (eternit), per resistere all’attrito, all’usura e all’azione degli agenti chimici.

Scarica il PDF Scarica il PDF
Aggiungi ai preferiti Aggiungi ai preferiti


Atti di convegni o presentazioni contenenti case history
La riqualificazione energetica degli edifici ottobre 2015 La riqualificazione energetica degli edifici

Pubblicato
da Alessia De Giosa
EIOMSegui aziendaSegui




Settori: 

Parole chiave: 


Estratto del testo
«Gli interventi tecnico-funzionale di
riqualificazione e risparmio energetico:
quali i principali rischi da considerare in fase di realizzazione dell''opera'» Dott. Giardino Renato Tecnico della Prevenzione Dott. Giardino Renato Tecnico della Prevenzion Le principali ragioni, per le quali un committente ( persone fisiche, società di persone, società di capitali, le associazioni tra
professionisti gli enti pubblici e privati che non svolgono attività
commerciale, ecc.) decide di effettuare dei lavori sono quelle di: Consumare meno energia Migliorare le condizioni di vita all''interno dell''appartamento/immobile Migliorare le condizioni di vita all''interno dell''appartamento/immobil Partecipare allo sforzo nazionale ed europeo per ridurre sensibilmente
i consumi di combustibile da fonti fossili; Partecipare allo sforzo nazionale ed europeo per ridurre sensibilment
i consumi di combustibile da fonti fossili; Proteggere l''ambiente in cui viviamo Investire in modo intelligente e produttivo i propri risparmi Serramenti e infissi Serramenti e infiss Caldaie a condensazione e caldaie a biomassa Caldaie a condensazione e caldaie a biomass Pannelli solari Pannelli solar Pompe di calore Pompe di calor Coibentazione di pareti e coperture Coibentazione di pareti e copertur Molti di questi interventi sono da considerarsi, a tutti gli effetti, come lavori edili o di ingegneria civile. Nelle molteplici ''linee guida' reperibili nel web e/o presso gli uffici
preposti, vengono ampiamente descritti tutti gli adempimenti
richiesti per poter usufruire delle agevolazioni fiscali concesse quando
si eseguono interventi che aumentano il livello di efficienza energetica
degli edifici esistenti, ma nessuna di queste affronta in modo
obbiettivo quali sono i principali rischi a cui il committente può
andare incontro quando si deve eseguire lavori di tipo edile. Ma quali sono i principali rischi a cui il committente potrebbe andare incontro quando si deve eseguire un lavoro edili o di ingegneria civile' Penale Salute Penalistico Per quanto riguarda il primo aspetto ( penalistico), nell''ambito della normativa inerente la sicurezza nei
cantieri - D.lgs. 81/2008 e s.m.i. '' T. U. in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di
lavoro, il c o m m i t t e n t e ( sia pubblico che privato) è il soggetto con potere decisionale e di
spesa
(concepisce, programma, progetta, finanzia l''opera), per conto del quale vengono realizzati degli
interventi edili da parte di una ( o più) ditte o da lavoratori autonomi ( elettricista, muratore, idraulico), sul quale ricadono una serie di obblighi ben precisi. Il committente ( in mancanza del responsabile dei lavori), nella fase di progettazione esecutiva dell'opera, ed in particolare al momento delle
scelte tecniche, nell'esecuzione del progetto, e nell'organizzazione
delle operazioni di cantiere è tenuto a: 1. Attenersi ai principi e alle misure generali di tutela di cui all''art. 15 del D.Lgs. n. 81/08; 1. Attenersi ai principi e alle misure generali di tutela di cui all''art. 15 de D.Lgs. n. 81/08; 2. Determinare la durata dei lavori o delle fasi di lavoro che si devono svolgere simultaneamente o successivamente tra loro, al fine di
permettere la pianificazione dell'esecuzione in condizioni di sicurezza; 2. Determinare la durata dei lavori o delle fasi di lavoro che si devono svolgere simultaneamente o successivamente tra loro, al fine d
permettere la pianificazione dell'esecuzione in condizioni di sicurezza; 3. Prendere in considerazione il piano di sicurezza e di coordinamento (PSC), ed il fascicolo, contenente le informazioni utili ai fini della
prevenzione e protezione dai rischi cui sono esposti i lavoratori, tenendo
conto delle specifiche norme di buona tecnica; 4. Comunicare alle imprese esecutrici, e ai lavoratori autonomi, il nominativo del coordinatore per la progettazione e quello del coordinatore per
l'esecuzione dei lavori; 4. Comunicare alle imprese esecutrici, e ai lavoratori autonomi, il nominativ del coordinatore per la progettazione e quello del coordinatore pe
l'esecuzione dei lavori; 5. Verificare l'idoneità tecnico-professionale delle imprese esecutrici e dei lavoratori autonomi in relazione ai lavori da affidare, che si effettua con la
richiesta della documentazione indicata nell''allegato XVII, del D.Lgs. n.
