verticale

Contabilizzazione dei condomini ed efficientamento energetico

Come trasformare un obbligo di legge in una opportunità per l’efficientamento energetico degli edifici.
Obbligo dispositivi di termoregolazione dell’unità immobiliare entro 31/12/16.
Norma UNI10200 e norma UNI11388.
Formula di calcolo dei Totalizzatori di consumo individuali.
Norma UNI11388:2015 la contabilizzazione nei condomini.
Il PDA Energy e le sue caratteristiche.
I quattro livelli di contabilizzazione dei consumi individuali.
Il finanziamento della spesa per il settore privato.

Scarica il PDF Scarica il PDF
Aggiungi ai preferiti Aggiungi ai preferiti


Atti di convegni o presentazioni contenenti case history
mcTER Contabilizzazione Calore - Verona ottobre 2016 Tecnologie e sistemi per la contabilizzazione del calore

Pubblicato
da Benedetta Rampini
mcTER Contabilizzazione Calore - Verona 2016Segui aziendaSegui




Settori: 

Parole chiave: 


Estratto del testo
Veronafiere 20 ottobre 2016 Gli atti dei convegni e più di 7.000 contenuti su www.verticale.net Contabilizzazione Calore Termotecnica Industriale Pompe di Calore Come trasformare un obbligo di legge in una opportunità per l''efficientamento energetico degli edifici Alberto Colombo Termoregolazione e Contabilizzazione del Calore DECRETI LEGISLATIVI 102/2014 - 141/2016 -Obbligo dispositivi di termoregolazione dell''unità immobiliare entro 31/12/16 «Sistema tecnico che consente all'utente di regolare la temperatura desiderata, entro i limiti previsti dalla normativa vigente, per ogni unità immobiliare, zona o ambiente» -Obbligo della contabilizzazione individuale del calore mediante contatori in prima istanza, indiretta per impossibilità tecnica e/o convenienza economica NORMA UNI10200 -Indica i criteri di ripartizione delle spese di riscaldamento e acqua calda -Definisce il metodo per il calcolo indiretto dei consumi individuali: « Stima dei consumi volontari di energia termica dei singoli utenti, mediante calcolo basato su parametri correlati al consumo di energia termica. -Riconosce la UNI11388 per il calcolo indiretto dei consumi di calore NORMA UNI11388 Sistemi di ripartizione delle spese di climatizzazione invernale utilizzante valvole di corpo scaldante e totalizzatore dei tempi di inserzione La Contabilizzazione dei Condomini NORMA UNI11388:2015 calcolo del consumo individuale di calore (metodo indiretto) Parametri correlati al consumo di energia termica utilizzati dalla norma UNI11388 t(k) Tempo di Inserzione rilevato dal Totalizzatore (conta-ore) [h];
Φ(cs) Potenza Termica del singolo corpo scaldante (potenza nominale) [kW]; ' Costante di tempo del corpo scaldante [h];
Tm Temperatura Media del fluido termovettore [°C] (temperatura in mandata + temperatura di ritorno / 2); 3 NORMA UNI11388 - calcolo del consumo individuale di calore 4 Formula di calcolo dei Totalizzatori di consumo individuali . Q[Kwh] '' [t(k)+t] x Φ(cs) x (Tmi '' Ta) (Tmc '' Tac) Q = energia emessa dal corpo scaldante (totalizzatore) Φ(cs) = potenza termica nominale del corpo scaldante [Kw] t(k) = tempo di inserzione del corpo scaldante [h] t = tempo di decadimento del corpo scaldante [h] Tmi = temperatura media istantanea del fluido [°C] Ta = temperatura ambiente o convenzionale [°C] Tmc = temperatura media convenzionale del fluido [°C] Tac = temperatura ambiente convenzionale [°C] UNI 11388 - prescrizioni per gli impianti La valvola di corpo scaldante deve essere con azione a tutto o niente L''installazione di ulteriori regolazioni sui corpi scaldanti in grado di modificare la potenza dell''impianto di utilizzazione è incompatibile con il sistema in quanto produrrebbe errori nella contabilizzazione. Deve essere prevista la regolazione climatica in CT La temperatura media del fluido termovettore aumenta quando la temperatura esterna scende: il totalizzatore dei consumi cresce maggiormente quando la temperatura esterna è bassa 5 UNI11388:2015 - LA CONTABILIZZAZIONE NEI CONDOMINI -Un Sistema wireless di termoregolazione e contabilizzazione indiretta del calore. -Destinato ad edifici esistenti ad uso condominiale dotati di impianti termici centralizzati. -Ammesso dalla UNI10200 per sistemi di riscaldamento a colonne montanti, ad anello, a zona. -Valido per ogni tipo di corpo scaldante: radiatori, termoconvettori, ventilconvettori, termoventilanti, pannelli radianti. COSA E'' IL PDA ENERGY Sistema integrato, modulare ed espandibile: ' TRASFORMA L''IMPIANTO CENTRALIZZATO IN TERMO-AUTONOMO ' MISURA IL CONSUMO INDIVIDUALE DI CALORE ' MIGLIORA L''EFFICIENZA ENERGETICA ELIMINANDO GLI SPRECHI Comprende le seguenti funzioni: ' TERMOREGOLAZIONE WIRELESS D''AMBIENTE ' CONTABILIZZAZIONE INDIVIDUALE DEL CALORE ' TELELETTURA DEI CONSUMI ' TELECONTROLLO DELL''AMBIENTE E DEL GENERATORE LE CARATTERISTICHE DEL PDA ENERGY CRONOTERMOSTATO WIRELESS I DISPOSITIVI - 1 Crono/termostati per la regolazione automatica del a temperatura nell''abitazione -alimentazione a pile 3Volt -autonomia 36 mesi -la temperatura può essere regolata 1, 2 o più zone -1 o più profili programmabili per ogni zona termica -3 set di temperatura programmaili -blocco delle temperature min/max protetto da psw -visualizzazione della Temperatura Esterna -funzione copia -senza limiti sul numero degli attuatori associabili Ogni utente dal proprio cellulare o smartphone può:
