verticale

Come progettare e realizzare Reti Ethernet Industriali a regola d’arte

- Industry 4.0
- Iperammortamento
- Conoscere Ethernet Industriale
- Comprendere la progettazione di reti industriali su base Ethernet
- Conoscere i principali protocolli di reti industriali basati su Ethernet
- Vantaggi e esigenze industriali
Esempi: Profinet
- Componenti Infrastrutturali
- Tecniche di messa a terra
- Security
- Permanent Network Monitoring
- Diagnostica di Rete
- Normative

Scarica il PDF Scarica il PDF
Aggiungi ai preferiti Aggiungi ai preferiti


Atti di convegni o presentazioni contenenti case history
SAVE ottobre 2017 workshop

Pubblicato
da Benedetta Rampini
SAVE 2017Segui aziendaSegui




Settori: 

Parole chiave: 


Estratto del testo
Veronafiere 18-19 ottobre 2017 Gli atti dei convegni e pi di 8.000 contenuti su www.verticale.net Cogenerazione Termotecnica Industriale Pompe di Calore 27 ottobre Cogenerazione Termotecnica Industriale Pompe di Calore Alimentare Alimentare Petrolchimico Alimentare 28 ottobre Alimentare Petrolchimico Alimentare Alimentare Petrolchimico Visione e Tracciabilit 28 ottobre Luce Energia Domotica LED Luce Energia Domotica LED Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 1 INDUSTRIAL ETHERNET Come progettare e realizzare Reti Ethernet Industriali a regola d'arte Alberto Sibono
Genoa Fieldbus Competence Centre srl
Spin Off Universit di Genova (DITEN)
Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 2 INDUSTRIAL ETHERNET Industry 4.0: ma cosa intendiamo' Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 3 INDUSTRIAL ETHERNET Industry 4.0: ma cosa intendiamo' Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 4 INDUSTRIAL ETHERNET Industry 4.0: ma cosa intendiamo' Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 5 INDUSTRIAL ETHERNET Industry 4.0: ma cosa intendiamo' Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 6 INDUSTRIAL ETHERNET Industry 4.0: quali i requisiti '6 Dati Infrastruttura di rete Servizi del sistema di comunicazione Tempistiche per trasferimento dati Dati affidabili Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 7 INDUSTRIAL ETHERNET Industry 4.0: in sintesi '7 . Smart - Dati Interconnessione Servizi ad alto valore aggiunto Integrazione funzionalit Management: energy, sicurezza, produzione, manutenzione, diagnostica Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 8 INDUSTRIAL ETHERNET I 7 famigerati punti dell' Iperammortamento/1 1 Presenza PCL/CNC Conforme 2 Interconnessione Conforme 3 Integrazione con
sistemi logisitici
Conforme Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 9 INDUSTRIAL ETHERNET Iperammotamento/2 4 Interfaccia
uomo-
macchina
Conforme 5 Requisiti di
sicurezza Conforme 6 Telemanutenz
ione e/o
telediagnosi Conforme possibile accedere in funzionalit di desktop remoto
direttamente sul plc della macchina ed accedere alla
diagnostica e manutenzione. 7 Monitoraggio
continuo Conforme possibile rendere disponibili con il software in formato
standard OPC/UA i dati relativi allo stato di funzionamento, al
tipo di lavorazione in corso, totale di produzione. Inoltre
saranno rese disponibile le informazioni di conteggio delle
ore lavorate per la preventivazione di attivit di manutenzione.. 8 Sistema
cyberfisico Non
Conforme - Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 10 INDUSTRIAL ETHERNET Principi di base 'Conoscere Ethernet Industriale 'Comprendere la progettazione di reti industriali
su base Ethernet 'Conoscere i principali protocolli di reti industriali basati su Ethernet Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 11 INDUSTRIAL ETHERNET Conoscenze richieste/1 'MODELLO ISO/OSI E TCP/IP
'LAYER FISICO ' CAVO
' FIBRA OTTICA
' WIRELESS 'LAYER COLLEGAMENTO ' COMPONENTI INFRASTRUTTURALI 'LIVELLO IP
'LIVELLO TCP/IP
'LIVELLO APPLICATIVO Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 12 INDUSTRIAL ETHERNET Conoscenze richieste/2 'TECNICHE DI MESSA A TERRA
'PROTOCOLLI INDUSTRIALI ETHERNET BASED
'PIANIFICAZIONE DI UNA RETE ' DETERMINISMO
' RINDONDANZA
' SAFERY & SECURITY
' PARAMETRI
' PERMANENT NETWORK MONITORING 'NORMATIVE
'PROFINET ETHERNET IP POWER LINK ETHERCAT ' OPC UA (Controller to Controller) Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 13 INDUSTRIAL ETHERNET CHE COS' ETHERNET INTRODUZIONE Con il termine Ethernet si intende una famiglia di tecnologie standardizzate
per le reti locali, che ne definisce le pecifiche tecniche a livello fisico, come
cavi, connettori ecc..., e a livello MAC del modello architetturale di rete
ISO-OSI Nasce nei primi anni 70, nei laboratori della Xerox ed la principale
tecnologia di scambio dati tra dispositivi. A livello tecnico potrebbe non
essere la migliore, ma ha avuto un enorme successo in quanto
affidabile e soprattutto economica. Il suo utilizzo pratico risale agli anni
80, quando venne realizzato lo standard 2.0 insieme alla multinazionale
Intel. Una volta riconosciute le sue enormi potenzialit, venne realizzato un ente
sopra le parti, che ha preso il nome di Institute of Electrical and Electronics
Engineers (iEEE). Ethernet rappresenta oggi la rete pi nota e pi diffusa in tutto il mondo. Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 14 INDUSTRIAL ETHERNET Ethernet divenuto LO standard nel settore delle applicazioni office e
gestionali. Una larga diffusione di Ethernet sul mercato ha portato ad un
abbassamento dei costi graduale negli anni. Ethernet viene utilizzato ormai da anni, cosa che ne ha portato una grande
affidabilit. Ethernet permette di comunicare in maniera integrata dal livello aziendale al
livello di campo. Ethernet la base per l'utilizzo delle tecnologie IT come SMTP (e-mail),
HTTP (server web) e altre funzionalit informatiche. Grande velocit, 10 o 100 Mbit, con possibilit di ulteriori sviluppi (1 Gbit e
superiori). VANTAGGI DI ETHERNET INTRODUZIONE Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 15 INDUSTRIAL ETHERNET ESIGENZE INDUSTRIALI E OFFICE Esigenze Industriali Esigenze Office Tempo di ciclo di comunicazione
deterministico Traffico non deterministico, malgrado
la gestione della priorit Monitoraggio ciclico della
comunicazione wireless
Veloce comunicazione diagnostica al
processo Nessun monitoraggio Ridondanza.