81/08; 5. Verificare l'idoneità tecnico-professionale delle imprese esecutrici e de lavoratori autonomi in relazione ai lavori da affidare, che si effettua con la
richiesta della documentazione indicata nell''allegato XVII, del D.Lgs. n
81/08; 6. Inviare all''ASL competente - in base alla localizzazione del cantiere - ed alla Direzione Territoriale del lavoro, la notifica preliminare, i cui contenuti sono
indicati all''art. 99, del D.Lgs. n. 81/08; 7. Richiedere ed ottenere dalla ditta esecutrice dei lavori, il Piano operativo di sicurezza (POS). 7. Richiedere ed ottenere dalla ditta esecutrice dei lavori, il Piano operativo d sicurezza (POS). Al verificarsi di un infortunio grave e/o mortale sul lavoro Penalistico Il committente dei lavori nel caso in cui non ottemperi agli obblighi di
legge previsti (D.Lgs. 81/08), potrebbe rispondere di ''responsabilità'
o di ''corresponsabilità' nel caso in cui si dovesse verificare un
infortunio grave o mortale, durante lo svolgimento dei lavori
nell''immobile di sua proprietà. Il Codice Penale stabilisce pene assai severe per colui che, con la sua condotta negligente, causa la morte o il ferimento di altre persone. b) I criteri seguiti dal committente per la scelta dell'appaltatore o del prestatore d'opera; Penalistico c) L''eventuale ingerenza del committente stesso nell'esecuzione dei lavori oggetto dell'appalto o
del contratto di prestazione d'opera; d) La percepibilità agevole ed immediata da parte del committente di eventuali situazioni di
pericolo a) La specificità dei lavori da eseguire; « N e l c a s o d i o m i s s i o n e d a p a r t e d e l l ' a p p a l t a t o r e d e l l e m i s u r e d i s i c u r e z z a p r e s c r i tt e , q u a n d o t a l e o m i s s i o n e s i a i m m e d i a t a m e n t e p e r c e p i b i l e - c o n s i s t e n d o e s s a n e l l a p a l e s e v i o l a z i o n e d e l l e n o r m e a n t i n fo r t u n i s t i c h e - i l c o m m i tt e n t e , c h e è i n g ra d o d i a c c o r g e r s i s e n z a p a r t i c o l a r i i n d a g i n i d e l l ' i n a d e g u a t e z z a d e l l e m i s u r e d i s i c u r e z z a , r i s p o n d e a n c h ' e g l i d e l l e c o n s e g u e n ze d e l l ' i n fo r t u n i o e ve n t u a l m e n t e d e t e r m i n a t o s i » Salute da effettuarsi attraverso controlli e verifiche, sia degli ambienti domestici, che
di quelli lavorativi, al fine di individuare,
all''interno dell''edificio, l''eventuale presenza
di manufatti contenenti amianto. Relativamente al rischio legato alla ''Salute', sia di chi materialmente effettua
i lavori ( lavoratori), sia degli occupanti dell''immobile, e sia dell''ambiente circostante, il committente ha l''obbligo
di effettuare, personalmente o attraverso
delle figure tecniche competenti, una valutazione dei rischi L''amianto è un minerale cancerogeno. Rappresenta un pericolo per la salute
quando esiste la possibilità che le fibre
( costituenti la polvere) siano inalate. Alcune malattie del sistema respiratorio quali il carcinoma polmonare, il mesotelioma
pleurico e l''asbestosi derivano dall''esposizione alle polveri di amianto. Il rischio di inalazione di fibre è strettamente legato alla friabilità del materiale, pertanto i materiali contenenti
amianto vengono classificati come friabili e compatti. Le fibre possono essere diffuse nell''aria a seguito della manipolazione o lavorazione di materiali che le contengono.