' visualizzare i consumi mensili ' regolare la temperatura nel proprio appartamento ' leggere la temperatura ambiente I DISPOSITIVI - 1 11 I DISPOSITIVI - 1 12 I DISPOSITIVI - 1 L''attuatore elettronico montato su ogni corpo scaldante e comandato via radio dal cronotermostato regola il passaggio del fluido termovettore nel corpo scaldante e segnala al Gestore:
' Manomissione (valvola smontata dal corpo scaldante) ' Apertura sportello batterie ' Batteria scarica VALVOLA ELETTRONICA I DISPOSITIVI - 2 I DISPOSITIVI - 2 E'' dotato di uno o due relè.
E'' alimentato a 220Vac
Può essere instal ato al ''interno del mobiletto o del a cassetta.
Se col egato al ventilconvettore o all''aerotermo, viene cablato sia al ventilatore per regolarne il funzionamento, sia al a valvola di intercettazione del fluido per aprirne o chiuderne il passaggio. Obbligo di fissare la velocità del ventilconvettore (stabilita dall''utente tra quel e disponibili) e di impedire lo spegnimento del o stesso. RICEVITORE RADIO Sistema Wireless '' Applicazioni Tipologie di corpi scaldanti Radiatore Termoconvettore Ventilconvettore Valvola di zona Pannel i radianti o a pavimento La rete wireless condominiale, realizzata dai Moduli Concentratori Utenza nei vani scala e dal Modulo Centrale, consente la trasmissione di dati e comandi tra i singoli corpi scaldanti e il Modulo Centrale e da questo all''ufficio del Gestore. Le principali funzioni del Modulo Concentratore Centrale MCC02:
' raccolta/elaborazione dei consumi individuali di tutte le unità immobiliari del condominio ' trasmissione a posto remoto dei dati per la ripartizione e contabilizzazione dei consumi individuali di calore ' trasmissione a posto remoto degli allarmi di centrale termica e guasti/manomissione dispositivi in appartamento ' trasmissione dei dati statistici sui consumi energetici e andamento climatico individuale ' Controllo delle temperature all''interno degli alloggi. ' Controllo della temperatura minima sul circuito di mandata I DISPOSITIVI - 3 FUNZIONE TELECONTROLLO 17 Il server Perry invia periodicamente al Gestore un report con evidenziate le eventuali criticità di funzionamento dell''impianto (e-mail con allegato pdf). Il Gestore avrà inoltre accesso al server «PORTALE PDA» per acquisire maggiori informazioni in relazione agli eventi ed allarmi indicati sul report Il Modulo Centrale MCC invia periodicamente al Gestore dell''impianto di contabilizzazione con messaggio di posta elettronica una fotografia dei totalizzatori a quel a data. I QUATTRO LIVELLI DI CONTABILIZZAZIONE DEI CONSUMI INDIVIDUALI FUNZIONE TELELETTURA TELELETTURA 1 19 TELELETTURA 2 20 TELELETTURA 3 21 TELELETTURA 4 22 CONNETTIVITA'' accensione, spegnimento e programmazione settimanale degli impianti da remoto IN LOCALE DA REMOTO Notebook col egato via LAN Chiavetta USB 3 porte disponibili Modem Modem Unità MCC I risparmi in bolletta La regolazione del profilo di temperatura orario/giornaliero /settimanale permessa dal cronotermostato elimina gli sprechi inutili di calore Il tempo di reazione della valvola elettronica è di pochi secondi. Il tempo di reazione della valvola termostatica può essere superiore a 20 minuti; ciò significa che prima che la valvola raffreddi il termosifone a seguito di un apporto esterno di calore (ad esempio il sole che filtra tra le nuvole) sia trascorsa anche mezz''ora durante la quale la temperatura cresce inutilmente nell'ambiente. Il sistema PDA Energy consente risparmi addizionali sul a bol etta energetica del condominio fino al 15% rispetto ai sistemi tradizionali di termoregolazione e contabilizzazione Legge Stabilità 2016 (settore privato) -Detrazione 65% in 10 anni per dispositivi multimediali di controllo da remoto degli impianti di riscaldamento delle unità abitative, applicabile anche senza la sostituzione del a caldaia con tipo a condensazione -Il PDA, a differenza dei ripartitori, è ammesso da ENEA alla detrazione 65% per le installazioni nei condomini realizzate nel 2016. Modalità per le domande sul sito di ENEA http://finanziaria2016.enea.it/index.asp -Riferimenti LEGGE DI STABILITA'' 2016, 28 dicembre 2016, n.208 - Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale del o Stato pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n.302 del 30/12/2016 supplemento Ordinario n. 70 ''Aspetti legati all''efficienza energetica in edilizia' Comma 88: 65% per la Domotica. Il finanziamento della spesa Nuovo Conto Termico (settore pubblico) -Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.51 del 02 Marzo 2016 il nuovo Conto Termico 2.0 tramite il decreto del 16 Febbraio 2016. -Il decreto disciplina l'incentivazione di interventi per l'incremento dell'efficienza energetica e per la produzione di energia termica da fonti rinnovabili -Tipologia di interventi che rientrano nelle agevolazioni (solo per le pubbliche amministrazioni): installazione di tecnologie di gestione e controllo automatico degli impianti termici ed elettrici degli edifici (building automation), di sistemi di termoregolazione e contabilizzazione del calore. -Importo dell''incentivo erogato fino al 65% delle spese sostenute Il finanziamento della spesa