Scambio Automatico La perdita di connessione deve
essere ripristinata manualmente Riservazione di ampiezza di banda
per certi devices (p.e. PLC) per
garantirne l'accesso Mezzo condiviso, accessibile da tutti i
device Alimentazione: 18 - 57 VDC,
100 ' 240 VAC, Power-over-Ethernet Alimentazione: 100 VAC ' 240 VAC Involucri metallici, connessioni e cavi
resistenti alle vibrazioni Involucri e connessioni in plastica Involucri, antenne, cavi non
contenenti alogeni, devono resistere
al fuoco , ' Certificazioni ATEX, Rina, ' Nessuna certificazione specifica Classe di protezione IP 65, -20 C,
utilizzabile all'esterno Uso in uffici e case INTRODUZIONE Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 16 INDUSTRIAL ETHERNET Ethernet non nasce come protocollo di comunicazione deterministico,
pertanto la traslazione nel mondo dell' Industria non pu essere "diretta". Le reti industriali hanno delle necessit e dei requisiti diversi da quelli
Office: Maggiore resistenza del cablaggio ad eventuali sollecitazioni meccaniche o
termiche
Maggiore protezione dei dispositivi di rete a interferenze elettromagnetiche o
eventuali agenti chimici
Necessit di far pervenire l' alimentazione ai vari dispositivi con un unico cavo
Richiesta di comunicazioni real time e deterministiche
Gestione di sistemi di rindondanza
Gestione della prioritizzazione dei messaggi
Realizzazione di un metodo efficiente per l' invio di un gran numero di messaggi
di piccole dimensioni in un lasso di tempo estremamente breve Queste esigenze possono essere risolte sia in maniera fisica, andando ad
utilizzare dell' hardware specifico e implementando opportune topologie di
rete, sia in maniera software, andando a mettere mano ai livelli superiori
dello stack OSI. IMPLEMENTAZIONE DI ETHERNET IN INDUSTRIA INTRODUZIONE Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 17 INDUSTRIAL ETHERNET Ethernet si presenta in diverse forme anche per quanto riguarda il
cablaggio: Cavo coassiale di vario tipo
Doppino intrecciato schermato o non schermato
Fibra ottica monomodale o multimodale
Collegamenti radio per wireless Questa ampia variet permette di implementare la soluzione piu
adatta nei vari settori dell'azienda Oltre ad avere la normale schermatura sia i cavi che i connettori
possono avere una protezione ulteriore per garantirne una
resistenza superiore. Per l' utilizzo in industria viene sempre
consigliato l' utilizzo di cavi Categoria 5e o Categoria 6. IMPLEMENTAZIONE DI ETHERNET IN INDUSTRIA INTRODUZIONE Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 18 INDUSTRIAL ETHERNET Possono essere identificati tre modalit diverse per la gestione dei
requisiti legate alle necessit degli ambienti industriali : Appoggiandosi sui protocolli dello stack TCP/IP, incapsulando i dati di
un bus di campo
Utilizzando gateway o proxy che interfaccino una sottorete
deterministica ad alta velocit alla rete Ethernet tradizionale
Sviluppando nuovi approcci per far viaggiare i dati dei dispositivi di
controllo sulla rete, insieme ai pacchetti tradizionali destinati alle
applicazioni non deterministiche Esistono varie architetture proprietarie di reti industriali, ognuna con
le proprie caratteristiche, come Ethernet/IP, PowerLink, PROFINET,
MODBUS TCP/IP, ETHERCAT, ecc... IMPLEMENTAZIONE DI ETHERNET IN INDUSTRIA INTRODUZIONE Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 19 INDUSTRIAL ETHERNET PROFINET un'implementazione basata su tecnologia Ethernet che
utilizza la tecnologia DCOM (Distribute
Component Object Module) per
interfacciare il mondo di Ethernet
TCP/IP a quello dei dispositivi Profinet
dislocati sul campo. Profinet permette di utilizzare i protocolli
di tipo pi consono alle informazioni da
trasferire: bus di campo per gli I/O in
tempo reale deterministiche, UDP/IP per
i sistemi di controllo e supervisione
senza pretese di determinismo e il
classico connubio TCP/IP per le
informazioni non critiche. La descrizione dei dispositivi viene
effettuata in XML e risulta indipendente
dal particolare produttore o sistema
operativo utilizzato. Esempio : PROFINET INTRODUZIONE Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 20 INDUSTRIAL ETHERNET STRUTTURA DEL MODELLO ISO/OSI Il modello ISO Open System Interconnection,
OSI, lo standard utilizzato per la comunicazione
di una rete di calcolatori Esso composto da una struttura a strati
costituita da una pila di protocolli di
comunicazione di rete, suddivisa in 7 livelli
gerarchici. Con protocollo di comunicazione si intende una
serie di regole che permettono a dei calcolatori di