Può verificarsi dispersione spontanea nel caso di materiali
friabili usurati o sottoposti a vibrazioni, correnti d''aria, urti. Per i materiali compatti contenenti amianto, come le coperture degli edifici in cemento-amianto (eternit), il rischio è,
in generale, molto basso ed è comunque legato allo stato di
manutenzione dei materiali che possono diventare un rischio se
abrasi o danneggiati. Friabili:
materiali che possono essere facilmente
sbriciolati o ridotti
in polvere con semplice azione manuale. Compatti: materiali
duri ( es. cemento- amianto) che possono essere sbriciolati o ridotti in
polvere solo con l''impiego di attrezzi
meccanici. La Legge 27 marzo 1992 n. 257 vieta ''l''estrazione,
l''importazione, l''esportazione, la commercializzazione e
la produzione di amianto o di prodotti contenenti
amianto
', arrestando quindi in modo definitivo qualsiasi
immissione aggiuntiva di amianto, di prodotti di amianto o di
prodotti contenenti amianto, sul territorio nazionale; ma non
vietò l'uso dei materiali già posti in opera. Per tali motivi ci
sono ancora oggi moltissimi edifici in cui è presente l''amianto. Cosa prevede la legge ' da sottolineare come nella normativa vigente non vi sia alcun obbligo di
rimozione di materiali contenenti amianto dagli edifici. Nel caso di normale gestione, la necessità di rimuovere l''amianto arriva solo a
valle di un processo di valutazione da cui si evince un rischio concreto per gli
occupanti o per l''ambiente, e da cui è emerso che la rimozione sia l''intervento più
vantaggioso da punto di vista del rapporto costi/benefici. Cosa prevede la legge Occorre però distinguere tra il caso in cui l''edificio contenente amianto ( pubblico o privato), sia destinato a ospitare luoghi di lavoro, con la presenza di eventuali visitatori ( quindi stabilimenti, magazzini, scuole, ospedali, ecc.), e il caso in cui l''edificio non sia
destinato alle attività lavorative ( abitazioni private, condomini). La normativa generale per la tutela dei lavoratori da rischi per la salute e la
sicurezza è il Decreto Legislativo 9 aprile
08, n. 81 e successive modifiche e
integrazioni (nel seguito ''D.Lgs.81/08'). Cosa prevede la legge Tale legge è di carattere molto generale e rimanda per gli aspetti applicativi a
successivi Decreti ministeriali o disciplinari tecnici quali il più importate il: D.M. 06/09/1994 ''Normative e metodologie tecniche per la
valutazione del rischio, il controllo, la manutenzione e la bonifica di
materiali contenenti amianto presenti nelle strutture edilizie' Il mancato adempimento degli obblighi di cui alle norme prescrittive
del D.M.06/09/94 da parte dei proprietari degli edifici o dei gestori
delle attività ( a seconda dei casi) è sanzionato dall''art. 15, co. 2 della L. 257/92 con la sanzione amministrativa da ' 3.615 a ' 18.675. Le norme contenute nel Titolo IX Capo III del D.Lgs.81/08 non si applicano a
lavoratori che operano all''interno di strutture contenenti amianto, a meno che essi
non siano addetti a manutenzione, rimozione, smaltimento dell''amianto. Si applica
invece la Legge n. 257 ''Norme relative alla cessazione dell''impiego
dell''amianto'.