Document Outline

Come trasformare un obbligo di legge in una opportunità per l''efficientamento energetico degli edifici Alberto Colombo Diapositiva numero 2 Diapositiva numero 3 Diapositiva numero 4 Diapositiva numero 5 Diapositiva numero 6 -Un Sistema wireless di termoregolazione e contabilizzazione indiretta del calore. -Destinato ad edifici esistenti ad uso condominiale dotati di impianti termici centralizzati. -Ammesso dalla UNI10200 per sistemi di riscaldamento a colonne montanti, ad anello, a zona. -Valido per ogni tipo di corpo scaldante: radiatori, termoconvettori, ventilconvettori, termoventilanti, pannelli radianti. Diapositiva numero 8 I DISPOSITIVI - 1 Diapositiva numero 10 Diapositiva numero 11 Diapositiva numero 12 I DISPOSITIVI - 2 Sistema Wireless '' Applicazioni Tipologie di corpi scaldanti Diapositiva numero 16 Diapositiva numero 17 I QUATTRO LIVELLI DI CONTABILIZZAZIONE DEI CONSUMI INDIVIDUALI Diapositiva numero 19 Diapositiva numero 20 Diapositiva numero 21 Diapositiva numero 22 CONNETTIVITA'' accensione, spegnimento e programmazione settimanale degli impianti da remoto I risparmi in bolletta Diapositiva numero 25 Diapositiva numero 26


© Eiom - All rights Reserved     P.IVA 00850640186