connettersi tra di loro e scambiarsi dati. MODELLO ISO/OSI E STACK TCP/IP Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 21 INDUSTRIAL ETHERNET PROTOCOLLI Ogni Layer utilizzer vari protocolli Application Layer : HTTP/HTTPS, SNMP, DNS,
FTP, SSH.... Transport Layer : TCP, UDP Internet Layer : IP, ICMP, DHCP, ARP... Network Access Layer : Ethernet, PPP, OSPF... MODELLO ISO/OSI E STACK TCP/IP Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 22 INDUSTRIAL ETHERNET 22 TIPOLOGIE DI COMUNICAZIONE MODELLO ISO/OSI E STACK TCP/IP Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 23 INDUSTRIAL ETHERNET 23 RIFLESSIONI E TERMINAZIONI Una rete una linea di trasmissione elettrica. Ad alte velocit, ogni bit corto rispetto alla lunghezza di rete. I dati si propagano sul cavi ad una velocit pari a circa 2/3 della velocit
della luce. Al raggiungimento della fine del mezzo trasmissivo, la forma d'onda viene in parte riflessa. Questo causa errori nella trasmissione. Per evitare riflessioni bisogna terminare il cavo con un'impedenza che sia comparabile con l'impedenza caratteristica del cavo. MODELLO ISO/OSI E STACK TCP/IP Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 24 INDUSTRIAL ETHERNET TOPOLOGIA DI UNA RETE Grazie all'utilizzo di switch e hub possibile ottenere una variet di
topologie differenti per interconnettere i vari nodi su una rete A seconda delle esigenze sar possibile utilizzare una o piu topologie differenti insieme MODELLO ISO/OSI E STACK TCP/IP Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 25 INDUSTRIAL ETHERNET TOPOLOGIA LINEARE Cablaggio ridotto al minimo Switch integrati nei device Switch esterni (opzionali) Topologia simile ai bus di campo classici MODELLO ISO/OSI E STACK TCP/IP Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 26 INDUSTRIAL ETHERNET TOPOLOGIA AD ALBERO E A STELLA Facilit di aggiunta o di asportazione di device
Architettura flessibile
Necessit di switch o di hub MODELLO ISO/OSI E STACK TCP/IP Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 27 INDUSTRIAL ETHERNET TOPOLOGIA AD ANELLO / RIDONDANZA Topologia ad anello per massima disponibilit (ridondanza)
Necessit di switches che gestiscano la ridondanza
In caso di mancanza di un collegamento, viene fornito un altro
percorso per l'accesso ai device. Standards Spanning Tree Protocol (STP) e Rapid STP (RSTP)
Protocolli proprietari MODELLO ISO/OSI E STACK TCP/IP Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 28 INDUSTRIAL ETHERNET INDIRIZZO MAC L'indirizzo ETHERNET (MAC Address, o indirizzo fisico) codificato
su 6 bytes in formato esadecimale Diviso in 2 parti: Organizationally Unique Identifier (OUI) Numero unico x x x x x x 47 42 41 40 39 32 31 24 23 16 15 8 7 0 = 0: indirizzo individuale (sempre 0 se indirizzo sorgente)
= 1: indirizzo di gruppo = 0: indirizzo universale gestito da IEEE
= 1: indirizzo locale m m m m 0 0 Specifico del Produttore (OUI) Numero unico LIVELLO FISICO Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 29 INDUSTRIAL ETHERNET 29 INDIRIZZO MAC I 48 bit del codice sono suddivisi in 12 cifre esadecimali: le prime 6 cifre
individuano il produttore dell'interfaccia di rete mentre le successive
corrispondono al numero di serie della scheda stessa Gli indirizzi universally administered vengono assegnati ai dispositivi dal loro produttore; e vengono talvolta chiamati "indirizzi burned-in". I primi tre
ottetti (in ordine di trasmissione) identificano l'organizzazione o il
produttore che ha emesso l'identificatore e rappresentano
l'Organizationally Unique Identifier (OUI). I successivi tre ottetti sono
assegnati dal produttore che deve rispettare il solo vincolo dell'univocit LIVELLO FISICO Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 30 INDUSTRIAL ETHERNET CAVI PER L' INDUSTRIA Differente dal cavo Office
Utilizzato solo in modalit punto ' punto Lunghezza massima di un segmento: 100 m
100 BASE-TX: Trasmissione elettrica su doppino incrociato
in rame categoria 5(e) Cavo ibrido Ethernet Industriale 2 x 2 + 4 x 0,34 CAVI E CONNETTORI Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 31 INDUSTRIAL ETHERNET CAVO INDUSTRIALE "FAST CONNECT" Filo di rame Isolamento del cavo Guaina interna Elemento centrale Foglio di blindaura Treccia di blindatura Guaina esterna Elemento di contenimento CAVI E CONNETTORI Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 32 INDUSTRIAL ETHERNET CONNETTORI INDUSTRIALI Categorie di connettori industriali specifici a seconda dell'utilizzo: Indoor: Connettori per sale di controllo e per armadi elettrici.