L''amianto può essere ancora presente negli edifici costruiti prima del 1995. Ricerca dell''amianto nelle unità edilizie oggetto di riqualificazione Il committente o il professionista incaricato, dovrà
anzitutto acquisire conoscenze sull''edificio e potrà seguire le
procedure dettate dal D.M. 6/9/1994.
Per la ricerca dell''amianto dovrà: 1. fare riferimento al progetto dell''edificio e/o anno di costruzione; 2. informarsi anche dai precedenti proprietari di possibili presenze d''amianto non visibili. Consultare la documentazione relativa a precedenti interventi compiuti
sull''immobile ( ad esempio, le fatture delle ditte che hanno eseguito i lavori); 3. effettuare delle ispezioni in loco, ricercando sui materiali sospetti eventuali marchiature. Qui sotto vediamo immagini rappresentanti tre dei più famosi marchi italiani di ditte produttrici materiali in cemento amianto. Ricerca dell''amianto '. Marchio SACELIT su canna
fumaria.
La Sacelit Italcementi
è una multinazionale bergamasca che ancora oggi
produce tubi e materiali idraulici Marchio FIBRONIT su lastre in
eternit.
Marchio Eternit
su
scarico fognario. Ricerca dell''amianto '. L''amianto veniva mescolato nei materiali ( cemento, PVC, ecc.), o utilizzato allo stato naturale, con lo scopo di isolare dalle alte o basse temperature, a scopo
antincendio e per aumentare la resistenza al fuoco, per aumentare la capacità
dei materiali alla trazione o alla spinta ( dall''acqua ad esempio), e renderli contemporaneamente leggeri e molto resistenti ( eternit), per resistere all''attrito, all''usura e all''azione degli agenti chimici. Dove si trova oggi l''amianto' Ai fini pratici, i materiali contenenti amianto presenti negli edifici
possono essere divisi in tre grandi categorie: 1) materiali che rivestono superfici applicati a spruzzo o a cazzuola; 2) rivestimenti isolanti di tubi e caldaie;
3) una raccolta di altri materiali comprendente, in particolare, pannelli ad alta densità ( cemento-amianto), pannelli a bassa densità ( cartoni) e prodotti tessili. I materiali in cemento- amianto, soprattutto sotto forma di lastre di copertura, sono
quelli maggiormente diffusi. ( coibentazione delle tubazioni, guarnizioni della caldaia, tubazioni di aerazione, amianto applicato a spruzzo sul soffitto e le pareti); Cisterna coibentata in MCA presente in centrale termica Tubazioni a soffitto coibentate con lane minerali, cartone ed intonaco in MCA Tubazioni coibentate in MCA Dove si trova oggi l''amianto' Nella Centrale Termica Dove si trova oggi l''amianto' Nella Centrale Termica Rivestimento del soffitto di una Centrale termica; materiale friabile Intonaco costituito da amianto e vermiculite, materiale friabile Dove si trova oggi l''amianto' Dove si trova oggi l''amianto Nel vano corsa ascensore Vano corsa ascensore; rivestimento della parete con vermiculite espansa e crisotilo, materiale friabile Rivestimento delle pareti e del soffitto del locale macchinario ascensore (vermiculite espansa e crisotilo); materiale friabile Isolazioni termiche, caldaie Dove si trova oggi l''amianto' Dove si trova oggi l''amianto' Rivestimenti antincendio su porte dell''impianto di riscaldamento Pannelli leggeri contenenti amianto ( Amianto in matrice friabile) Dove si trova oggi l''amianto' Spruzzato su travi metalliche o in
cemento