Classe di protezione IP20. Temperatura da 0 a +20 C RJ45
Ibrido Outdoor: Connettori esposti a fattori ambientali sul sito. Classe di
protezione IP65, IP67 o superiore. Temperatura da -20 a +70 C RJ45
Ibrido
M12 codifica D CAVI E CONNETTORI Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 33 INDUSTRIAL ETHERNET CONNETTORI INDUSTRIALI Indoor RJ45 Outdoor RJ45 Ibrido M12 codifica D CAVI E CONNETTORI Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 34 INDUSTRIAL ETHERNET TOOL DI TEST DEL CABLAGGIO DEI CAVI Test del cablaggio in rame del doppino incrociato Deve essere di impiego semplice, portatile, rugged Visualizzazione delle sorgenti d'errore sul cavo CAVI E CONNETTORI Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 35 INDUSTRIAL ETHERNET CONNETTORI FIBRA OTTICA Interno SC-RJ (EN 50377-6-1) BFOC/2.5 (vecchie installazioni) SC-duplex (IEC 60874-14) (vecchie installazioni) Esterno SC-RJ (push pull OF) Ibrido M12 FIBRA OTTICA Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 36 INDUSTRIAL ETHERNET ' COMPONENTI INFRASTRUTTURALI Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 37 INDUSTRIAL ETHERNET DISPOSITIVI DI RETE - HUB Ciascun nodo collegato a un hub Possibilit di comunicazione simultanea tra diversi device
Gli hub sono dispositivi 'non intelligenti', ovvero inoltrano i dati in arrivo
su una porta verso tutte le altre porte indistintamente Definito anche come ripetitore, genera un Dominio di Collisione molto
ampio, aumentando il rischio delle collisioni e quindi la stabilit di tutta la
rete Hub COMPONENTI INFRASTRUTTURALI Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 38 INDUSTRIAL ETHERNET HUB Esistono 3 tipologie di hub: Attivi, che necessitano di un' alimentazione e sono in grado di
amplificare i segnali
Passivi, che non amplificano i segnali
Ibridi, in grado di connettere tipologie di cavo differenti Nonostante i bassi costi e la notevole velocit
sconsigliabile utilizzare gli hub, per la loro scarsa scalabilit,
che genererebbe un Dominio di Collisione molto ampio COMPONENTI INFRASTRUTTURALI Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 39 INDUSTRIAL ETHERNET DISPOSITIVI DI RETE - BRIDGE I bridge permettono al traffico di passare
selettivamente tra due segmenti di una rete. Il bridge opera a livello 2 del modello
ISO/OSI ed indirizza i messaggi sulla base
dell'indirizzo MAC. Conviene usare il bridge quando possibile
suddividere il traffico di rete in due
sottosistemi, che si devono scambiare alcuni
dati tra di loro. COMPONENTI INFRASTRUTTURALI Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 40 INDUSTRIAL ETHERNET BRIDGE COMPONENTI INFRASTRUTTURALI Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 41 INDUSTRIAL ETHERNET DISPOSITIVI DI RETE - SWITCH Ciascun nodo collegato a uno switch Possibilit di comunicazione simultanea tra diversi device possibile collegare degli switch in cascata Lo switch induce un ritardo nella ritrasmissione dei telegrammi A B C D simultanei 46-2C-36-64-00-00 54-E0-08-33-4E-39 90-09-83-5B-03-09 14-45-08-7A-11-16 A verso C B verso D COMPONENTI INFRASTRUTTURALI Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 42 INDUSTRIAL ETHERNET SWITCH Lo switch una versione 'intelligente' dell' hub, in quanto
in grado di apprendere quali sono gli indirizzi collegati a
ciascuna porta ed indirizzare i dati solo verso la porta in cui
si trova il destinatario
L' apprendimento della tabella degli indirizzi MAC dinamica
Non ha il problema del Dominio delle Collisioni, quindi dispone di una maggiore scalabilit rispetto all' hub
In compenso, il tempo necessario a instradare le
informazioni piu lungo rispetto ad un hub COMPONENTI INFRASTRUTTURALI Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 43 INDUSTRIAL ETHERNET CATEGORIE DI SWITCH Gli switch possono essere divisi in due categorie:
Unmanaged e Managed
Gli switch Unmanaged sono quelli di piu facile utilizzo e pronti all' uso: non richiesta nessun tipo di configurazione
per il loro corretto funzionamento, sono plug-and-play.
Vengono utilizzati sopratutto in ambienti Office e IT
Gli switch Managed invece sono quelli che dispongono di un
software interno, spesso un web service, tramite il quale
possibile andare a modificare i parametri di funzionamento
dello switch stesso, nonch la visualizzazione di
monitoraggio della rete e diagnostica. COMPONENTI INFRASTRUTTURALI Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 44 INDUSTRIAL ETHERNET Switch managed: ' Funzionalit avanzate accessibili via browser web o protocollo SNMP, Telnet, ' ' Diagnostica avanzata
' Gestione della ridondanza
' Reti virtuali (VLAN)
' Filtraggio Switch unmanaged ' Plug and play
' Nessuna parametrizzazione SWITCH MANAGED / UNMANAGED Switch Switch COMPONENTI INFRASTRUTTURALI Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 45 INDUSTRIAL ETHERNET COME MISURARE: MIRRORING Nessun accesso ai telegrammi su uno switch classico!!! Sugli switch managed: possibilit di attivazione della funzione di
MIRRORING Copia dei dati scambiati tra 2 porte su una terza porta Device 1 Device 2 Device 3 ' I telegrammi corrotti non vengono copiati e non sono quindi visibili COMPONENTI INFRASTRUTTURALI Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 46 INDUSTRIAL ETHERNET DISPOSITIVI DI RETE - ROUTER Dispositivo di livello Internet
Layer, livello 3 del modello
ISO/OSI Dispositivo il cui scopo principale
quello di mettere in
comunicazione due reti differenti A differenza dello switch un
Router avr sempre due
interfacce di rete fisiche, ognuna
su una rete diversa COMPONENTI INFRASTRUTTURALI Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 47 INDUSTRIAL ETHERNET METODI DI INSTRADAMENTO I metodi sono gli stessi visti negli switch, cut-throught e
store-and-forward
Grazie al protocollo NAT (Network Address Translation) il
router in grado di mettere in comunicazione un device
facente parte di una LAN con un device all'infuori della
stessa COMPONENTI INFRASTRUTTURALI Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 48 INDUSTRIAL ETHERNET ' TECNICHE DI MESSA A TERRA Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 49 INDUSTRIAL ETHERNET ' PROTOCOLLI INDUSTRIALI ETHERNET
BASED
Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 50 INDUSTRIAL ETHERNET I FIELDBUS ETHERNET BASED Suddivisione del mercato in base ai principali fieldbus
utilizzati https://technology.ihs.com PROTOCOLLI INDUSTRIALI Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 51 INDUSTRIAL ETHERNET 51 DIVERSI APPROCCI PER IL DETERMINISMO CLASSE A CLASSE B CLASSE C ' Uso di Ethernet TCP/IP non modificato ' Best effort
' Ritardi legati alla rete ' Utilizza hardware standard non modificato ' Non impiega TCP/IP per la comunicazione real-time ' Pu utilizzare TCP/IP per configurazione o dati non
realtime ' Modifica dei componenti HW
' Modifica di Ethernet standard
' Si ottengono prestazioni IRT
' Non ammesso traffico TCP/IP PROTOCOLLI INDUSTRIALI Esistono tre classi per distinguere i dispositivi di rete, sulla base
delle loro performance Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 52 INDUSTRIAL ETHERNET ' SECURITY Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 53 INDUSTRIAL ETHERNET ' PIANIFICAZIONE DI UNA RETE Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 54 INDUSTRIAL ETHERNET PIANIFICAZIONE DI UNA RETE INDUSTRIALE La pianificazione di una rete Industriale un punto cruciale. Ogni Architettura di rete (Ethernet/IP, Power Link,
PROFINET etc...) dispone di specifiche di funzionamento
diverse, pertanto sar opportuno andare ad identificare
quale fra quelle disponibili andr piu incontro alle mie
richieste. Avremo comunque dei punti in comune da gestire, in quanto
Ehternet di "base" non gestisce, come: Determinismo Rindondanza Safety e Security PIANIFICAZIONE DI UNA RETE Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 55 INDUSTRIAL ETHERNET SECURITY La Security pu essere definita come l'insieme delle regole e norme rivolte
alla sicurezza informatica che consentono alle aziende di mettere in atto
quelle procedure tecniche atte a ridurre al minimo il numero di attacchi alla
propria sicurezza informatica, in altre parole di diminuire la propria
vulnerabilit. Con la convergenza sulla rete IP di IT (Information Technology) e OT
(Operation Technology) ed il collegamento di un numero sempre maggiore
di dispositivi di automazione che in precedenza erano connessi su reti
differenti, il tema della sicurezza e protezione nella comunicazione sta
diventando sempre pi rilevante. Le tecnologie di comunicazione su rete Ethernet garantiscono vantaggi di
maggior interoperabilit tra sistemi, ma potrebbero, se non attivate
opportune protezioni, esporre potenzialmente gli apparati ai ben noti
problemi di security che caratterizzano da decenni le tecnologie IT adottate
nel mondo office. SECURITY Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 56 INDUSTRIAL ETHERNET PIANIFICAZIONE DI UNA RETE INDUSTRIALE Per una corretta pianificazione della rete esistono del tool
appositi che aiutano per il calcolo stimato dei parametri della
rete. PROnetplan, un software fornito di interfaccia grafica che
permette di realizzare in maniera visiva la reale struttura di
rete, come disposizione dei device e come topologia, ed in
grado di fare una stima dei carichi di rete che verranno a
generarsi. Permette l'inserimento di tutti i device che possono essere
presenti su una rete Ethernet, come PLC e Remote I/O,
nonch dispositivi per il PNM. PIANIFICAZIONE DI UNA RETE Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 57 INDUSTRIAL ETHERNET PRONETPLAN La funzionalit principale di PROnetplan quella di poter
effettuare delle simulazioni sulla rete creata in modo da poter
evidenziare immediatamente eventuali problematiche e
correggerle durante la fase di progettazione. Parametri importanti come il net load del controllore
vengono calcolati e visualizzati automaticamente sulla base
del line depth e dell' update time preimpostata. Tutti i net load dei dispositivi sulla rete sono elencati in una chiara
schermata e facilmente consultabili. Per ciascun dispositivo
sono mostrate le porte libere disponibili nonch il line depth. PIANIFICAZIONE DI UNA RETE Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 58 INDUSTRIAL ETHERNET PRONETPLAN PIANIFICAZIONE DI UNA RETE Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 59 INDUSTRIAL ETHERNET PRONETPLAN PIANIFICAZIONE DI UNA RETE Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 60 INDUSTRIAL ETHERNET PRONETPLAN La funzionalit principale di PROnetplan quella di poter
effettuare delle simulazioni sulla rete creata in modo da poter
evidenziare immediatamente eventuali problematiche e
correggerle durante la fase di progettazione. Parametri importanti come il net load del controllore
vengono calcolati e visualizzati automaticamente sulla base
del line depth e dell' update time preimpostata. Tutti i net load dei dispositivi sulla rete sono elencati in una chiara
schermata e facilmente consultabili. Per ciascun dispositivo
sono mostrate le porte libere disponibili nonch il line depth. PIANIFICAZIONE DI UNA RETE Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 61 INDUSTRIAL ETHERNET PRONETPLAN PROnetplan mostra
dinamicamente il carico
risultante per ogni
connessione in rete. Ci vale
anche per le strutture di rete
complesse o le reti con pi
controllori. PIANIFICAZIONE DI UNA RETE Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 62 INDUSTRIAL ETHERNET PRONETPLAN Su ogni singola connessione
pu essere aggiunto un
dispositivo di accesso alla rete,
come il PNMA II o l' IN-spektor. PIANIFICAZIONE DI UNA RETE Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 63 INDUSTRIAL ETHERNET PRONETPLAN L' update time pu essere
impostato uniformemente per tutti i
dispositivi o separatamente per
ciascun dispositivo (default = 2 ms). PIANIFICAZIONE DI UNA RETE PROnetplan mostra dinamicamente