armato, sui soffitti, negli intonaci, nei controsoffitti Rivestimento in amianto spruzzato ( amianto in matrice friabile) Rivestimento antincendio su travi di acciaio ( amianto in matrice friabile) Amianto floccato Dove si trova oggi l''amianto' Amianto floccato Dove si trova oggi l''amianto' Dove si trova oggi l''amianto' Tubi, canalizzazioni e pannelli nei locali Tubo in fibrocemento Canale di ventilazione in pannelli di fibrocemento Braghe di Eternit Dove si trova oggi l''amianto' Tubi, canalizzazioni e pannelli nei locali Canaletta per cavi in fibrocemento Dove si trova oggi l''amianto' Rivestimenti di pareti in fibro cemento Dove si trova oggi l''amianto' Stucco per finestre contenente
amianto
Stucco contenente amianto ( Amianto in matrice compatta) Mastice per finestre contenente amianto Dove si trova oggi l''amianto' Quadri elettrici Pannelli antincendio in fibrocemento e pannelli leggeri contenenti amianto ( Amianto in matrice compatta e in matrice friabile) Dove si trova oggi l''amianto' Quadri elettrici Sbarramenti antincendio con cuscini di amianto Sotto o dentro un supporto per lampade, interruttori. Prese corrente, interruttori isolato 1972 Dove si trova oggi l''amianto' Nei pavimenti vinilici Rivestimenti multistrato per pavimenti con strato in cartoni di amianto, cushion vinyl ( amianto in matrice friabile) Cuscino di vinile a tre strati. Lo
strato inferiore contiene oltre il 40 % di amianto crisotilo. Dove si trova oggi l''amianto' Nei pavimenti vinilici Pavimenti monostrato o bistrato contenenti amianto tipo linoleum ( amianto in matrice compatta) Collante per piastrelle contenente amianto ( amianto in matrice compatta) Dove si trova oggi l''amianto' Pannelli antincendio in cucine Pannelli antincendio contenenti amianto, materiali isolanti contenenti amianto come nastri di protezione, corde, pannelli in fibrocemento ( Amianto in matrice friabile e compatta, prodotti in amianto puro) Dove si trova oggi l''amianto' Interno abitazioni Cappa aspirante in cucina Pannelli in cartone amianto dietro le stufe a gas Amianto sotto tetto Dove si trova oggi l''amianto' Pannelli antincendio e termoisolanti Pannelli leggeri contenenti amianto o cartoni di amianto sul lato inferiore dei davanzali ( Amianto in matrice friabile) Corpo riscaldante elettrico Dove si trova oggi l''amianto' Pannelli antincendio e termoisolanti Impiego su grandi superfici Impiego puntuale Dove si trova oggi l''amianto' Pannelli per soffitti Pannelli fonoassorbenti contenenti amianto ( amianto in matrice friabile) Dove si trova oggi l''amianto' Plafoni: intonaci fonoassorbenti Tetti e coperture Dove si trova oggi l''amianto' Dove si trova oggi l''amianto' Camini, sfiati e tubi Tubi inseriti in cemento Canne fumarie e comignoli Vasche e serbatoi Dove si trova oggi l''amianto' Vasche in eternit per la raccolta dell''acqua di sfiato delle caldaie L'Eternit negli anni quaranta e cinquanta venne usato nei
modi e negli ambienti più disparati, ed in parecchi oggetti di
uso quotidiano. Il più famoso è probabilmente la sedia da
spiaggia
in fibrocemento del primo designer industriale
svizzero Willy Guhl. Nell''arte!!!! Dove si trova oggi l''amianto' Grazie per l''attenzione '. ' mi raccomando recuperate chi si è addormentato '


In evidenza

ExxonMobil
Grassi Mobil™ - Formulati per fornire elevate prestazioni anche in condizioni operative estreme
SD Project
SPAC : Il Software per la progettazione Elettrica
2G Italia
Cogenerazione e trigenerazione dal leader tecnologico mondiale
© Eiom - All rights Reserved     P.IVA 00850640186