la line depth per ogni dispositivo. Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 64 INDUSTRIAL ETHERNET PRONETPLAN PROnetplan in grado di
visualizzare le porte libere (non
utilizzate) su switch e
dispositivi. PIANIFICAZIONE DI UNA RETE Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 65 INDUSTRIAL ETHERNET PRONETPLAN Per avere un calcolo pi accurato del
netload della rete il payload reale pu
essere impostato per ogni singolo
dispositivo nella vista espansa. PIANIFICAZIONE DI UNA RETE Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 66 INDUSTRIAL ETHERNET PRONETPLAN I pop-ups user-friendly mostrano
le informazioni sulla sicurezza del
device e della rete, mostrando
quali dispositivi hanno delle porte
libere, ovvero non utilizzate, che
sarebbe consigliabile chiudere ed
eventualmente dove inserire un
firewall per aumentare la
sicurezza della rete. PIANIFICAZIONE DI UNA RETE Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 67 INDUSTRIAL ETHERNET INTEGRAZIONE PRONETPLAN / PROSCAN ACTIVE Le topologie scansionate con il software di analisi di
PROscan Active V2 possono essere inserite facilmente in
PROnetplan. Ci consente un confronto tra la pianificazione
e la realt. Questa procedura molto utile per effettuare
eventuali espansioni o ottimizzazioni della rete senza dover
andare a modificare la rete reale. PIANIFICAZIONE DI UNA RETE Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 68 INDUSTRIAL ETHERNET ' PERMANENT NETWORK MONITORING Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 69 INDUSTRIAL ETHERNET PNM - ACCESS POINT Per un corretto e performante funzionamento della rete tutti i
parametri visti fin ora devono essere monitorati, e una delle
soluzioni migliori quella utilizzare dei sistemi PNM, Permanent
Network Monitoring
, in modo da avere un monitoraggio continuo
e permanente della rete. Pertanto, durante la fase di pianificazione di una rete
consigliabile predisporre dei punti di accesso passivi alla rete da
poter utilizzare per il monitoraggio e la diagnostica. Essendo un sistema non invasivo, questo non aumenta la
complessit della rete, ne genera del carico extra che potrebbe
andare a intasare la rete. Inoltre pu essere utilizzato anche
durante i periodi di manutenzione e downtime dell' impianto. PARAMETRI Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 70 INDUSTRIAL ETHERNET NETWORK TAP Un metodo piu efficace rispetto all' utilizzo di una porta mirror su
uno switch per effettuare l'analisi della rete quello di utilizzare
dei Tap, Network Tapping System.
Questi sono dispositivi dotati di almeno 3 interfacce di rete e si
vanno a interporre in un qualsiasi segmento di rete (generalmente
viene consigliato vicino al PLC) e sono in grado di duplicare tutto il
traffico che gli passa attraverso su una terza porta, sulla quale si
possono mettere dei tool di analisi del traffico TAP Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 71 INDUSTRIAL ETHERNET TAP ATTIVO ' PNMA/iPNMA TAP Il PNMA uno strumento che permette l'accesso per la
registrazione dei telegram nelle reti PROFINET e altre reti
Ethernet durante la produzione in esecuzione senza
generare extra carico alla rete stessa. La versione PNMX dispone della protezione per i connettori
IP 67, pertanto pu essere installato in ambienti di
produzione rough senza alcuna custodia protettiva. Gli
strumenti diagnostici sono collegati tramite morsetti M12. Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 72 INDUSTRIAL ETHERNET TAP ATTIVO ' PNMA/iPNMA TAP Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 73 INDUSTRIAL ETHERNET TAP ATTIVO ' PNMA/iPNMA TAP La versione iPNMA include un web service al suo intento per
la configurazione e l' accesso al device stesso tramite
browser, per una semplice configurazione (per esempio,
nella necessit di aggiornare il firmware). Entrambi i device si occupano soltanto di intercettare i frame
e non di analizzarli. Per fare ci necessario utilizzare un
software specifico, come per esempio PROmanage. Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 74 INDUSTRIAL ETHERNET TAP ATTIVO ' INSPEKTOR V2 TAP Il PROFINET-INspektor NT uno strumento di misurazione
intelligente per la diagnostica e il monitoraggio temporaneo o
permanente delle reti PROFINET. Grazie al suo comportamento passivo sulla rete (ovvero non
genera traffico extra) altamente adatto per l'analisi in linea. Il PROFINET-INspektor NT un dispositivo di misurazione
completo per l'accettazione della rete e uno strumento per il
monitoraggio della stessa. Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 75 INDUSTRIAL ETHERNET TAP ATTIVO ' INSPEKTOR V2 TAP PROFINET-INspektor NT un tap avanzato, in grado di
andare a leggere i frame che viaggiano sulla rete ed
analizzarli direttamente, senza bisogno di un software
aggiuntivo.
Posizionandolo in prossimit di un controllore avremo un'analisi di tutto il traffico generato dallo stesso, e la lettura
di tutti i parametri vitali per un corretto funzionamento della
rete, come: Network load
Telegram jitter
Load ratio
Update times
Sending cycle of the controller
Device diagnoses Device failures
Device restarts
Telegram gaps
Consecutive telegram gaps
Error telegrams
Telegram overtakes Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 76 INDUSTRIAL ETHERNET TAP ATTIVO ' INSPEKTOR V2 TAP Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 77 INDUSTRIAL ETHERNET TAP ATTIVO ' INSPEKTOR V2 TAP Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 78 INDUSTRIAL ETHERNET TAP ATTIVO ' INSPEKTOR V2 TAP Mentre altri dispositivi diagnostici determinano il carico di
rete entro il secondo o anche il minuto, il PROFINET-
INspektor NT misura il netload per il millisecondo e lo
visualizza. Ci rende anche variazioni di carico minime in
una rete rilevabile. Anche nella gamma di millisecondi i
picchi di carico possono causare disturbi significativi nella
rete che non potrebbero essere rilevabili senza questa
analisi.
La rete dovrebbe essere sempre monitorata per un carico di
rete coerente e tutte le fonti di disturbi dovrebbero essere
rimosse. L'analisi continua e passiva come previsto dal
PROFINETINspektors NT un prerequisito
indispensabile. Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 79 INDUSTRIAL ETHERNET TAP ATTIVO ' INSPEKTOR V2 TAP Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 80 INDUSTRIAL ETHERNET TAP ATTIVO ' INSPEKTOR V2 TAP Le Trigger function consentono di impostare parametri di
qualit per la rete nel suo complesso, ma anche
singolarmente per ogni dispositivo, se necessario
In caso di modifiche che superino le soglie preimpostate, i
messaggi di allarme (SNMP, e-mail, interfaccia web)
vengono inviati o visualizzati direttamente tramite un contatto
potenziale libero. Il PROFINET-INspektor NT dispone di un
server web integrato e di un indirizzo IP liberamente
configurabile. Ci consente la visualizzazione della
condizione di rete tramite un browser su qualsiasi PC, in sito
o in remoto.
Inoltre a ogni messaggio di allarme, le copie dei telegram
sono memorizzate sull'INspektor e possono essere
scaricate tramite l'interfaccia web per una valutazione pi
errata degli errori. Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 81 INDUSTRIAL ETHERNET TAP ATTIVO ' INSPEKTOR V2 TAP Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 82 INDUSTRIAL ETHERNET TAP ATTIVO ' INSPEKTOR V2 TAP Il display serve principalmente a mostrare lo stato corrente
della rete e gli errori accumulati. Queste informazioni
rendono possibile, senza un computer aggiuntivo, effettuare un' immediata valutazione dello stato della rete.
Vengono visualizzate anche importanti informazioni di
sistema del PROFINETINspektors NT. Quindi le
impostazioni di rete sono necessarie per connettersi
all'interfaccia web e per visualizzare ulteriori informazioni
dettagliate. possibile accedere alle versioni del firmware e
dell'hardware anche tramite il display.
La navigazione tra le singole finestre avviene tramite il touch
tramite i pulsanti freccia. Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 83 INDUSTRIAL ETHERNET TAP ATTIVO ' INSPEKTOR V2 TAP Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 84 INDUSTRIAL ETHERNET TOOLS DI ANALISI Wireshark Registrazione e analisi dei telegrammi ETHERNET Necessita di un PC Statistiche base Ethernet su doppino intrecciato o WiFi Tap Industrial Device autonomo e portatile Test dei cavi da CAT-3 a CAT-6 Ampio LCD Test continuo con un solo tasto TAP Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 85 INDUSTRIAL ETHERNET ' DIAGNOSTICA DI RETE Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 86 INDUSTRIAL ETHERNET TOOLS DI DIAGNOSTICA ' PROMANAGE NT TAP Il concetto di PNM prevede un'analisi continua della rete con
un dispositivo di raccolta dati, come il PROFINET INspektor
NT. Questi dati una volta raccolti possono essere analizzati
tramite il software specifici, come il PROmanage NT. Il software PROmanage NT prevede inoltre la possibilit di
andare a leggere i dati rilevati da tutti gli INspektor presenti
dulla rete, e centralizzarli in un unico server. Gli eventi rilevati sulla rete vengono pre-elaborati dal PROFINET-INspektor NT e forniti in modo cronologico a
PROmanage NT per ulteriori elaborazioni e
analisi.PROmanage NT consente la valutazione, l'analisi e
l'archiviazione a lungo termine dei dati rilevati nei vari bus di
campo e altre reti industriali. Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 87 INDUSTRIAL ETHERNET TAP TOOLS DI DIAGNOSTICA ' PROMANAGE NT Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 88 INDUSTRIAL ETHERNET TOOLS DI DIAGNOSTICA ' PROSCAN ACTIVE V2 TAP Nelle situazioni in cui la rete risulti molto complessa e la sua
struttura/topologia non sia nota, il software PROscan
Active V2 ci permette di generare una mappa completa della
rete senza bisogno di interrompere la sua operativit e in
qualunque momento. Grazie al protocollo LLDP(Link Layer Discovery Protocol)
integrato in tutti i dispositivi PROFINET possibile generare,
in un breve lasso di tempo, una topologia completa della rete
includendo tutti i dispositivi e le connessioni esistenti. Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 89 INDUSTRIAL ETHERNET TAP TOOLS DI DIAGNOSTICA ' PROSCAN ACTIVE V2 Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 90 INDUSTRIAL ETHERNET TAP Sfruttando il protocollo LLDP possibile effettuare subito
una prima diagnostica della rete (interruzioni di linea, device non funzionanti'), tutto durante la normale produzione. PROscan Active V2 dispone di una semplice ed intuitiva
interfaccia graficae la possibilit di integrarsi in maniera
flessibile ad altri sistemi pre-esistenti. PROscan Active V2 aiuta a organizzare in maniera
efficiente una rete complessa e, se necessario, effettuare
della manutenzione in maniera mirata dove richiesto. Inoltre
grazie ai suoi bassi requisiti di, PROscan Active V2 pu
essere installato su qualsiasi touch panel. TOOLS DI DIAGNOSTICA ' PROSCAN ACTIVE V2 Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 91 INDUSTRIAL ETHERNET TOOLS DI DIAGNOSTICA ' PROSCAN ACTIVE V2 TAP Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 92 INDUSTRIAL ETHERNET TOOLS DI DIAGNOSTICA ' PROSCAN ACTIVE V2 TAP PROscanActive V2 in grado di creare un' elenco contente
tutti i dispositivi e i loro parametri, tra cui produttore, versioni
hardware e firmware, i loro nomi e gli indirizzi IP e MAC
ecc..... La valutazione di questi dati pu essere esportata in un
registro di accettazione o di documentazione come file CSV
con un semplice click. Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 93 INDUSTRIAL ETHERNET TOOLS DI DIAGNOSTICA ' PROSCAN ACTIVE V2 TAP Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 94 INDUSTRIAL ETHERNET TOOLS DI DIAGNOSTICA ' PROSCAN ACTIVE V2 TAP Oltre all'elenco delle periferiche con tutti i dati rilevanti per i
dispositivi, inoltre disponibile un elenco di dati relativi alla
porta per ciascun dispositivo. Ci viene inoltre mostrato in aggiunta le lunghezze dei cavi di
collegamento, che siano o in rame o in fibra. Questa
un'informazione molto utile, che aiuta a vedere
immediatamente se gli standard di lunghezza dei cavi sono
stati rispettati o no. Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 95 INDUSTRIAL ETHERNET TOOLS DI DIAGNOSTICA ' PROSCAN ACTIVE V2 TAP Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 96 INDUSTRIAL ETHERNET TOOLS DI DIAGNOSTICA ' PROSCAN ACTIVE V2 TAP I pacchetti dati possono essere scartati dallo switch, ad
esempio a causa di malfunzionamenti, errori di trasmissione
o overflow di coda negli switch. PROscan Active V2
determina il numero di tali rigetti e il numero di errori CRC
dai dispositivi e li visualizza in una tabella. Questo fornisce
indizi sulle possibili cause di errore. Durante l'analisi di tali informazioni occorre prestare
particolare attenzione a dispositivi situati su linee di
comunicazione con un carico elevato. Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 97 INDUSTRIAL ETHERNET TOOLS DI DIAGNOSTICA ' PROSCAN ACTIVE V2 TAP Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 98 INDUSTRIAL ETHERNET TOOLS DI DIAGNOSTICA ' PROSCAN ACTIVE V2 TAP Se si utilizza una fibra ottica in polimero (POF), la riserva di
sistema ottico (budget di potenza) di ogni singola
connessione pu essere determinata nel funzionamento in
linea. una misura per la riserva di potenza ottica
disponibile tra il trasmettitore e il ricevitore per garantire un
funzionamento senza problemi.
Questo parametro sulla fibra ottica pu essere letto e
visualizzato come un normale valore di diagnostica. Se la
riserva di attenuazione di una connessione POF scende al di
sotto di 5 dB, evidente che potrebbero verificarsi problemi
di trasmissione.
Ci consente di rilevare e correggere eventuali
problematiche sulla fibra ottica in qualunque momento. Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 99 INDUSTRIAL ETHERNET TOOLS DI DIAGNOSTICA ' PROSCAN ACTIVE V2 TAP Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 100 INDUSTRIAL ETHERNET TOOLS DI DIAGNOSTICA ' PROSCAN ACTIVE V2 TAP Infine, PROscan Active V2 in grado di realizzare report e
log completi di tutto che ha rilevato e analizzato, utile per
eventuali acceptance log e certificazioni. Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 101 INDUSTRIAL ETHERNET ' NORMATIVE Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 102 INDUSTRIAL ETHERNET PROFINET Design Guideline and Commissioning Guideline
'This includes important parameters regarding network planning and structuring
(Guideline Guideline) as well as new criteria for acceptance test e.g. topology (line
depth), number of discards and netload measurement
'PROFINET Design Guideline
'Some important parameters:
'PROFINET topology
'Line depth
'Cyclical realtime netload
'Planning of access points
for network diagnosis 'PROFINET Commissioning Guideline
The PROFINET Commissioning Guideline initially determines important
commissioning criteria to ensure a stable network.
'Some important criteria:
'Check of cabling and topology
'Discards / Error frames
'PROFINET communication monitoring
'Netload
'Jitter Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 103 INDUSTRIAL ETHERNET ' CONTESTO, TOPOLOGIA E
SOSTITUZIONE DEVICE
Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 104 INDUSTRIAL ETHERNET ' Conclusioni Troubleshooting e diagnostica Misure e verifiche in sito Identificazione soluzioni migliorative Audit reti durante la messa in servizio Installazione e cablaggio Verifiche funzionali Verifica progettazione rete Identificazione non conformit Suggerimenti migliorie Copyright GFCC 05 - 2017 GFCC ' I010 ' V2.0.0 Pag. 105 INDUSTRIAL ETHERNET The End.......... Grazie per l'attenzione Alberto Sibono
Genoa Fieldbus Competence Centre srl
Spin Off Universit di Genova (DITEN)
alberto.sibono@gfcc.it www.gfcc.it


In evidenza

SD Project
SPAC : Il Software per la progettazione Elettrica
ExxonMobil
Grassi Mobil™ - Formulati per fornire elevate prestazioni anche in condizioni operative estreme
2G Italia
Cogenerazione e trigenerazione dal leader tecnologico mondiale
select * from VERT_CONTENUTI as con left join VERT_UTENTI_AZIENDE as azi on con.iduteazienda = azi.iduteazienda where testataurl like '%%' or eventourl like '%'%' or testataurl like '%'eiomfiere.it%' or eventourl like '%'eiomfiere.it'%'
Array ( ) Array ( [0] => Array ( [0] => 42000 [SQLSTATE] => 42000 [1] => 102 [code] => 102 [2] => [Microsoft][ODBC Driver 13 for SQL Server][SQL Server]Incorrect syntax near 'eiomfiere'. [message] => [Microsoft][ODBC Driver 13 for SQL Server][SQL Server]Incorrect syntax near 'eiomfiere'. ) [1] => Array ( [0] => 01000 [SQLSTATE] => 01000 [1] => 16954 [code] => 16954 [2] => [Microsoft][ODBC Driver 13 for SQL Server][SQL Server]Executing SQL directly; no cursor. [message] => [Microsoft][ODBC Driver 13 for SQL Server][SQL Server]Executing SQL directly; no cursor. ) )
© Eiom - All rights Reserved     P.IVA 00850640186